domenica 15 febbraio 2015

IL PASSAGGIO NEL TUNNEL

Il passaggio nel tunnel

"Vorremmo parlarvi di quella che chiamate la morte e che noi chiamiamo la vita. Non ne abbiamo più parlato da tempo ed ora lo riteniamo necessario per darvi maggiori spiegazioni affinché comprendiate meglio il processo del passaggio.
Tutti quanti hanno sentito parlare del tunnel e della luce alla fine del tunnel. Non è sempre così che succede.
Il passaggio nel tunnel può essere fulmineo o relativamente lungo in funzione delle anime e della loro evoluzione e soprattutto a seconda del loro profondo attaccamento alla terza dimensione e agli esseri del piano terrestre che hanno lasciato.
Certi esseri sono molto legati ai loro beni materiali, a tutti coloro che hanno amato (tuttavia l'Amore li collega per l'eternità) ; la loro tristezza è profonda e non vogliono lasciare il piano terrestre, anche se non hanno più il corpo. Sono in questo tunnel ma non avanzano ; in fondo al tunnel vedono la luce ma sono molto più attirati dalla debole luce del piano della Terra che hanno appena lasciato. Sono quindi un po' persi e spesso infelici.
È per questo motivo che nelle religioni, nelle tradizioni, spesso è stato chiesto di pregare per le anime in partenza, affinché possano andare il più rapidamente possibile verso la Luce e sui loro rispettivi piani, in modo che non si attardino nel limbo, che non si attardino sui piano intermedi.
Per tutti quelli che hanno fatto un cammino spirituale, il passaggio avviene in modo completamente diverso. Se la persona che ha lasciato il piano terrestre si è liberata di tutti i suoi attaccamenti eccessivi, se ha accettato la sua partenza verso i piani della luce, se si distacca rapidamente dagli esseri che ha amato, il tunnel praticamente non esiste.
Una magnifica luce si presenta davanti all'anima che ha lasciato il piano terrestre, la porta della quale vi abbiamo spesso parlato. La porta che serve da passaggio fra i due mondi è spesso una porta di luce bianca e non di luce dorata. La luce dorata è utile in un altro modo.
L'anima si presenta quindi davanti a questa porta e spesso, quando ha lasciato la densità e prima che la oltrepassi, le anime di coloro che ha amato e le sue guide vengono ad accoglierla. Non appena l'anima ha lasciato il corpo, si ritrova circondata dagli esseri che ha amato nelle sue molteplici vite, ma non necessariamente su questa Terra. Questi esseri la accompagnano fino davanti a questa porta di luce bianca.
Il suo passaggio avviene nella gioia perché non si volta indietro, avanza nella serenità, nell'Amore e nella fiducia verso il suo nuovo destino. Per un certo lasso di tempo non prova nemmeno più attaccamento per coloro che ha lasciato, è tutta presa da ciò che diventa. Poi, quando ha varcato la grande porta di luce bianca, quando è sul suo nuovo piano di esistenza, nella sua nuova vita, può voltarsi indietro, può vedere, amare e proteggere tutti gli esseri che ha lasciato nella sua vecchia vita.
L'anima è tranquilla e serena. Non c'è più mancanza, sofferenza e per certe anime talvolta nemmeno disperazione per aver lasciato il piano della Terra.
È così che avverrà per tutti quelli che hanno fatto un cammino e che devono varcare questa porta di luce bianca, solo a condizione che non si voltino indietro.
Non faremo la storia perché non è né il momento né il luogo, ma quando Abramo è stato contattato da degli esseri luminosi che erano venuti in un certo modo a distruggere Sodoma e Gomorra, questi esseri hanno detto a Lot e alla sua sposa che non potevano capire ciò che volesse dire : « non guardatevi indietro ».
Era un simbolo e non la realtà. Il significato era : non guardatevi indietro quando lascerete il piano della Terra, perché se lo farete sarete attirati da coloro che avete lasciato e che sono nella sofferenza, a volte nella disperazione, e farete molta più fatica ad oltrepassare la magnifica porta di luce bianca.
Naturalmente la sposa di Lot non è stata trasformata in pietra ! Lei ha mantenuto il suo attaccamento per il pianeta Terra e non ha potuto compiere il suo piano di evoluzione in un'altra dimensione. Molto di ciò che vi è stato dato nelle scritture è simbolico, ma per gli esseri che vivevano su questo mondo parecchie migliaia di anni fa era necessario che fosse così ! Non diciamo che le cose non siano andate in quel modo, ma non è questo il punto.
Vi facciamo questo esempio per farvi capire che quando siete impegnati sulla via del ritorno non bisogna voltarsi indietro ; bisogna avanzare nell'Amore e nella fiducia, perché se nel momento in cui passate la porta vi voltate e vedete la sofferenza di coloro che avete lasciato, malgrado l'aiuto delle anime che vi circondano farete molta fatica a varcare quella porta. Naturalmente ad un certo punto la varcherete, ma vi soffermerete davanti ad essa per dei momenti preziosi che vi avrebbero permesso di essere dall'altra parte, nella felicità, nella serenità e nell'Amore.
Cosa si trova dietro a quella porta ?
Dietro a quella porta si trova un luogo che chiameremo un passaggio. In questo luogo si trovano moltissime anime che sono nella gioia, nella serenità e nell'Amore e che sono infinitamente felici di accogliere il nuovo arrivato.
L'anima del nuovo arrivato è diretta verso il luogo della sua futura vita. Se ha sofferto molto nel corpo a causa di un incidente o di una lunga malattia, sarà diretta verso quello che potremmo chiamare un « ospedale di Luce », affinché tutta la sofferenza che è impregnata in lei venga dissolta e affinché possa ricreare il suo futuro corpo energetico con l'aiuto degli Esseri di Luce.
Tutto avviene in un modo molto piacevole per l'anima. Non c'è sofferenza per la partenza dalla Terra e poco alla volta la inonda una immensa gioia ; l'anima dimentica totalmente tutto quello che ha potuto vivere, tutto quello che è stata e tutto quello che ha conosciuto prima, e si ricostruisce nell'Amore, nella Saggezza, in una vibrazione estremamente alta."
Mi mostrano quel luogo, ma non so se si tratta di un'immagine o della realtà. C'è una cupola molto luminosa sotto la quale si trovano dei giacigli, delle specie di letti senza coperte e sui quali sono distese molte anime. Dalla cima della cupola è proiettata su di loro una luce molto fluttuante che ha tutti i colori dell'arcobaleno.
Le anime rimangono in questo luogo per un certo tempo. I miei Fratelli di Luce non mi precisano la durata perché il tempo non esiste là dove si trovano loro e dove si trovano le anime.
" Quando le anime che si trovavano in una grande sofferenza si « risvegliano », in un certo senso ritrovano un nuovo corpo e a quel punto gli viene dato accesso a ciò che sono state, a tutte le esperienze che hanno vissuto. È come se gli si mostrasse il libro della loro vita, con le cose positive e le cose negative, perché nel corso di una vita hanno vissuto molte esperienze di gioia, di sofferenza, di tristezza e di paura. A quel punto, gli esseri che hanno aiutato l'anima alla creazione di quel nuovo abito le chiedono :
« Cosa pensi di quella che è stata la tua vita ? Ritieni di aver gestito tutte le tue esperienze in modo adeguato ?
Non giudicare le tue azioni, il modo in cui hai amato, il modo in cui avresti potuto amare e il modo in cui non hai amato ! Guarda, molto semplicemente, fai scorrere tutto ciò che hai potuto essere con le tue emozioni, le tue mancanze. Poi tu sola farai il bilancio. Noi non possiamo farlo, sarai tu a fare il bilancio della tua vita e vedrai i punti deboli, quello che avresti potuto fare meglio, dove avresti potuto avere più Amore, più tolleranza, più comprensione.»
Alla fine di questo ciclo, a tutte le anime verrà dato un immenso regalo, perché accanto agli Esseri di Luce e all'anima che vede scorrere la propria vita, ci saranno quelli che chiamate i Signori del Karma, quelli che gestiscono le esperienze.
Non ci sarà più karma perché non ci sarà più terza dimensione ! Allora le esperienze che non avranno avuto completamente successo non saranno penalizzate da quella che chiamate la legge di causa-effetto, perché le anime che saranno in quel luogo, davanti alla loro stessa vita, avranno compreso così tante cose ! Saranno certe di non rifare più gli errori che hanno fatto nella densità. Capiranno anche che vivere nella densità non sempre è facile e che quale che sia l'anima, anche se molto evoluta, può sempre fare degli errori.
I Signori del Karma terranno conto di tutto quello che le anime hanno potuto sperimentare fin dalla loro creazione. Non sarà più presa una decisione in merito ad una sola vita, ma in merito alle centinaia di vite, perfino le migliaia di vite che hanno vissuto e il bilancio sarà fatto sulla totalità delle esperienze vissute. A quel punto le anime saranno dirette in una o in un'altra direzione per aiutare.
Alcune desidereranno partire e non tornare più nell'ambiente terrestre. Partiranno molto lontano, seguendo il loro desiderio, il loro destino e la loro appartenenza.
Il lavoro sarà molto importante per quelle che avranno scelto di aiutare le anime in partenza dalla Terra ; quelle anime che avranno formulato il desiderio di ricevere le anime in partenza dalla Terra per andare sui piani di Luce saranno assistite dagli Esseri di Luce.
Esse verranno a cercare le anime, all'uscita dalla loro vita terrestre, degli esseri che hanno ancora un grandissimo attaccamento alla Terra, che fanno molta fatica a lasciare il loro denaro, a lasciare coloro che hanno amato profondamente o semplicemente a lasciare la loro vita. Sarà comunque molto difficile per quelle anime attraversare il tunnel per andare verso la Luce, perché saranno ancora troppo attratte dalla Terra, si guarderanno indietro, quindi il lavoro sarà molto più difficile per quelli che aiutano.
È per questo motivo che coloro che sono rimasti sulla Terra dovranno pregare molto affinché quelle anime vadano verso la Luce, pregare anche per chi non conoscono, per tutti quelli che lasciano il piano terrestre, perché voi non potete sapere se passeranno il grande tunnel o se andranno molto rapidamente verso la porta di luce bianca (il passaggio può essere molto corto o molto più lungo).
Quelli che attraverseranno il tunnel non andranno tutti nello stesso passaggio, nella stessa « regione » dell'astrale (benché la parola « astrale » non sia affatto il termine adatto, ma lo utilizzeremo per una vostra migliore comprensione). Saranno presi in carico e in un certo modo educati. Gli verrà spiegato dove sono, gli verrà detto che non hanno più un corpo, alcuni si ribelleranno e non lo vorranno capire. Il lavoro sarà molto più difficile per le anime che verranno ad accogliere quelli che hanno ancora un grande attaccamento per il piano terrestre. Poco a poco, con l'aiuto ricevuto il senso del distacco diminuirà e il lavoro verrà compiuto.
È per questo che anche voi umani avete un importante ruolo da giocare, perché dal piano terrestre potete aiutare tutti coloro che partono, tutti coloro che non conoscete, tutti coloro che sono un po' persi. Durante le vostre preghiere e con Amore, potete proiettare la Luce su di loro affinché indugino meno a lungo nei luoghi un po' tristi, un po' grigi, affinché vadano il più velocemente possibile sul nuovo piano di esistenza.
Ad ogni modo tutta l'umanità dovrà passare per una porta. Il passaggio nella dimensione superiore avverrà sempre per una porta, ma non nello stesso modo per ciascuna anima."
Mi dicono ancora questo riguardo alle anime che avranno varcato la porta di luce bianca :
" Gli verrà data la possibilità di ritornare molto rapidamente sulla Terra di quinta dimensione e di stabilirsi lì per accogliere tutti gli esseri che transiteranno e che praticamente si troveranno direttamente in quella dimensione. Non dovranno passare per il corpo che lasceranno sulla Terra. Passeranno per la trasformazione strutturale del loro corpo.
Non vi parleremo di questo, perché potrebbe creare in voi delle paure inutili e soprattutto dell'incomprensione. Sappiate che se c'è transizione, e ci sarà transizione, tutto sarà diverso e quello che attualmente esiste in terza dimensione non sarà più come è adesso.
È per questa ragione che per tanti e tanti anni siamo stati vicini a voi, è perché familiarizziate con quello che vi attende dall'altra parte, ed è anche per risvegliarvi che mese dopo mese siamo stati presenti accanto a voi, che vi abbiamo insegnato.
Avete dimenticato molto, ma a forza di ripetere le cose, queste si impregnano in voi, prendono forma e saranno di grande utilità al momento opportuno ; diciamo proprio « di grande utilità al momento opportuno », quale che sia questo momento."
Mi dicono :
" È importante che facciate un lavoro di proiezione di Luce e di Amore su tutte le anime che lasciano il piano terrestre."
Mi mostrano delle piccole energie più o meno luminose. Non sono delle sfere, la loro forma è più allungata di quella di una sfera.
" Immaginate di vedere centinaia e migliaia di anime come delle piccole energie. Create una grande strada di luce dorata e attraverso il vostro Amore, attraverso la Luce che emana dal vostro Divino, dirigete tutte quelle anime verso questa strada di Amore e di Luce. Proiettate la vostra coscienza su queste anime.
Fate come se foste un pastore che desidera raccogliere le sue pecore per ricondurle alla loro casa. Se vedete delle anime sparse, riconducetele verso la Luce.
Durante le vostre meditazioni, pensate spesso ad inviare della Luce e dell'Amore a tutte le anime che lasciano il piano della Terra affinché non si guardino indietro, affinché non provino sofferenza e affinché vadano il più velocemente possibile alla loro casa, sul nuovo piano di esistenza, nella loro nuova dimora."

Potete riprodurre questo testo e darne copie secondo le seguenti condizioni :
  • che non sia tagliato,
  • che non subisca nessuna modifica di contenuto,
  • che fate riferimento al nostro sito  http://ducielalaterre.org
  • che menzionate il nome di Monique Mathieu.

Nessun commento:

Posta un commento

I DESIDERI E LA LUNA NERA.....

Ti è mai capitato di studiare un tema e ad improvviso tutto ciò che ti capita sotto gli occhi sempre riguarda quello che ti interessa in...