venerdì 13 giugno 2014

COME ELIMINARE I LEGAMI CON ALTRE PERSONE

Come eliminare i legami con altre persone Se vi sembra di essere legati ad un’altra persona, perché essa vi ha fatto del male o voi lo avete fatto a lei, questa tecnica, magari ripetuta per un certo numero di giorni, vi può certamente aiutare. Visualizzate la persona in oggetto (anche se fosse defunta) in piedi davanti a voi, immaginate ora che il vostro plesso solare (bocca dello stomaco) sia collegato al suo con una linea di luce o un cordone scuro. Immaginate quindi di avere nella mano destra una piccola spada con l’impugnatura a croce, e invocare su di essa la benedizione di Dio. Nella mano sinistra immaginate di avere una torcia fiammeggiante, e invocate su di lei il potere dello Spirito Santo, di cui costituisce il simbolo. A questo punto affermate “Nel nome di Gesù Cristo io ti perdono per tutto il male che mi hai fatto, volontariamente o involontariamente, in questa vita o in quelle passate. E nello stesso tempo ti chiedo perdono per tutto il male che io posso aver fatto a te, volontariamente o involontariamente, in questa vita o in quelle passate. Amen. Ora io taglio questo legame che non ha più ragione di esistere, io ti lascio libero e divento libero”. Tagliate ora la corda con la spada bruciando immediatamente i due moncherini della medesima con il fuoco consacrato della torcia. Se resta qualcosa attaccato al vostro corpo insistete con il fuoco fintanto che non avvizzirà e si staccherà completamente. Dopo una separazione del genere bisogna, naturalmente, prendere ogni precauzione per evitare che il legame possa riformarsi. Rifiutate di incontrare ancora la persona in oggetto e anche solo di leggere o rispondere a lettere che provengano da essa. Interrompete ogni comunicazione fisica decisamente e risolutamente per un periodo di almeno alcuni mesi. Accettate tutto… (5) Accettate tutto con gratitudine… così la gioia e l’amore rimarranno in voi. Accettate con gratitudine le preoccupazioni, i problemi e le sofferenze ed essi scompariranno. Nel ringraziamento c’è la forza. La vera gratitudine è vivere positivamente. Chi percepisce, pensa e parla in modo positivo, vive e ringrazia incessantemente. Le forze positive dell’infinito sono così al suo servizio. Esse suscitano gioia, amore, armonia, fiducia e pace nell’uomo. Le preoccupazioni, i problemi e le difficoltà si allontaneranno da lui, dato che nella vera gratitudine non c’è posto per le sofferenze e le preoccupazioni di questo mondo. La gratitudine è segno di grandezza. La vera gratitudine racchiude in sé la certezza che Dio, l’eterna Legge, guiderà ogni cosa nel migliore dei modi. La gratitudine racchiude in sé anche la protezione e la vicinanza di Dio. La protezione e la vicinanza di Dio apportano, a loro volta, pace. Chi è ricolmo di pace è anche ricolmo di amore, tende ad essere altruista e lo Spirito di Dio fiorisce nel suo cuore. L’uomo così appagato da Dio emana, come una rosa, il sacro profumo dell’eterno “Io Sono”. La gratitudine racchiude in sé la speranza, la consolazione e la fiducia. NEGAZIONI E AFFERMAZIONI - Di fronte ad un’infermità propria o altrui Io nego l’apparenza di tutte le infermità fisiche. Non le accetto, né per me, né per nessun altro. L’unica Verità si radica nello spirito e tutto ciò che mi circonda si modella alla mia parola, al mio riconoscere la Verità. Nel nome di Gesù Cristo, che ci autorizzò a farlo, io decreto che io e tutti siamo Vita. La Vita è salute, forza, allegria. Grazie Padre per avermi ascoltato. Di fronte ad un grande timore (proprio o altrui) Nego il timore. Dio non creò il timore, quindi esiste solo perché io credo che esista, e io non lo accetto. Non desidero più che questa apparenza creata da me, si manifesti. Sciolgo e lascio andare ogni ombra di timore in me. L’apostolo Giovanni disse: “L’amore perfetto scaccia ogni paura” (1 Gv 4:18). Io riconosco il fatto che Dio è amore, e io sono suo figlio. Io sono stato Creato per amore e per un atto di amore. Questa è la Verità. Grazie Padre. Di fronte a una grande tristezza (propria o altrui) Io nego l’esistenza di questo dolore non autorizzato da Dio. Io cancello in me tutte le tendenze alla negatività e non lo accetto per niente. Dio è felicità, gioia, allegria. Grazie Padre per avermi dato .(elenca tutte le cose che possiedi come oggetti o carattere, fino alla cosa più insignificante). Di fronte a qualsiasi fallimento o mancanza. Io nego ciò che mi appare come mancante. Non è la Verità, non la posso accettare, non la desidero. L’abbondanza di tutto è la Verità e il mio mondo contiene tutto ciò di cui ho bisogno. Tutto è già previsto, tutto è dato da un Padre che è amore, quindi, devo solamente reclamare il mio bene. Guidami nel cammino, Padre, parla che tuo figlio ti ascolta. Grazie. Di fronte a tutto ciò che non è armonioso Nego la disarmonia. Non accetto questa apparenza che si mostra come disarmonia. Dio è armonia perfetta. Nello spirito non c’è conflitto, né contrarietà, né lotta, né alcuna cosa che si opponga al compimento della perfetta armonia. Grazie Padre, benedico la tua armonia e affermo che essa è presente anche in questa situazione. Per la pace mondiale e di fronte a tutta l’apparenza contraria Grazie Padre che sei Pace. Grazie Padre perché nulla di ciò che non è in pace ha consistenza alcuna ed è solamente una creazione della mente di coloro che ti ignorano. Perdonali perché non sanno quello che fanno. Si faccia la tua volontà qui sulla terra così come appare in Te. Grazie Padre. Ti propongo queste affermazioni perché tu stesso possa apprendere come formulare le tue preghiere. Tutto il giorno pensiamo e decretiamo, in forma negativa o in forma positiva e creiamo le nostre proprie condizioni, fallimenti e successi, salute o malattia. L’importante è iniziare la giornata con qualche affermazione positiva e poi mantenersi nello stato d’animo espresso nella preghiera. Se, dopo l’affermazione ti lasci riprendere dai pensieri negativi, distruggerai l’effetto della preghiera. Guida i tuoi pensieri e guida le tue parole. Non lasciarti travolgere dalle parole e dai sentimenti degli altri. Ricorda che loro ignorano quello che tu già conosci. Quello che chiedi per te, chiedilo anche per gli altri. Siamo tutti una cosa sola nello spirito e questa è la forma più efficace per dare e nello stesso tempo ricevere. Questo modo di operare è ancor migliore che non offrirgli un pezzo di pane o fare dell’elemosina, giacché il pane e l’elemosina durano un solo istante, mentre la Verità rimarrà con loro per sempre. Presto o tardi il tuo dono spirituale si manifesterà mente cosciente e così avrai aiutato un tuo fratello ad incamminarsi verso la salvezza. Ricorda che il bene che fai (così come il male) ti ritornerà indietro come un boomerang, secondo la Legge di Causa ed Effetto. Si è detto che “Se uno è con Dio, è con la maggioranza”. Una sola persona che eleva la sua coscienza al piano spirituale e riconosce la Verità nella sua espressione più alta, è capace di salvare dalla rovina un’organizzazione, salvare dalla crisi una comunità, una città o una nazione, perché agisce nel piano spirituale che è Verità e che domina tutti i piani inferiori. Lo disse anche Gesù: “E conoscerete la Verità e la Verità vi farà liberi” (Gv 8:32). http://tuseiluce.altervista.org/blog/la-metafisica-per-tutti/

8 commenti:

  1. ci sono troppi"NON" in questi comandi... il divino e l'universo non vedono i NON che diventano affermazioni di volontà.... preferisco la formula del rilascio.....namastè

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non me ne intendo molto, ma trovo che tu abbia ragione; posso chiederti cos'è la formula del rilascio e dove orientarmi in merito? Grazie mille. Un saluto

      Elimina
    2. Per il percorso che sto facendo io la formula del rilascio l'ho incontrato con il THETA HEALING e con la TEV Tecnica Energo Vibrazionale. Ci sono siti dove ci si può informare e se poi ti interessa puoi anche fare i corsi per diventare praticante. Sono due tecniche veramente BELLISSIME!!! un saluto pieno di Luce!!!

      Elimina
    3. Non è il divino e l'universo che non riconoscono i non.... è il nostro subconscio che non li riconosce e qui non stiamo lavorando per alleare il subconscio stiamo evocando l'energia divina nel modo più potente che abbiamo a disposizione con la nostra sacra intenzione. Perciò che ci siano o meno i non è irrilevante. =D

      Elimina
    4. leggo solo ora...questa è metafisica non la legge d'attrazione....io non permetto..........e i non i metafisica si possono usare........per esempio per il male....io non permetto che il male entri nella mia vita per il mio massimo bene..........benedizioni

      Elimina
  2. Sono d'accordo, i legami vanno SCIOLTI affinché ognuno si riappropri della propria energia senza creare traumi ad alcuno.

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. È molto importante tagliare i fili ogni giorno, non solo per allontanare le persone negative, ma tutta la negatività in generale, le influenze esterne che consciamente o inconsciamente ci mandano, per decidere per conto nostro cosa vogliamo e non vogliamo nella nostra vita e non perchè qualcun altro decide per noi. Per essere liberi. Capirete leggendo :) www.accademiadicoscienzadimensionale.it/archives/4390
    www.accademiadicoscienzadimensionale.it/archives/4393

    Accademia di Coscienza Dimensionale è un sito completamente GRATUITO di evoluzione spirituale e crescita interiore, con documenti teorici e pratici, lezioni scritte su Skype, tour in varie città e molto altro!

    RispondiElimina