mercoledì 31 dicembre 2014

POSSA IO PERDONARE TUTTI di Paramahansa Yogananda

POSSA IO PERDONARE TUTTI
O Signore di compassione, insegnami a versare lacrime d'amore per tutte le creature. Fa' che le consideri come una parte di me stesso, espressioni diverse del mio Sé.
Poiché giustifico facilmente i miei errori fa che io sia pronto a perdonare le mancanze degli altri. Benedicimi Padre affinchè non infligga critiche spiacevoli ai miei amici; se chiederanno i miei consigli nel tentativo di correggersi, possa io offrire solo i suggerimenti che Tu mi hai ispirato. Con la forza della gentilezza e dell'amore, senza imposizioni, insegnami a condurre a Te coloro che sono incerti e ribelli. Guida la mia intelligenza e le mie facoltà, affinchè io riesca a trasformare le creature dall'indole oscura in luminosi veggenti, che riflettano pienamente i raggi della tua saggezza. Come Tu concedi perfino a chi è stato impiccato per i suoi delitti una nuova opportunità di migliorare in un'altra incarnazione, in cui sia rivestito di un corpo irriconoscibile e viva in un ambiente diverso, così la mia pietà possa estendersi ai peccatori che il mondo ha abbandonato. O Spirito, fa che il calore del mio amore sciolga il gelo dei miei fratelli irrigiditi nell'errore!
Tu aspetti pazientemente di rivelare a tutti gli uomini che sei presente in ciascuno di essi. O Pazienza incomparabile, silenziosa di fronte a un mondo indifferente! Concedimi la tua generosa indulgenza affinchè io non voglia vendicarmi di chi mi ferisce con la sua scortesia.
Fa che io aiuti amorevolmente gli altri ad aiutare se stessi. Insegnami a non condannare la loro ingratitudine, se si oppongono e non mi permettono di servirli. Possa io perdonare, prima dentro di me, poi apertamente, coloro che più mi hanno offeso. Vorrei rispondere all'odio con l'amore, agli aspri rimproveri, con dolci lodi, al male con il bene.
La tua luce divina si nasconde anche nell'uomo dall'animo più oscuro e dissoluto, in attesa di risplendere nelle condizioni adatte: la compagnia di buoni amici e il desiderio ardente di migliorare. Noi ti ringraziamo perché nessuna colpa è imperdonabile, nessun male insuperabile, dato che il mondo della relatività non contiene nulla di assoluto.
Guidami Padre celeste, affinchè io risvegli nei tuoi figli disorientati la coscienza della loro innata purezza, della loro immortalità e della loro origine divina.
da I sussurri dall'eternità
di Paramahansa Yogananda

PREGHIERA DEL PERDONO

PREGHIERA DEL PERDONO
(recitare la preghiera del perdono ogni giorno per trenta giorni può offrire una enorme spinta al rilascio dei sentimenti negativi associati all'incapacità di perdonare, ma può avere ottimi effetti anche sullo stato di salute)
Al fine di eliminare tutto ciò che impedisce la mia evoluzione, dedicherò qualche minuto al perdono. Da ora in avanti, io perdono chiunque, in qualunque modo, mi abbia offeso, causato dolore o ferite, o difficoltà inutili. Io perdono sinceramente coloro che mi hanno rifiutato, odiato, abbandonato, tradito, ridicolizzato, umiliato, spaventato e ingannato. Perdono in particolare coloro che mi hanno fatto perdere la pazienza e reagire violentemente così che, dopo, ho provato imbarazzo, rimorso, e / o inappropriati sensi di colpa. Riconosco che sono stato responsabile anche delle aggressioni che ho ricevuto, poiché molte volte ho dato fiducia a persone negative, permettendo loro di prendersi gioco di me, e di scaricare su di me gli effetti de loro cattivo carattere. Per molti anni ho sopportato ostilità, umiliazioni, sprecando tempo ed energie nel tentativo inutile di avere un buon rapporto con queste persone. Sono libero dal bisogno compulsivo di soffrire, e libero dall'obbligo di mescolarmi con persone e ambienti tossici. Ho appena cominciato una nuova fase della mia vita, in compagnia di persone amichevoli, sane e competenti: voglio condividere sentimenti nobili, lavorando per il progresso di tutti noi. Non mi lamenterò mai più, parlando di cose tristi e di persone negative. Se mi capitasse di pensarci, ricorderò di averle già perdonate e allontanate dalla mia vita interiore definitivamente. Sono grato per le difficoltà che queste persone mi hanno causato, poiché mi hanno aiutato ad evolvere spiritualmente. Quando ricorderò le persone che mi hanno ferito, cercherò di valutarle per le loro buone qualità, e chiederò al Creatore di perdonarle, sottraendole alla punizione che deriverebbe dalla legge di causa-effetto, in questa come nelle prossime vite. Prendo atto che avevano ragione nel respingere il mio amore e le mie buone intenzioni, poiché riconosco che ognuno ha il diritto di respingermi, non corrispondermi, tenermi fuori dalla sua vita.
(Pausa – fate qualche respiro profondo per accumulare energia)
Adesso, chiedo sinceramente scusa a chiunque io abbia in qualunque modo, consapevolmente o inconsapevolmente, offeso, insultato, ferito, dispiaciuto. Analizzando ogni cosa che ho fatto nel corso della mia vita, mi accorgo che il valore delle mie buone azioni è abbastanza alto da ripagare tutti i miei debiti e redimere ogni mia colpa, evidenziando infine un bilancio per me positivo.
Mi sento in pace con la mia coscienza e inspiro profondamente, trattengo il fiato e mi concentro allo scopo di creare un legame energetico con il mio Sé Superiore. Via via che mi rilasso, le mie sensazioni mi rivelano che il contatto è stato stabilito.
Adesso invio un messaggio di fede al mio Sé Superiore, chiedendogli di orientarmi, a ritmo accelerato, verso un importante progetto che ho in mente, e sul quale sto già lavorando con dedizione e amore.
Ringrazio con tutto il mio cuore tutti coloro che mi hanno aiutato, e prometto di ripagarli, lavorando per il mio bene e per quello di chiunque altro, comportandomi come un agente catalizzatore di entusiasmo, prosperità e autorealizzazione. Farò ogni cosa in armonia con le leggi della natura e con il permesso del nostro Creatore, eterno, infinito, indescrivibile, che, grazie alla mia intuizione, sento essere il solo reale potere capace di agire dentro e fuori di me. Così sia, così è, e così sarà.

martedì 30 dicembre 2014

PREGHIERA PER L'ANNO NUOVO

PREGHIERA PER L’ANNO NUOVO
Dio nostro Padre,
Signore, del tempo e dell’Eternità,
a Te la lode, la benedizione,
il rendimento di grazie
per il dono di questo nuovo anno.
Su tutti i suoi giorni splenda la luce del tuo Volto.
Ogni sua ora trascorra sotto il tuo sguardo benigno e paterno.
Libera questo nostro mondo,
che tu ancora ami, dagli orrori di un’altra guerra:
che i fratelli non uccidano più i fratelli,
che i nemici si stringano la mano,
i popoli si aprano alla concordia,
che l’amore alla vita e la ricerca del vero benessere
aprano la storia a sentieri di pace e prosperità per tutti,
per quelli che la nostra avidità, l’egoismo e l’indifferenza
hanno escluso dalla partecipazione
ai beni da te creati e destinati a tutti.
Guarda con occhi benedicenti, o Padre,
alla nostra terra, la casa che tu ci hai donato
perché potessimo abitarla,
ricavandone il necessario per vivere,
per poi trasmetterla ancora madre bella e nutriente
alle generazioni future.
Che i nostri cieli, ora grigi di inquinamento,
crocifissi da milioni di antenne,
tornino ad essere il manto della tua bellezza,
i custodi del respiro del tuo Spirito,
la patria dove le allodole e gli usignoli cantano la libertà;
che siano ancora la volta azzurra e stellata
per i sospiri degli innamorati.
Che la terra non diventi una landa desolata
e un deserto inospitale;
che fioriscano ancora il fiordaliso e la rosa,
il melo e la spiga dorata,
il cibo per il lupacchiotto e il leoncello
Ricordati, Padre,
di questa nostra città: i suoi abitanti
formino un popolo retto e leale,
solidale e sereno, prospero e pacifico,
grato e operoso,
che non dilapidi, ma sia degno erede
del suo prezioso patrimonio di fede e umanità.
Aiuta, Signore,
la Chiesa a non deludere il tuo sogno su di essa:
che sia povera di ricchezze terrene,
ricca solo della Parola e dello Spirito;
che sia riflesso della tua tenerezza
per ogni uomo smarrito e confuso,
per ogni creatura ferita su sentieri bui
dell’angoscia e della morte.
Sappia ancora rivelare, con comunità vive, lo stupore e la gioia di sentirsi amati
per sempre da Te, tuoi testimoni ardenti e gioiosi
nei vasti continenti del dolore e del pianto,
ma anche della gioia di vivere,
di amare e di osare un futuro più bello…
I nostri bambini,
tutti i bambini, sperimentino la tua dolcezza e bontà
attraverso le carezze e il pane
portati dalle nostre mani,
la luce dei nostri occhi sui loro passi incerti e fragili.
Donaci giovani arditi e tenaci,
con la passione della verità,
il fuoco dell’amore, la forza degli ideali,
la stella della libertà,
il dono dell’amicizia, il sorriso della gioia.
Illumina e sostieni, Signore,
l’opera dei genitori:
nella loro voce i figli sentano l’eco della tua,
nei loro gesti il tuo tocco leggero e forte,
nei loro esempi un raggio della tua luce,
nel loro amore un rivolo del tuo.
Siano padri e madri,
ma anche fratelli e sorelle dei loro figli,
tutti sotto la tua liberante e gioiosa signoria.
Gli anziani, venerati e custoditi con premura,
siano una benedizione nelle nostre case,
il dono della tua sapienza per noi,
la memoria per proseguire la strada senza smarrirci.
I preti e le suore siano umili e lieti,
sensibili e generosi,
capifila sicuri che ci guidano a te,
sentieri che portano a Te,
indici puntati solo verso di te,
sale e lievito,
felici di dar fermento e sapore
per poi scomparire, riflesso della Tua luce.
Signore,
davanti a noi c’è il dono di un nuovo anno:
fa' che sa i per noi tempo propizio per amare,
lavorare, soffrire, gioire, sperare,
credere, pregare, condividere…
come ci indica il tuo Figlio Gesù,
la tua benedizione nelle opere e i giorni
che ci offri da vivere. Fa’ che al termine di quest’anno
ci ritroviamo più vicini a Te,
nostra meta, nostra Patria, nostro tutto,
Eternità beata, Luce senza tramonto,
gioia infinita, bellezza di ogni bellezza,
vita di ogni vita, vita della nostra vita.


http://www.parrocchiavoltosanto.it/docs/preghiere/preghiera_anno_nuovo.pdf

ECCO COSA POTETE FARE PER CHIEDERE TUTTO QUELLO CHE DESIDERATE PER IL NUOVO ANNO CON LE ENERGIE DI GABRIEL, URIEL, MIGUEL E RAFAEL

ECCO COSA POTETE FARE PER CHIEDERE TUTTO QUELLO CHE DESIDERATE PER IL NUOVO ANNO CON LE ENERGIE DI GABRIEL, URIEL, MIGUEL E RAFAEL

Immaginatevi all'interno di una piramide di luce Blanca in compagnia dei 4 arcangeli. Michael al nord, il Gabriel al sud, Rafael all'est e Uriel all'ovest.
In questo punto vi connettete con le potenti energie degli Arcangeli e iniziate a chiedere ...Mentre respirate profondamente immaginatevi pieni di luce e ringraziate di cuore per questo dono.Che sia un giorno benedetto e magico per tutti voi. Così sia.

domenica 28 dicembre 2014

LA FORMA UMANA DEGLI ANGELI

Forma umana degli Angeli

Gli Occhi

"... E in mezzo al trono e attorno al trono, quattro creature viventi piene d'occhi davanti e di dietro. ... E le quattro creature viventi avevano ognuna sei a1i ed eran piene d'occhi all'intorno e di dentro... " Apocalisse /V, 6-8.
Accade sovente che gli Angeli appaiano ricoperti di occhi e questa particolarità anatomica è molto importante. Gli occhi sono associati alla funzione sensoriale più elevata nell'uomo. Avendo raggiunto la sua completa realizzazione, La vista diventa, in effetti, visione beatifica e rappresenta allora l'ultima realizzazione spirituale. Gli Angeli possiedono questa visione di Dio. Se sono ricoperti di occhi è solo per sottolineare la loro consacrazione alla contemplazione della divinità ma anche la loro capacità di percepire in maniera completa e perfetta la realtà del nostro mondo.

Le Mani

"… I quattro cherubini avevano ciascuno quattro facce e quattro ali; e sotto le loro ali appariva la forma di mani d'uomo". Ezechiele X, 2 l.
Anche le mani sono spesso presenti ed osservate dai mistici e dai chiaroveggenti. Secondo la simbologia tradizionale rappresentano la volontà spirituale, indipendente dalla personalità. Le mani rappresentano la volontà di Dio e simboleggiano che gli Angeli sono i Suoi messaggeri. I gesti o la posizione delle mani rivelano anche, con molta precisione, il tipo di messaggio portato dall'Angelo. Per esempio, se ha la mano sinistra alzata egli viene a compiere la giustizia divina, se tende la mano destra si fa latore della divina misericordia. Se l'indice della mano destra punta verso il cielo e le altre dita sono ripiegate sul palmo, si farà messaggero di una rivelazione. Notiamo infine che le mani angeliche servono anche a trasmettere gli impulsi spirituali. Esse si illuminano e permettono all'Angelo di dirigere una forza spirituale verso il destinatario in forma di raggio luminoso.

Le ali

"... Sopra di lui stavano i Serafini, ognuno dei quali aveva sei ali: con due si copriva il viso, con due si copriva i piedi, e con due volava. " Isaia VI, 2.
Le ali indicano simbolicamente che gli angeli sono liberi dalla materia e si possono liberare con la volontà dagli impedimenti fisici. Dionigi l'Areopagita dichiara: "L'ala simboleggia la prontezza ad elevarsi, il celestiale che da l'accesso verso l'alto e, con l'ascesa, il superamento di tutte le bassezze; la leggerezza delle ali indica che essi non hanno alcuna inclinazione terrestre ma si elevano in completa purezza e senza pesi verso le altezze sublimi...". Tuttavia sarebbe falso dire che questa immagine è solo simbolica. Le ali maestose sono anche l'espressione di correnti di energia vitale molto potenti che si irraggiano dagli Angeli. Così, più l'Angelo è in alto nella gerarchia, maggiore sarà il numero delle sue ali e maggiore la loro apertura. Muovendole, concentra in sé la forza spirituale che poi dirigerà verso chi lo ha invocato. Così, in un intervento di guarigione, è possibile osservare l'Angelo che batte le ali proprio sopra il malato. Allo stesso modo, le immagini popolari che presentano l'Angelo che cinge con le ali colui che assiste, sono perfettamente realistiche. Abbracciando l'uomo con le sue ali, egli comunica una forza che rivitalizza tutto il suo essere (fisico, emozionale, mentale e spirituale). Abiti e Utensili L'interpretazione degli abiti e degli strumenti sacri attribuiti agli spiriti celesti, ci porta ad un'ulteriore precisazione molto interessante a proposito delle loro funzioni.

L'abito

"E avvenne che mentre stavano perplesse di ciò, ecco che apparvero dinanzi a loro due uomini in vesti sfolgoranti... " Luca XXIV, 4.
Sempre molto luminosa, la veste, simbolo esteriore dell'attività spirituale, rivela la finzione specifica dell'Angelo. Il colore quindi, varia a seconda della funzione e degli attributi fondamentali che l'essere celeste desidera esprimere. Una veste che ha per colore dominante il violetto, indica una vita totalmente dedicata a Dio, una via di servizio e di rinuncia. È interessante notare, a questo proposito, che sugli affreschi e le vetrate delle cattedrali, il Cristo è sempre rappresentato, durante la passione, vestito di una veste viola. Trasformando la sua natura umana per tornare a Dio, il Cristo ricorda l'aspirante che deve, anch'egli, saper morire al mondo per resuscitare in Dio.
Sul vestito dell'Angelo, il viola rappresenta dunque, la funzione alchemica di trasmutazione. L'indaco è il colore della devozione profonda e del sacrificio dove la coscienza si fonde con il divino. Questa tinta orienta e dirige verso l'infnito. Sull'abito dell'Angelo l'indaco significa dunque, la finzione mistica dell'abnegazione. Il blu è il colore delle aspirazioni elevate e della verità. Sulla veste dell'Angelo, il blu indica dunque una funzione rivelatrice della verità. Il verde è il colore della speranza.
Il raggio verde portatore di speranza per un domani migliore. Il verde è anche il colore della rinascita, della rigenerazione. È il colore della primavera, è associato alla Pasqua, alla Resurrezione, non soltanto simbolo di vita ma anche di rinascita. Il verde come principio di rigenerazione interiore è estremamente importante. Sulla veste dell'Angelo il verde simboleggia dunque una funzione rigeneratrice di guarigione. Il giallo, colore della mediazione tra i due mondi, simboleggia la conoscenza mistica, i beni spirituali, le rivelazioni fatte all'iniziato.
Sull'abito di un Angelo il giallo indica dunque, una funzione iniziatica di meditazione e di rivelazione divina. L'arancione è il colore dell'equilibrio tra l'istinto (rosso) e la ragione (giallo),l'armonia tra il fuoco del profondo ed il fuoco del cielo.
Sulla veste dell'Angelo l'arancione rappresenta quindi, una funzione armonizzante tra la vitalità organica e quella spirituale. Il rosso è il colore del coraggio, della forza e della potenza celeste. Emblema del dominio dello spirito sulla materia, è il colore del cappello che il papa indossa quando afferma la sua autorità.
Il rosso è essenzial-mente il colore dell'incarnazione e della manifestazione dello spirito nella materia. Sulla veste dell'Angelo, quindi, il rosso indica una funzione di rivelazione, sempre presente all'origine di una nuova realtà. Tutto questo per sottolineare che i colori e le loro infinite sfumature possono rivelare un aspetto preciso della funzione celeste dell'Angelo che appare e la natura della forza che da lui emana. L'aspirante riceverà spesso questa forza sotto forma di mantello che viene deposto sulle sue spalle.

La Cintura

"…E i sette angeli che recavano le sette piaghe uscirono dal tempio, vestiti di lino puro e risplendente, e col petto cinto di cinture d'oro. " Apocalisse XV, 6
Simbolo di protezione, di purificazione e di forza, la cintura è sempre stata in stretta relazione con la castità e la fecondità spirituale ottenuta con la concentrazione mentale. Così la sua presenza nella visione di intelligenze celesti significa, come scrive Dionigi l'Aeropagita: "...la cura con la quale loro conservano il potere che essi hanno di riconciliare, di unificare le loro energie mentali entro se stessi, e ripiegarsi armoniosamente nel cerchio infallibile della loro identità". La cintura può evocare anche la servitù di colui che ha saputo rinunciare alle proprie specificità per diventare un canale migliore della volontà divina. La cintura simboleggia in questo senso l'umiltà, nella misura in cui chi la riceve, riconosce per questo gesto stesso la superiorità di Dio, suo Signore e Padre.

http://www.viviamoinpositivo.org/angeli/pages/ang_natura.htm


sabato 27 dicembre 2014

PREGHIERE ALL'ARCANGELO MICHELE

Arcangelo S. MIchele, preghiere


A S.Michele, Preghiere, Orazioni, devozioni..
  
PreghieraGloriosissimo principe San Michele, capo e duce degli eserciti celesti, depositario delle anime, debellatore degli spiriti ribelli, condottiero nostro ammirabile, degnatevi di liberare da ogni male tutti noi che con fiducia ricorriamo a Voi e otteneteci con la vostra valida protezione di servire ogni giorno fedelmente il nostro Dio.

CONSACRAZIONE
a San Michele Arcangelo

Preghiera quotidiana (forma breve)

Principe nobilissimo, Arcangelo San Michele, valoroso guerriero dell'Altissimo, desiderando io di essere nel numero dei tuoi devoti, a te oggi mi offro, mi dedico e pongo tutto me stesso, i miei problemi, la mia casa e famiglia e quanto mi appartiene sotto la tua protezione.
Assistimi in tutte le mie necessità e ottienimi il perdono dei peccati, la grazia di amare di cuore il mio Dio, il mio caro Salvatore Gesù, la mia dolce Madre Maria, tutti gli uomini miei fratelli che incontro sul mio cammino. Difendimi dal male, proteggimi nei pericoli, illuminami nelle scelte perché in questa giornata possa compiere sempre la volontà del Padre che è nei cieli per l'avvento del suo Regno. Amen.


PREGHIERE: CONSACRAZIONE A SAN MICHELE
O grande Principe del Cielo, custode fedelissimo della Chiesa, San Michele Arcangelo, io, benché molto indegno di comparire davanti a te, confidando tut-tavia nella tua speciale bontà, ben cono¬scendo l'eccellenza delle tue mirabili preghiere e la moltitudine dei tuoi benefici, mi presento a te, accompagnato dal mio Angelo Custode, e, alla presenza di tutti gli Angeli del Cielo che prendo come testimoni della mia devozione verso dite, ti scelgo oggi a mio Protettore e mio Avvocato particolare, e propongo ferma¬mente di onorarti sempre e di farti onorare con tutte le mie forze. Assistimi durante tutta la mia vita, affinché io non offenda mai gli occhi purissimi di Dio, né con le opere, né con le parole, né con i pensieri. Difendimi contro tutte le tentazioni del demonio, specialmente da quelle contro la fede e la purezza, e nell'ora della mia morte concedi la pace all'anima mia ed introducimi nella Patria eterna. Amen. (Indulgenza parziale).


INVOCAZIONE A SAN MICHELE ARCANGELO In nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Così sia. Gloriosissimo Principe delle celesti Milizie, Arcangelo San Michele, difendici nella battaglia contro tutte le potenze delle tenebre e la loro spirituale malizia. Vieni in aiuto di noi, che fummo creati da Dio e riscattati a gran prezzo dalla tirannia del demonio. Tu sei venerato dalla Chiesa quale suo Custode e Patrono, e a te il Signore ha af-fidato le anime che un giorno occuperanno le sedi celesti. Prega, dunque, il Dio della Pace di tenere schiacciato Satana sotto ai nostri piedi, affinché esso non valga né a fare schiavi di sé gli uomini, né a recare danni alla Chiesa. Presenta all'Altissimo con le tue le nostre preghiere, perché discendano tosto su di noi le sue Divine Misericordie e tu possa incatenare il dragone, il serpente antico, Satana, e incatenato ricacciarlo negli abissi, donde non possa più sedurre le anime. Così sia.

PREGHIERINA A SAN MICHELE
San Michele Arcangelo, soccorrici nella battaglia e sii il nostro aiuto contro la malizia e le insidie del demonio. Che Iddio lo sottoponga! Supplici lo chiediamo, e tu, Principe della Milizia celeste, per virtù divina, ricaccia nell'inferno Satana e gli altri maligni che vagano nel mondo per la rovina delle anime. Così sia. (Indulgenza parziale).

OFFERTA A S. MICHELE ARCANGELO
Principe nobilissimo delle Gerarchie Angeliche, valoroso guerriero dell'Altissimo, amatore zelante della gloria del Signore, terrore degli Angeli ribelli, amore e delizia di tutti gli Angeli giusti, mio dilettissimo San Michele, desiderando io di essere nel numero dei vostri devoti e dei vostri servi, a voi oggi per tale mi offro, mi dono e mi consacro; pongo me stesso, la mia famiglia e quanto a me ap-partiene sotto la vostra potentissima protezione. È piccola l'offerta della mia servitù, essendo io un miserabile peccatore, ma voi gradite l'affetto del mio cuore, e ricorda¬tevi che, se da oggi in avanti sono sotto il vostro Patrocinio, voi dovete in tutta la mia vita assistermi e procurarmi il perdono dei miei molti e gravi peccati, la grazia di amare di cuore il mio Dio, il mio caro Salvatore Gesù e la mia dolce Madre Maria, ed impetrarmi quegli aiuti che mi sono necessari per arrivare alla corona della gloria. Difendetemi sempre dai nemici dell 'anima mia, specialmente nel punto estremo della mia vita. Venite allora, Principe gloriosissimo, ed assistetemi nell'ultimo combattimento; e con la vo¬stra arma potente respingerete da me, negli abissi d'inferno, quell'Angelo prevari¬catore e superbo che prostraste un dì nel combattimento in Cielo. Così sia.
(Indulgenza parziale. Care. Maffi, Pisa, 14gennaio1911).
San Michele Arcangelo, difendici nella lotta, affinché non periamo nell'estremo giudizio. (Indulgenza parziale. Plen. nel mese. S. Pen. Ap. 6maggio1933).

PREGHIERA A S. MICHELE ARCANGELO
O gran Principe delle celesti Milizie, glorioso Arcangelo S. Michele, noi, vo¬stri devoti, umilmente prostrati ai vostri piedi, vi salutiamo e, con effusione di cuore, imploriamo il vostro potente Patrocinio ed il vostro efficace interven¬to presso il trono della Ss.ma Trinità. Deh! Fate che da quel trono di gloria discenda, come benigna rugiada, sui no¬stri cuori, la divina Grazia; la quale dia prosperità ai nostri campi, tranquillità ai mari, trionfo alla Chiesa Cattolica, pace fra i Principi cristiani, e gloria alla nostra terra, che vi degnaste di venire a soccorrere con la vostra presenza sul fortunato monte del Gargano. O benignissimo Arcangelo, Protettore della Chiesa universale e Patrono nostro singolarissimo, pregate per noi, e soccorreteci nelle nostre necessità. Liberateci dal demonio, ora e nel punto estremo della nostra vita, dopo la quale speriamo, mercè il vostro potente patrocinio, divenire da voi stesso introdotti esultan¬ti nel Regno celeste. Così sia.

SUPPLICA A SAN MICHELE Angelo che presiedi a custodia generale di tutti gli Angeli della terra, non mi abbandonare. Quante volte ti ho addolorato con le mie colpe... Ti prego, in mezzo ai pericoli che circondano il mio spirito, mantieni il tuo appoggio contro gli spiriti maligni che cercano di buttarmi in preda al serpente della lusinga, al serpente del dub¬bio, che attraverso le tentazioni del corpo cercano di imprigionare la mia ani-ma. Deh! Non lasciarmi esposto ai colpi sa¬pienti di un nemico tanto terribile quan¬to crudele. Fa' che io possa aprire il mio cuore alle dolci tue ispirazioni, animandole ogni qualvolta parrà spegnersi in me la volontà del tuo cuore. Fa' scendere nel mio animo una scintil¬la della soavissima fiamma che arde nel tuo cuore ed in quello di tutti i tuoi An-geli, ma che arde più che sublime ed in-comprensibile a noi tutti e soprattutto nel nostro Gesù. Fa' che al termine di questa miserabile e brevissima vita terrena, io possa venire a godere l'eterna beatitudine nel Regno di Gesù, che io giunga allora ad amare, benedire e gioire. Così sia.

PREGHIAMO
Dio onnipotente ed eterno, che ci hai dato l'Arcangelo S. Michele per protettore e difensore, fa' che le nostre preghiere ci ottengano di essere sempre preservati da ogni male e dal fuoco dell'inferno. Te lo chiediamo per Gesù Cristo nostro Signore. Amen.
A SAN MICHELE ARCANGELO
O glorioso San Michele Arcangelo, Principe delle celesti Milizie, difendetemi in vita e in morte da tutte le insidie del demonio, ed ottenetemi la santa umiltà di mente e di cuore, acciocché la superbia non mi conduca all'inferno.

-----------
La recitazione sul rosario chiamato Corona Angelica

"CORONA ANGELICA

O Dio, vieni a salvarmi.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. San Michele Arcangelo, difendici nella lotta per essere salvati nell'estremo giudizio.

1 Invocazione
Ad intercessione di S. Michele e del Coro celeste dei Serafini, ci renda il Signore degni della fiamma di perfetta carità.
Un Padre nostro e tre Ave al 1° Coro angelico.

2 Invocazione
Ad intercessione di S. Michele Arcangelo e del Coro celeste dei Cherubini, voglia il Signore darci la grazia di abbandonare la via del peccato e correre in quella della cristiana perfezione.
Un Padre nostro e tre Ave al 2° Coro angelico.

3 Invocazione
Ad intercessione di S. Michele Arcangelo e del sacro Coro dei Troni, infonda il Signore nei nostri cuori lo spirito di vera e sincera umiltà.
Un Padre nostro e tre Ave al 3° Coro angelico.

4 Invocazione
Ad intercessione di S. Michele e del Coro celeste delle Dominazioni, ci dia grazia il Signore di dominare i nostri sensi e correggere le nostre corrotte passioni.
Un Padre nostro e tre Ave al 4° Coro angelico.

5 Invocazione
Ad intercessione di S. Michele e del celeste Coro delle Potestà, il Signore si degni di proteggere le anime nostre dalle insidie e tentazioni del demonio.
Un Padre nostro e tre Ave al 5° Coro angelico.

6 Invocazione
Ad intercessione di S. Michele e del Coro delle ammirabili Virtù celesti, non permetta il Signore che cadiamo nelle tentazioni, ma ci liberi dal male.
Un Padre nostro e tre Ave al 6° Coro angelico.

7 Invocazione
Ad intercessione di S. Michele e del Coro celeste dei Principati, riempia Dio le anime nostre dello spirito di vera e sincera obbedienza.
Un Padre nostro e tre Ave al 7° Coro angelico.

8 Invocazione
Ad intercessione di S. Michele e del Coro celeste degli Arcangeli, ci conceda il Signore il dono della perseveranza nella fede e nelle opere buone.
Un Padre nostro e tre Ave all'8° Coro angelico.

9 Invocazione
Ad intercessione di S. Michele e del Coro celeste di tutti gli Angeli, si degni il Signore di concederci di essere da essi custoditi nella vita presente e poi introdotti nella gloria dei Cieli.
Un Padre nostro e tre Ave al 9° Coro angelico.

Un Padre nostro a San Michele
Un Padre nostro a San Gabriele
Un Padre nostro a San Raffaele
Un Padre nostro all'Angelo Custode.

Preghiera

Gloriosissimo principe San Michele, capo e duce degli eserciti celesti, depositario delle anime, debellatore degli spiriti ribelli, condottiero nostro ammirabile, degnatevi di liberare da ogni male tutti noi che con fiducia ricorriamo a Voi e otteneteci con la vostra valida protezione di servire ogni giorno fedelmente il nostro Dio.
V Pregate per noi, Arcangelo San Michele, Gesù Cristo Signore nostro.
R Affinché siamo degni delle sue promesse.
Preghiamo
Onnipotente, sempiterno Dio, che con prodigio di bontà e misericordia, per la salvezza degli uomini hai eletto a Principe della tua Chiesa il glorioso San Michele, concedici, mediante la sua benefica protezione, di essere liberati da tutti i nostri spirituali nemici. Nell'ora della nostra morte non ci molesti l'antico avversario, ma sia il tuo Arcangelo Michele a condurci alla presenza della tua divina Maestà. Amen.

CONSACRAZIONE
a San Michele Arcangelo

Preghiera quotidiana (forma breve)

Principe nobilissimo, Arcangelo San Michele, valoroso guerriero dell'Altissimo, desiderando io di essere nel numero dei tuoi devoti, a te oggi mi offro, mi dedico e pongo tutto me stesso, i miei problemi, la mia casa e famiglia e quanto mi appartiene sotto la tua protezione.
Assistimi in tutte le mie necessità e ottienimi il perdono dei peccati, la grazia di amare di cuore il mio Dio, il mio caro Salvatore Gesù, la mia dolce Madre Maria, tutti gli uomini miei fratelli che incontro sul mio cammino. Difendimi dal male, proteggimi nei pericoli, illuminami nelle scelte perché in questa giornata possa compiere sempre la volontà del Padre che è nei cieli per l'avvento del suo Regno. Amen.
LA CORONA ANGELICA
Forma della Corona Angelica
La corona usata per recitare la "Coroncina Angelica" è formata da nove parti, ciascuna di tre grani per le Ave Maria, preceduti da un grano per il Padre nostro. I quattro grani che precedono la Medaglia con l'effigie di San Michele Arcangelo, ricordano che dopo l'invocazione ai nove Cori angelici bisogna recitare ancora quattro Padre nostro in onore dei Santi Arcangeli Michele, Gabriele e Raffaele e del Santo Angelo custode."
(http://www.amiciziacristiana.it/corona.htm)

http://lagrottadelupo.blogspot.it/search/label/Arcangelo%20S.%20MIchele

GREGG BRADEN - BENEDIRE SIGNIFICA LASCIARE ANDARE

GREGG BRADEN - BENEDIRE SIGNIFICA LASCIARE ANDARE.




" Ti Benedico" è l'antico Segreto che sospende l'esperienza del dolore quanto basta, per rimpiazzarla con un altro sentimento.


Quando benediciamo le persone o le cose che ci hanno feriti, interrompiamo momentaneamente il ciclo del dolore.


Non fa alcuna differenza che la sospensione duri un nanosecondo o una giornata intera.
Qualunque ne sia la durata, l'atto di benedire ci spalanca una porta per cominciare a star meglio e voltare pagina.


La chiave di tutto sta nel sollevarsi dal dolore per il tempo necessario a riempire il cuore e la mente con qualcos'altro.



Spesso il potere della nostra Energia viene offuscato o bloccato dall'Energia negativa che ci teniamo dentro.


L'Energia per esprimere completamente il suo potenziale deve essere libera di fluire.
Per questo è necessario rimuovere i blocchi energetici.


L'Energia negativa si accumula in seguito ad esperienze negative non risolte.


Le emozioni negative non risolte restano bloccate nel nostro campo energetico.


La Benedizione ha il compito di rimuovere i blocchi energetici.


Quando compiamo la scelta di benedire, in ciascuna situazione ci sono tre componenti o gruppi di persone di cui tener conto.
Chi prova la sofferenza, la causa della sofferenza, e chi ne è stato testimone e resta.


Benedire coloro che soffrono.
La prima area verso cui dirigere la nostra benedizione è quella della sofferenza provata da chi è stato ferito, che potremmo anche essere noi stessi.


Benedire la causa della sofferenza, qualunque essa sia.
Questa è la parte più difficile, ma purtroppo è anche quella che causa i blocchi maggiori.


Benedire i testimoni della sofferenza.
Questa parte del processo di benedizione è la più sottovalutata. Infatti, al rapporto che si stabilisce fra coloro che soffrono e coloro che causano la sofferenza, va ad aggiungersi anche la componente di chi, essendo stato testimone del dolore altrui, deve riuscire a dare un senso a ciò che resta. Questi testimoni siamo noi.


Per poter ricevere i benefici della Benedizione bisogna prima concederla.
Per prima cosa trovate un luogo tranquillo dove nessuno possa udire ciò che state per dire.
Poi iniziate a pronunciare ad alta voce la formula che segue.



LA BENEDIZIONE.




Io benedico _____________________
( inserite il/i nome/i di coloro che stanno soffrendo o hanno sofferto.)


Io benedico ______________________
(Inserite il/i nome/i della persona o cosa che ha inflitto la sofferenza. E' importante essere il più specifici possibile.)


Io benedico me stesso/a in quanto testimone.


" La Benedizione non giustifica nè scusa in alcun modo nessuna atrocità o atto che infligga sofferenza.
Non appone sigilli di approvazione sugli eventi dolorosi, nè tanto meno indica che sceglieremmo di rifare una data esperienza.
Il ruolo reale della Benedizione è invece quello di liberarci dalle nostre esperienze dolorose. Dà atto cioè che tali eventi, qualunque essi fossero, fanno parte ormai del passato.

http://traccediluce.forumfree.it/?t=67601625




giovedì 25 dicembre 2014

PREGHIERA DI GRANDE PROTEZIONE ORAZIONE DI SAN CARLO MAGNO

PREGHIERA DI GRANDE PROTEZIONE

ORAZIONE DI SAN CARLO MAGNO

Questa preghiera, secondo un'antica tradizione, è stata trovata nel Sepolcro di Nostro Signore Gesù Cristo. Nell'anno 802 sembra sia stata data da Papa Leone terzo all'Imperatore Carlo Magno prima che partisse con il suo esercito per combattere i suoi nemici. Essa era scritta a caratteri d'oro su una pergamena e per molto tempo fu preziosamente conservata nell’Abbazia di San Michele.

Chiunque recita questa preghiera o la sente recitare oppure la porta su di sé nessun veleno potrà dargli la morte e neppure morirà di morte improvvisa.

***

Chi porta su di sé questa preghiera non sarà colpito dal male, questa preghiera conservata in una casa la preserverà dalla folgore e dal male. Chi recita tutti i giorni questa preghiera oppure la farà recitare, sarà avvisato da un segno tre giorni prima della sua morte, chi scrive per sé o per altri questa preghiera "io lo Benedirò, dice il Signore, e quando una persona è colpita da un male metta questa preghiera su di sé, dalla parte destra. AMEN

Ed io ti dico che se tu credi vedrai la gloria di Dio...

***

O Dio onnipotente voi avete subito l'albero patibolare della Croce per espiare tutti i miei peccati: abbiate pietà di me.

O SANTA CROCE di Gesù Cristo siate sempre con me

O SANTA CROCE di Gesù Cristo allontanate da me ogni arma.

O SANTA CROCE di Gesù Cristo preservatemi da ogni incidente corporale

O SANTA CROCE di Gesù Cristo allontanate da me ogni male.

O SANTA CROCE di Gesù Cristo ricolmatemi di ogni bene affinchè possa salvare l'anima mia.

O SANTA CROCE di Gesù Cristo allontanate da me ogni timore della morte e accordatemi la vita eterna.

O SANTA CROCE di Gesù Cristo custoditemi e fate che gli spiriti maligni visibili o invisibili fuggano dinanzi a me ora e sempre. AMEN

____________

Come è vero che Gesù è nato il giorno di Natale.

Come è vero che Gesù è stato circonciso

Come è vero che Gesù ha ricevuto il dono dei Tre Re Magi,

Come è vero che Gesù è stato crocifisso il venerdì santo,

Come è vero che Gesù fu sceso dalla Croce da Giuseppe d'Arimatea e da Nicodemo e posto nel sepolcro;

Come è vero che Gesù è risorto e salito al cielo: così è anche vero che Gesù mi preserva e mi preserverà da ogni attentato dei miei nemici visibili e invisibili. AMEN

mercoledì 24 dicembre 2014

IL NUMERO 25 E IL SUO SIGNIFICATO ANGELICO

ANGELO NUMERO 25


Il numero 25 porta gli attributi e le qualità del numero 2 e il numero 5. Numero 2 porta le sue vibrazioni di relazioni e la diplomazia, il giudizio bilanciato attraverso la consapevolezza intuitiva, la cooperazione e la considerazione, l'incoraggiamento e la comprensione. Il Numero 2 si riferisce anche al vostro scopo di vita e la missione dell'anima divina . Il Numero 5 simboleggia i grandi cambiamenti ,le opportunità ed è di buon auspicio, farete scelte di vita positive ,voglia di libertà personale, di avventura e di indipendenza, adattabilità e versatilità e intraprendenza.

L'Angelo numero 25 ti incoraggia a effettuare importanti cambiamenti di vita che porteranno nuove opportunità sulla vostra strada e miglioreranno la vostra vita . La ripetizione di questo numero  indica anche che durante questi cambiamenti l'angelo  vi assisterà completamente  per perseguire e soddisfare la vostra missione dell'anima e il vostro  scopo della vita .
  
Quando viene visualizzato il numero  25 si tratta di un messaggio in cui gli angeli vi dicono di avere fiducia in voi stessi. Vi incoraggia a rimanere forti perchè la vostra vita cambierà  in meglio.. Sappiate che siete al sicuro e protetti da vostri angeli.  

PREGHIERA ALL'ANGELO DI NATALE

L’ANGELO DI NATALE
È mezzanotte; affrettatevi ad alzarvi,
cantiamo al Signore un cantico nuovo;
a quell' ora, infatti, Gabriele fu presso
ognuno il messaggero della Vita per eccellenza.
In quell' ora, il seno della Vergine
rivelò il Signore al genere umano;
e il Vincitore sorse dagli inferi,
dopo aver sconfitto completamente
i suoi nemici.
Nel levarci offriamo umili preghiere
agli spiriti celesti,
ma soprattutto al Signore
che affidò a un angelo la cura degli uomini.
Quale uomo sarebbe capace di esprimere
i benefici che Gabriele porta al mondo?
Sotto la sua protezione conduce

le anime sante al Cielo
per contemplarvi il Signore.
Noi ti domandiamo quindi, principe meraviglioso,
la grazia per noi sventurati;
rendici propizio Colui che può tutto,
affinché ci conceda il perdono. Amen.

http://www.preghiereonline.it/index.php?option=com_content&view=article&id=1324&Itemid=872


LETTERA ALLO SPIRITO DEL NATALE

LETTERA ALLO SPIRITO DEL NATALE


Tra i bambini esiste l'abitudine di scrivere una lettera a Babbo Natale o (Santa Claus) chiedendogli regali, ma anche gli adulti possono rivolgersi allo Spirito del Natale, ed ottenere un valido effetto se lo faranno con fede.
Questa lettera è un regalo che Ruben Cedeno fa a tutti gli studenti di Metafisica, affinché vedano realizzati (manifestati) tutti i loro desideri o regali che sperano di ricevere in questo Magico Natale. Il mio personale consiglio è di stampare questa lettera, oppure farne una copia, e donarla a più persone possibili... E' un vero atto d'Amore offrire l'opportunità agli altri di avverare i propri sogni. Regalate questa lettera e non disperdete le energie raccontando ciò che state facendo; semplicemente fatelo con Fede; tanta Fede ed Amore!
Un'ultima cosa, nei vostri desideri non dimenticate di pensare alla Nostra Amata Terra, affinché acceleri il suo cammino verso la Perfezione, che possa presto risplendere come un pianeta fiammeggiante di Pace e Buona Volontà.
Che la Luce vi circondi e che tutto ciò che sognate si Manifesti ORA!

          - Simona -

Lettera alla Spirito del Natale
Con l'autorità che mi è data dall'"IO SONO" presenza in me, io invoco la DIVINA PRESENZA DI DIO in me e mi rivolgo all'Amato Spirito del Natale, chiedendo che si manifestino in tutto il mondo Prosperità, Allegria e Pace, per la loro Grazia e in maniera perfetta.
Chiedo inoltre che si manifesti per me (scrivere il desiderio): ________________
Grazie Spirito del Natale, perché hai già esaudito queste mie richieste, con pieno beneficio, mio e di tutti gli altri.

Questa richiesta si può cominciare a fare dopo il giorno del Ringraziamento in Novembre o in qualsiasi giorno del mese di Dicembre. Quindi leggerla ogni giorno successivo fino all'arrivo dello Spirito del Natale. Dopo tale data questa lettera dovrà essere bruciata dicendo: "Grazie Spirito del Natale perché quanto richiesto si già compiuto".


http://www.viveremeglio.org/metafisica/brani_luce/spirito_natale.htm

martedì 23 dicembre 2014

PREGHIERA AGLI ANGELI

Preghiera agli Angeli
Possa il vostro Amore accompagnarci ogni istante,
possa il vostro Amore condurci sul sentiero della verità,
possa il vostro Amore insegnarci la pazienza,
possa il vostro Amore insegnarci la speranza,
possa il vostro Amore insegnarci ad amare.
Voi siete fatti d’Amore,
voi siete fatti di speranza,
voi siete fatti di verità,
voi siete fatti di Cielo.
Siete tra di noi per aiutarci,
siete tra di noi per guidarci alla verità,
siete tra di noi per guidarci all' Amore,
e siete tra di noi per guidarci al Padre.
Che l’Amore che custodite nel vostro grande cuore sia su di me,
per guidarmi,
per aiutarmi,
per aiutarmi a essere Amore,
per avvicinarmi al Padre per scoprire che siamo tutti suoi figli,
noi e voi creature del suo Amore.
Voi Angeli, guidatemi.Amen.

PREGHIERE PER IL NATALE

PREGHIERE per il NATALE
Vieni di notte,
ma nel nostro cuore è sempre notte:
e, dunque, vieni sempre, Signore.

Vieni in silenzio,
noi non sappiamo più cosa dirci:
e, dunque, vieni sempre, Signore.

Vieni in solitudine,
ma ognuno di noi è sempre più solo:
e, dunque, vieni sempre, Signore.

Vieni, figlio della pace,
noi ignoriamo cosa sia la pace:
e, dunque, vieni sempre, Signore.

Vieni a liberarci,
noi siamo sempre più schiavi:
e, dunque, vieni sempre, Signore.

Vieni a consolarci,
noi siamo sempre più tristi:
e, dunque, vieni sempre, Signore.

Vieni a cercarci,
noi siamo sempre più perduti:
e, dunque, vieni sempre, Signore,

Vieni, Tu che ci ami:
nessuno è in comunione col fratello
se prima non è con Te, o Signore.

Noi siamo lontani, smarriti,
né sappiamo chi siamo, cosa vogliamo:
vieni, Signore,
vieni sempre, Signore.

(David Maria Turoldo)


O Ernmanuele, tu sei il Dio con noi! 
Adoriamo il Dio della vita
inginocchiamoci dinanzi al presepe 
contempliamo il divino mistero.
Le antiche promesse sono avverate: 
questa è la tua fedeltà, o Dio,
questo è il tuo amore per noi.
È Natale nel mondo
è Natale di vita di pace e di bontà. 
E Natale nel cuore di tutti
ad ognuno la sua luce,
ad ognuno la sua stella,
tutti insieme a cantare:.
O Ernmanuele, tu sei il Dio con noi!

O Gesù,
che ti sei fatto Bambino
per venire a cercare
e chiamare per nome
ciascuno di noi,
tu che vieni ogni giorno
e che vieni a noi in questa notte,
donaci di aprirti il nostro cuore.

Noi vogliamo consegnarti la nostra vita,
il racconto della nostra storia personale,
perché tu lo illumini,
perché tu ci scopra
il senso ultimo di ogni sofferenza,
dolore, pianto, oscurità.

Fa' che la luce della tua notte
illumini e riscaldi i nostri cuori,
donaci di contemplarti con Maria e Giuseppe,
dona pace alle nostre case,
alle nostre famiglie,
alla nostra società!
Fa' che essa ti accolga
e gioisca di te e del tuo amore.

(Carlo Maria Martini - 24.12.1995)


Vieni Bambino Gesù,
vieni nella famiglie,
vieni nei nostri cuori,
vieni a proteggere la vita nascente,
vieni nei cuori dei bambini.
Con la tua nascita,
Gesù Bambino,
hai rinnovato la famiglia:
oggi ogni bimbo, ogni mamma e papà
vengono a te con fede e con amore
e ti riconoscono Re e Salvatore

Asciuga, Bambino Gesù, le lacrime dei fanciulli! accarezza il malato e l'anziano! Spingi gli uomini a deporre le armi e a stringersi in un universale abbraccio di pace! Invita i popoli, misericordioso Gesù, ad abbattere i muri creati dalla miseria e dalla disoccupazione, dall'ignoranza e dall'indifferenza, dalla discriminazione e dall'intolleranza. Sei Tu, Divino Bambino di Betlemme, che ci salvi liberandoci dal peccato. Sei Tu il vero e unico Salvatore, che l'umanità spesso cerca a tentoni. Dio della Pace, dono di pace all'intera umanità, vieni a vivere nel cuore di ogni uomo e di ogni famiglia. Sii Tu la nostra pace e la nostra gioia! Amen

TU SCENDI DALLE STELLE

1 Tu scendi dalle stelle, o Re del cielo,
e vieni in una grotta al freddo e al gelo,
e vieni in una grotta al freddo e al gelo.
O Bambino mio divino, io ti vedo qui a tremar.
O Dio beato! Ah, quanto ti costò l'avermi amato!
Ah, quanto ti costò l'avermi amato.

2 A Te, che sei del mondo il Creatore,
mancano panni e fuoco, o mio Signore,
mancano panni e fuoco, o mio Signore.
Caro eletto, pargoletto,
quanto questa povertà più m'innamora:
giacché ti fece amor povero ancora,
giacché ti fece amor povero ancora


ASTRO DEL CIEL

1 Astro del ciel, pargol divin,
mite agnello redentor.
Tu che i vati da lungi sognar,
tu che angeliche voci nunziar,
luce dona alle menti, pace infondi nei cuor,
luce dona alle menti, pace infondi nei cuor.

2 Scendi dal ciel, nel mistico vel,
di silenzio e di mister.
Santa notte sublime d'amor
c'è chi veglia con l'ansia nel cuor,
tra Giuseppe e Maria dorme il bambino Gesù,
tra Giuseppe e Maria dorme il bambino Gesù.


(Composta da San Giovanni Bosco:)

Ah! si canti in suon di giubilo,
Ah! si canti in suon d'amor.
O fedeli, è nato il tenero
Nostro Dio Salvator.

Oh come accesa spende ogni stella:
La luna mostrasi lucente e bella
E delle tenebre squarciasi il vel.

Schiere serafiche, che il cielo disserra
Gridan con giubilo: sia pace in terra!
Altre rispondono: sia gloria in ciel!

Vieni, vieni, o pace amata,
Nei cuori nostri a riposar.
O bambino in mezzo a noi
Ti vogliamo conservar.


http://www.preghiereperlafamiglia.it/nativita-del-signore.htm

PREGHIERA DEL NOSTRO ANGELO CUSTODE PER TUTTI NOI

Se solo sapessi quanto soffro insieme a te
dell'amaro della vita.
Vorrei accarezzarti con mani di carne..
ma lo sussurro a chi ti sta accanto..
vorrei dirti le parole più vere dell'amore,
ma le suggerisco a chi ti regala una parola.
Vorrei vederti raccogliere tutto l'amore che semini
per sentirti soddisfatto della tua vita
ma come ogni cosa.. il tempo lascerà crescere il frutto
che tu stesso hai fatto nascere.
Gioisci perchè attraverso le tue mani io regalo l'amore
a chi ha la fortuna di incontrarti.
Tu non lo sai forse ma io sono il tuo angelo..
quello che mai ti abbandonerà e che è qui solo per te
e grazie a te può amare il mondo
http://www.angelibuoni.it/


domenica 21 dicembre 2014

I POTERI E I DONI DELL'ARCANGELO RAFFAELE

ARCANGELO RAFFAELE
Il suo nome significa "Divino Guaritore", o "Dio Guarisce".
È l'Arcangelo che dai tempi più antichi ha in custodia la facoltà di guarire. È il capo degli Angeli custodi, l'Angelo della Provvidenza che veglia su tutta l'umanità. In tempi più moderni il suo dominio si è esteso sulla medicina, la farmacologia, la chimica. In pratica è l'Arcangelo ispiratore della scienza applicata all'uomo, soprattutto la ricerca scientifica.
Raffaele è l'Arcangelo capo delle innumerevoli schiere di Angeli guaritori, forse i più vicini a noi, quelli che potrebbero darci di più. Basterebbe soltanto avere l'umiltà di chiedere il loro intervento, poiché il loro compito, o più rigidamente, la legge a cui obbediscono, è quella di dispensare l'energia risanante. Gli uomini non lo hanno ancora capito, e la preziosa energia che potrebbe aiutarli, rimane quasi inutilizzata, ristagna in vortici violetti fra le mani di queste creature. Viene spesso raffigurato insieme al giovane Tobia e al suo cane che accompagna fedelmente come la guida sovrannaturale delle fiabe. È protettore dei pellegrini: più che dei viaggiatori in genere, infatti, si
prende cura di chi è impegnato in un pellegrinaggio verso Dio. Viaggia col bastone ed i sandali, la borraccia dell'acqua e la bisaccia a tracolla.
Egli sovrintende tutti i bisogni di guarigione della terra e dei suoi abitanti. Raffaele guida e aiuta tutte le persone che lavorano per guarire gli altri come dottori, infermieri, guaritori, facilitatori, consiglieri, ecologisti e scienziati. Queste persone possono sempre chiedere assistenza, l’arcangelo Raffaele è sempre più che felice di aiutare. Se al momento state lavorando nell’ambito della medicina, invitate Raffaele nella vostra vita. Vi sussurrerà consigli quando vi sentite insicuri su come agire su un paziente, offrendo idee creative e le informazioni necessarie per poter aiutare le altre persone nella loro guarigione.
Se voi o un vostro caro avete bisogno di guarigione, Raffaele è l’arcangelo da invocare. Tranne i casi in cui una malattia o la morte di una persona fa parte di un piano divino superiore, l’Arcangelo Raffaele vi aiuterà ad avere sempre tutto quello che vi occorre per una pronta guarigione.
Dopo aver invocato Raffaele, potreste ricevere improvvise idee, pensieri, inspirazioni o informazioni che vi indicano la giusta direzione da prendere per poter guarire. Quindi fate attenzione e poi seguite queste angeliche e inspirate risposte alle vostre preghiere.
Molto spesso gli angeli non appaiono miracolosamente per guarirci, ma invece ci indicano dove trovare il giusto aiuto per il nostro disagio o la nostra malattia.
Altre volte, Raffaele ci aiuta a capire quali pensieri hanno scatenato un particolare problema di salute e per esempio può chiederci di abbandonare ogni rabbia nelle sue mani e rilasciare tutti gli effetti negativi che quest’emozioni hanno sul nostro corpo. Rilasciare la rabbia con il suo aiuto a quel punto sarà facile come mettere via il giornale di ieri. Quando la rabbia se ne sarà andata, il vostro corpo sarà sollevato da quell’angoscia e la guarigione per mezzo di Raffaele sarà avvenuta ancora una volta.
Raffaele emana una bellissima luminosa e chiara luce verde smeraldo. Questo è il colore della guarigione ed anche il colore dell’energia d’amore del chakra del cuore. Quando chiamate Raffaele, potreste vedere con i vostri occhi interiori, la luce verde smeraldo avvolgervi come una pioggia luminosa.
Sentite come le cellule del vostro corpo si dissetano di questa pioggia e si risanano e guariscono completamente con questo nutrimento d’amore.
Infine, Raffaele ha anche un altro compito speciale, quello di guidare e proteggere i viaggiatori. Che si tratti di un viaggio spirituale o verso una località lontana, l’arcangelo vi aiuterà nel cammino.
Per gli angeli o gli arcangeli nessun compito è “troppo grande” o “troppo piccolo”. Tutti i miracoli sono egualmente importanti per questi esseri che ci amano con tutto la forza di Dio. Tutto quello che chiedono in cambio è di ringraziare per il loro aiuto, condividere la loro devozione per Dio e di riempire la nostra vita di gioia e servizio.

L'ARCANGELO RAFFAELE E LA BENEDIZIONE DELLE MEDICINE

La medicina non deve essere un atto semplicemente terapeutico senza compassione o amore. Una medicina disumanizzata, che vede soltanto i mezzi scientifici e tecnici, non può essere totalmente efficace. Per questo è imprescindibile nell’esercizio della medicina e della cura agli infermi, che il paziente e chi lo assiste, siano in grazia di Dio e invochino san Raffaele con fede, come inviato da Dio per guarire.
Dio può fare miracoli o può guarire per via ordinaria attraverso i medici e le medicine. Ma sempre la salute è un dono di Dio. Peraltro è molto significativo ed utile far benedire i medicinali nel nome di Dio prima di assumerli. È importante che siano benedetti da un sacerdote; però, se non c’è tempo o possibilità di farlo, noi stessi o un familiare può pronunciare questa preghiera o una simile:
O Dio, che meravigliosamente hai creato l’uomo ed ancor più meravigliosamente lo hai redento, degnati di soccorrere con il tuo aiuto tutti i malati. Ti chiedo specialmente per... Esaudisci le nostre suppliche e benedici queste medicine (e questi strumenti medici) affinché colui che le prenda o sia sotto la loro azione, possa essere guarito per la tua grazia. Te lo chiediamo, Padre, per intercessione di Gesù Cristo, tuo Figlio e per l’intercessione di Maria, nostra Madre e di san Raffaele arcangelo. Amen.
La benedizione delle medicine risulta molto efficace quando viene realizzata con fede e il malato è in grazia di Dio.

LA ORAZIONE Canalizzato da Mario Liani con la Energia di Kryon

LA ORAZIONE Canalizzato da Mario Liani con la Energia di Kryon
La Orazione
Così come la ho ricevuta, con umiltà e amore vi trasmetto questa orazione, insieme al chiaro proposito di diffondere un raggio di luce dove risieda l’oscurità e anche con la chiara intenzione di offrire una specie di mappa di possibilità che possiate considerare appena come un suggerimento o punto di partenza per iniziare il viaggio di ritorno a casa…
Con amore e spirito di servizio,
Mario Liani
Orazione per la Co-Creazione
Io (nome)
confido che il mio Io Superiore sia sempre il mio istantaneo,
costante e generoso dispensatore.
Io …
confido che il mio Io Superiore apra sempre il mio cammino,
anche quando umanamente sembrerebbe che non esistano vie.
Io …
confido che il mio Io Superiore guidi sempre tutti i miei progetti,
mantenendo la mia salute, felicità e prosperità.
Io ...
confido che la mia pace interiore sia sempre assicurata con l’aiuto del mio
Io Superiore, che è il mio Io più elevato e la parte di Dio che risiede in me.
Con licenza del Grande Spirito che tutto regge e tutto governa.
Con licenza della Madre Terra, giusta, generosa e donativa.
Con licenza dei Quattro Elementi, le Quattro Direzioni Magnetiche
e di tutti i Devas Principi di Luce,
Io ... saluto voi tutti e onoro la possibilità di essere insieme a voi.
Con licenza di tutti i miei Guardiani, Guide Spirituali
e della Grande Fratellanza Bianca,
Io ... in quest’ora ed in questo momento,
convoco tutti gli Esseri di Luce che tutelano il mio cammino,
per chiedere: affetto, bontà, comprensione, aiuto, consigli, informazioni, istruzione, saggezza, Luce, molta Luce, poichè uniti percorriamo il sentiero
che è stato tracciato da noi stessi dalle più alte regioni dello Spirito.

Attraverso di voi, Amate Guide, Io ...
mi dirigo alla fonte creatrice dello Spirito.

Per l’essere multidimensionale che sono, Io ...
affermo di essere sacro e merito di stare qui sulla Terra,
per ricevere risposte da te, caro Spirito, mio magnifico socio.
Cosa posso fare per essere un miglior socio tuo?
Cosa pretendi che io sappia?
Cosa dovrei fare adesso? Dove dovrei essere adesso?
Come posso agire perché accadano gli eventi adeguati alla mia vita?
Dammi le istruzioni per agire, dammi la sincronicità nel mio vivere
che mi mostri le risposte ed io ti risponderò stando allerta
per evitare incidenti nella mia vita.

Io ... per l’essere multidimensionale che sono,
festeggio l’impegno di stare in questo luogo, poiché vivo nel Quì ed Ora,
ho la mia pace, posseggo la visione della totalità
e so che le soluzioni stanno aspettando finché io arrivi al Presente,
poiché pianificando tutte le prove che dovevo affrontare in questa vita,
dal più profondo della mia saggezza ínter-dimensionale,
ho creato tutte le soluzioni,
poiché non esiste luogo dentro di me dove la creatività cessi di esistere.

Io ... per l’essere multidimensionale che sono,
cancello adesso tutti gli elementi di tutti i miei antichi contratti
e decreto adesso la mia rinuncia definitiva a tutte le credenze,
indotte o no, che possa avere;
decreto adesso la mia rinuncia definitiva a tutti i voti e decreti
che abbia pronunciato nel passato, in qualunque tempo e in qualunque istante, principalmente quelli relazionati alla povertà, malattia, dolore, sofferenza, solitudine emozionale e vuoto esistenziale.

Io ... rinuncio a tutti questi voti
e decreto che li sciolgo definitivamente da me,
guarendo e ripulendo i registri karmici di tutti i miei processi evolutivi.

Allo stesso modo, Io... adesso revoco e cancello definitivamente
qualsiasi possibile autorizzazione che abbia potuto concedere - cosciente o incoscientemente -
da qualunque livello di coscienza: spirituale, astrale, onirico, emozionale o mentale,
che ne abbia reso possibile l'intrusione - principalmente nel mio corpo aurico, a livello astrale
o in qualunque altro livello del mio Essere -
di qualsiasi entità spirituale o astrale di qualsiasi indole o origine o di qualsivoglia forma-pensiero che abbiano potuto alterare l'impegno equilibrato
dei miei centri energetici: fisico, sessuale, emozionale e spirituale.

Io... adesso decreto in modo irrevocabile la liberazione definitiva
da qualsivoglia entità astrale o forma-pensiero che abbia potuto installarsi
nel mio Essere e ordino la sua ritirata definitiva e permanente
da ogni mio stato di coscienza, senza che esista la più remota possibilità
che in qualche momento possano ritornare, poiché decreto
che mai più permetterò che ciò avvenga,
poiché il mio Io Superiore è l'unico che possa concederne l'autorizzazione.
Pertanto, qui ed ora chiedo al mio Io Superiore di cancellare
qualsiasi permesso o accesso a qualsiasi forma astrale o di pensiero
che possano alterare il mio equilibrio: fisico, sessuale, emozionale, astrale e spirituale.

Io ... perdono, guarisco e libero tutti coloro che cosciente
o incoscientemente potrebbero ritardare o ostacolare
la completa evoluzione di tutti i livelli multidimensionali del mio essere.

Io ... per l’essere multidimensionale che sono,
decreto ora la mia evoluzione personale e per tanto,
io co-creo il mio futuro e co-creo la mia propria realtà,
poiché sto sempre nel sito giusto nel momento appropriato.

In virtù di ciò, Io ... esprimo ora la mia intenzione
di andare dove devo essere portato secondo il Piano Divino,
e chiedo che mi giungano, insieme e senza sforzo,
solamente la conoscenza, le persone, le opportunità
e le risorse materiali necessarie
che mi permettano di manifestare la Volontà Divina in questa realtà fisica.

Io ... per l’essere multidimensionale che sono,
scelgo di usare i nuovi doni dello Spirito per mantenermi equilibrato
e per avere il potere di eliminare qualsiasi cosa negativa
che tenti interporsi nel mio cammino.
Nessun evento negativo può perturbarmi.
Pertanto, co-creo che la mia vibrazione cambi
e aumenti lentamente a livelli più sottili e inter-dimensionali.

Io ... co-creo el risveglio della mia memoria cellulare.
In virtù di ciò, in modo adeguato e sacro mi rivolgo adesso a te, Caro Corpo:

Stiamo insieme in questa vita e insieme ci guariamo,
insieme abbiamo il potere di immunizzarci da qualsiasi processo
che possa deteriore la salute del nostro sistema fisico.
Insieme ci rigeneriamo, insieme ci ringiovaniamo
e insieme abbiamo il potere di ritardare l’attivazione della chimica ormonale
che fa invecchiare, poiché insieme disattiviamo a tempo indeterminato
l’invecchiamento delle nostre cellule, tessuti, organi e funzioni
e riconnettiamo nel nostro Essere, in forma armonica ed equilibrata,
i 12 codici del DNA, per raggiungere i 12 livelli superiori
della conoscenza spirituale, emozionale, fisica e mentale.

Allo stesso modo, insieme adesso attiviamo la crescita e funzionamento
della nostra ghiandola pineale,
per sentire le frequenze più alte del pensiero che trasmette la conoscenza
e per mettere in moto il processo di ascensione che è registrato nel nostro DNA.
Adesso, ogni nostra cellula ne è consapevole,
proclama la sua intenzione e agisce di conseguenza,
mantenendo ottimi livelli di costante buona salute
e ringiovanimento fisico, mentale, emozionale e spirituale dei nostri sistemi.

Io ... creo il mio mondo, sono libero dallo spazio
e dal tempo e sono parte del Tutto Ciò che È.
Io onoro questa Terra, onoro la mia esistenza,
vivo nel Qui ed Ora ed accetto la mia realtà presente.
Accetto ciò che ho, accetto ciò che sono e accetto di Essere,
poiché so che la gratitudine per il momento presente
e per la pienezza della vita Adesso
è la vera prosperità che continuamente mi si manifesta in molti modi.
Allo stesso modo, Io sono in contatto permanente con tutti i livelli
del mio Io Multidimensionale che godono una totale prosperità materiale,
che si manifesta totalmente nel livello multidimensionale
dove risiede questa parte espansa di me, qui, Adesso, nel piano Terra.

Io ... merito di stare qui adesso e sono meritevole di molte cose buone.
Pertanto mi apro e comprendo che merito disporre di piena abbondanza
per soddisfare tutti i miei desideri e necessità e comprendo che lo Spirito
è qui per darmi amore, pace, equilibrio, salute e prosperità.
Solamente le cose buone mi toccano,
poiché sono un frammento della Totalità
e sono perfetto alla vista dello Spirito.
Nessuna parola umana ha il potere di modificare il Io Sono,
poiché Io Sono ciò Che Sono e merito di stare adesso
in questo bellissimo posto chiamato Terra.

Io Sono ciò che Sono.
Io Sono Tutto ciò che Sono.
Io Sono Tutto ciò che Sono e Tutto ciò che È.
Io Sono Uno con il Tutto.

In armonia con il Piano e con la Volontà Divina, Io ...
per l’essere multidimensionale che sono, convoco tutti i Maestri Ascesi
e tutti gli Esseri di Luce che sono coinvolti
con la conoscenza che debba ricevere,
affinché mi trasmettano la totalità di detta conoscenza nei livelli adeguati
e mi indichino come procedere per la sua comprensione, applicazione e divulgazione,
in modo da onorare e co-creare armoniosamente
il matrimonio totale con il contratto di apprendimento
che io stesso ho sottoscritto con lo Spirito.

In nome dello Spirito, Io ... co-creo che affronto il cambio senza timore
e senza partecipare a nessuna situazione apocalittica collettiva.

In nome dello Spirito, Io ... co-creo le qualità del perdono
e la compassione incondizionale, l’amore inter e intra personale
e la perfetta salute fisica, mentale e spirituale.

In nome dello Spirito, Io ... co-creo l’ottenimento della conoscenza
di questa nuova energia, con tutta la sua portata,
con tutti i suoi strumenti e nel più puro amore,
per utilizzarla per il mio proprio bene, la mia saggezza, la mia maestria,
per guidare e per il bene di tutta l’umanità.

In nome dello Spirito, Io ... co-creo la più alta energia spirituale creatrice
di ogni tipo di risorse intellettuali, spirituali e materiali,
per divulgare correttamente, in modo appropriato e con distacco
tutte le conoscenze che mi vengano indicate e per ottenere senza sforzo
tutte le risorse finanziarie che siano necessarie per realizzare
correttamente e appropriatamente la mia missione, per vivere comodamente,
con qualità di vita, e per condividere con altri la mia prosperità materiale.

Le cose possibilmente non siano mai ciò che appaiono…

Pertanto, Io ... per l’essere multidimensionale che sono,
in questa ora e in questo momento, chiedo di essere avvolto
nella Luce Bianca Dorata della Creazione, per lavorare integralmente
con la Divina Presenza al di sopra delle mie probabili credenze o limitazioni,
per essere permanentemente connesso con alta percezione e adeguata espressione, per agire sempre in armonia con il Piano Divino della Luce, onorando lo Spirito
e i disegni superiori del Piano Maestro di Tutto ciò che È.

Io ... libero completamente e con totale fiducia Il risultato di questa affermazione,
lo colloco nelle mani dello Spirito, del mio Io Multidimensionale
e mi distacco dal processo.

Cosí é

Orazione per la Co-Creazione
Canalizzato da Mario Liani con la Energia di Kryon

Si concede piena e totale autorizzazione a far circolare liberamente il testo sopra riportato (“Orazione di Co-Creazione” - Canalizzata da Mario Liani - 2003/2010), a condizione che venga inviato o stampato integralmente, senza modificazioni e con il riconoscimento dei diritti d’autore. Teniamo a sottolineare che l’unico obiettivo che si persegue con la pubblica divulgazione di questo ed altri simili testi è la condivisione della conoscenza per l’elevazione della coscienza. Pertanto non viene autorizzata la divulgazione del testo con finalità di lucro.

LA SPIRITUALITA' “ di Monique Mathieu "

Tutto sta accelerando in modo considerevole in voi e intorno a voi. I giorni non sono più di dodici ore; anche se ai vostri occhi ...