mercoledì 11 marzo 2015

FUMIGAZIONE ecco come togliere le energie negative dalla casa

Un metodo antico ora rivalutato per eliminare le energie negative. La fumigazione è utile per rigenerare a livello energetico le abitazioni, gli uffici, gli ambulatori o i luoghi dove vengono effettuati trattamenti e vi è passaggio di molte persone.
La Fumigazione:
Ha origini molto antiche, in passato veniva utilizzata durante le pratiche di guarigione o rituali in grado di modificare lo statopsicofisico delle persone. Da migliaia di anni infatti, vengono utilizzate all’interno di chiese, templi e luoghi sacri. Per poterla effettuare si trovano in commercio gli appositi incensieri in terracotta o ceramica, ma si può utilizzare tranquillamente un normale pentolino dotato di manico, al cui interno si metteranno almeno 4 cm di sabbia o di terra; in erboristeria si trovano le piante essiccate e gli appositi carboncini, ne servono mediamente tre per 70 metri quadrati. La purificazione energetica della casa è importante effettuarla sempre con la luce del sole, mai dopo il tramonto e mai in una giornata nuvolosa o di pioggia, è inoltre importante non effettuarla nei giorni festivi o il Sabato e la Domenica, infine è assolutamente consigliato effettuarla in luna calante.
Indicazioni
La fumigazione è particolarmente indicata in tutte le abitazioni nuove, dove ci si è appena trasferiti, negli ambienti chiusi dopo liti o situazioni conflittuali e l’energia è pesante, in tutti luoghi frequentati da molte persone come sale d’aspetto e locali pubblici o luoghi dove sono presenti persone malate. Durante l’esecuzione, è importante non indossare oggetti metallici tipo collane, orologi, braccialetti e orecchini, devono essere effettuate da persone con una buona carica energetica, non da persone deboli o convalescenti, non vanno eseguite in presenza di ferite o durante il ciclo mestruale. Dopo la fumigazione è importantissimo aprire tutte le finestre e permettere così il ricambio d’aria, la persona che ha effettuato il trattamento, una volta terminato può eliminare l’eventuale energia negativa assorbita, facendo un bagno in vasca con l’aggiunta di 1 kg di sale grosso non raffinato.
Le piante più indicate per purificare gli ambienti
Alloro
In passato veniva utilizzato per limitare le epidemie, favorisce i sogni ed è molto utile per riequilibrare i problemi di natura emotiva.
Salvia
Viene utilizzata per ripulire gli ambiente dalle energie negative soprattutto in presenza di malati.
Lavanda
Utile per purificare ed dona lucidità mentale.
Olivo
Ha un grande effetto rivitalizzante e riequilibrante per la mente.
Canfora
Ripulisce, rinfresca e rivitalizza gli ambienti, utile per favorire la concentrazione.
Artemisia
Ha un’azione purificatrice molto potente, viene utilizzata per aumentare la capacità di autoguarigione presente in ogni persona, aiuta inoltre  a distaccarsi dal passato.
Mirto
Spesso viene utilizzato durante le meditazioni, dissolve le tensioni e favorisce il perdono.
Incenso in grani
Ha un’azione purificatrice moto elevata, viene sempre utilizzato durante le cerimonie e aiuta ad innalzare l’aspetto spirituale.
Ilenia Frittoli

condiviso da http://www.naturopataonline.org/medicina-alternativa/domoterapia/302-fumigazione-ecco-come-togliere-le-energie-negative-dalla-casa.html

11 commenti:

  1. Anche il palo santo bruciando il suo fumo purifica l'ambiente e il corpo energetico...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il palo santo e il poutagè quando fà fumo...

      Elimina
    2. è vero me l'hanno regalato da poco un profumo meraviglioso namastè

      Elimina
  2. e anche la carta d'eritrea.........

    RispondiElimina
  3. Io queste cose le ho sempre fatte senza mai aver letto nulla una cosa che parte in automatico.
    Sono felice di scoprire che viene dal passato
    Buona giornata namaste'

    RispondiElimina
  4. Si usano tutti insieme ? Bisogna bruciarli ? E quanti volta a settimana ?

    RispondiElimina
  5. Certo che ne scrivete di cazzate eh?

    RispondiElimina
  6. Vi siete dimenticati del più importante, la polvere di zolfo. Sparsa sul cono d'incenso, si esce si chiude la porta, e poi dopo che è bruciato, si arieggia la stanza e si può rientrare. Semprechè nella stanza non siano presenti delle piante. In quel caso si utilizza un altro metodo.

    RispondiElimina
  7. grazie di cuore non si finisce mai di imparare

    RispondiElimina

LA SPIRITUALITA' “ di Monique Mathieu "

Tutto sta accelerando in modo considerevole in voi e intorno a voi. I giorni non sono più di dodici ore; anche se ai vostri occhi ...