martedì 31 marzo 2015

LE SINCRONICITA'

Talvolta ci sono circostanze in cui si verificano delle sincronicità assolutamente incredibili, sorprendenti, che si adattano talmente bene ai vostri insegnamenti che penso: sta succedendo qualcosa di bello.
Da cosa sono provocate le sincronicità?
"Se sono sincronicità che riguardano le relazioni tra due persone, tali sincronicità vengono generate da una dimensione superiore.
Anche le sincronicità che riguardano alcune situazioni derivano da una dimensione superiore e, in qualche modo, vi mettono in azione altre variabili. Vi mostrano diverse possibilità che vi permettono di accedere a queste sincronicità, poiché nel momento in cui operate senza rendervene conto, in un’altra realtà, in un’altra dimensione, su un altro piano, le potete provocare.
Voi non operate solo sul piano della terza dimensione! Potete lavorare parallelamente su altri livelli, in altre realtà. (Abbiamo parlato di dimensioni, quando questo termine per voi non significa molto, poiché le dimensioni sono innanzitutto frequenze vibratorie differenti. Continueremo tuttavia ad utilizzare la parola dimensioni).
Per poter vivere delle sincronicità tra due persone, è necessario che le persone siano molto ricettive. La sincronicità di certi avvenimenti può essere causata dai pensieri emanati da persone molto ricettive, senza che se ne rendano conto. Non ci riferiamo alla telepatia, perché non la padroneggiate ancora, sebbene anch’essa possa generare delle sincronicità.
Molte cose, intorno a voi e in voi, possono a volte creare delle sincronicità. Esse possono manifestarsi molto frequentemente per un certo periodo di tempo e non ripetersi più per diversi mesi o addirittura per anni.
Le sincronicità fanno parte della legge di risonanza tra le persone e gli avvenimenti. Ogni situazione genera un’energia che può creare o non creare sincronicità.
È del tutto normale che vi facciate domande su questo argomento! Avrete altre capacità e nella vostra vita accadranno cose ancora più sorprendenti delle sincronicità.
Ecco ciò che volevamo rispondere a questa domanda. Abbiamo cercato di rispondere nel modo più semplice possibile, e anche se ci sono molte altre risposte da dare, abbiamo preferito dare una risposta semplice."
Mots Clès: sincronicità, variabili, possibilità, pensieri
Potete riprodurre questo testo e darne copie secondo le seguenti condizioni :
  • che non sia tagliato,
  • che non subisca nessuna modifica di contenuto,
  • che fate riferimento al nostro sito http://ducielalaterre.org
  • che menzionate il nome di Monique Mathieu.
 

MESSAGGI DAGLI ANGELI L'AIUTO E' SEMPRE LI'


Messaggi dagli Angeli: L’Aiuto è Sempre Lì
Postato da Mariu il marzo 29, 2015 in Ann Albers, Messaggi dagli Angeli
Miei amati, noi vi amiamo davvero molto.

Non c’è mai un momento nella vostra vita in cui siete senza supporto. Non c’è mai un momento nella vostra vita in cui dovete risolvere un problema da soli. Eppure, molti di voi continuano a lottare per trovare soluzioni ai propri problemi senza cercare l’aiuto del Cielo. Comprendiamo che spesso siete rimasti delusi dal comportamento degli altri esseri umani e capiamo che a volte, siete rimasti delusi anche da Dio.

Potete avere aiuto nella vostra vita? Piuttosto chiederemmo: “Siete disposti a credere e a ricevere?“. In realtà l’aiuto è sempre lì per voi. Dio è sempre lì. I vostri angeli sono sempre li. Noi vogliamo aiutarvi. Vogliamo rendere la vostra vita più semplice. Però sta a voi decidere quanto e quando ci è permesso di assistervi. Se voi pregate per avere aiuto ma poi nel profondo di voi stessi siete convinti che “nessuno vi ascolta” o “nessuno si preoccupa per voi”, noi possiamo aiutarvi solo fino ad un certo punto.

Invece, potete lavorare per estendere le vostre convinzioni. Potete dire a voi stessi: “Forse sono stato deluso in passato. Forse non credo realmente in Dio. Però dovrei provarci ancora una volta”. Potete pregare come un bambino innocente con queste parole:

“Caro Dio, cari angeli, mi sono sentito deluso in passato e ancora non so se credo pienamente nel vostro aiuto e nell’amore che avete per me, ma voglio credere. Vi prego, trovate un modo per raggiungere il mio cuore e mostrarmi il vostro amore. Trovate un modo affinché io possa aprirmi gentilmente e prepararmi a ricevere“.

Poi, ricevete nel modo più semplice possibile. Fate un bel respiro. Lentamente e profondamente, con l’intento di inalare in voi l’amore.

Siamo sempre li. Dio è sempre lì. Aspettiamo pazientemente che voi vi concediate di ricevere il nostro aiuto. Quando sentite che le vostre preghiere non vengono ascoltate, chiedete a voi stessi: “Sono disposto a credere? Sono disposto a ricevere?”. Se non riuscite in questo potete sempre chiederci:

“Caro Dio, cari angeli, aiutatemi a credere nel vostro amore. Nel modo più gentile possibile aiutatemi ad aprirmi e a ricevere“.

Abbiate fiducia, miei amati. Noi siamo sempre con voi sempre come il sole che sta sempre dietro le nuvole, in attesa di brillare su di voi ed aiutarvi ad avere più luce in ogni aspetto della vostra vita.

Che Dio vi benedica! Noi vi amiamo davvero molto.

Gli Angeli

Messaggio ricevuto da Ann Albers – Tratto da SpiritLibrary.com

Traduzione: Sakura

Se volete potete distribuire liberamente questo testo, in maniera non commerciale e gratuitamente, conservandone l’integrità, comprese queste note, i nomi degli autori ed il link http://angeliradianti.com

CREDO ANGELICO


CREDO ANGELICO


Angeli di Dio
custodi in eterno,
reggitori del mondo
alla luce fedeli.
Illuminate i miei passi
e disperdete le ombre della notte,
sostenete la mia volontà
venite nel mio cuore
e proteggetemi dal male
nel nome di Dio.
Ascoltate la mia preghiera
e un segno donatemi
della vostra misericordia.
Io credo nel Dio onnipotente.
Io credo nel Dio vivente.
Io credo nell’uomo che non muore
perchè è nell’Eterno
la fonte di ogni vita
il fuoco che mai si spegne
il respiro che non cessa.

Amen
(Stampate questo testo e leggetelo a voce alta tutte le sere prima di addormentarvi. Fatelo in qualsiasi condizione, anche di luce precaria. Il credo angelico è un atto di fedeltà con gli Angeli. State certi che ne sentirete la presenza, il tocco, la protezione, la forza e i segni. Una grande pace incommesurabile vi avvolgerà.)

domenica 29 marzo 2015

Diana Cooper: INVOCAZIONE AGLI ANGELI PER IL PIANETA

Questa è un’invocazione per inviare armate di angeli in aiuto del pianeta. Invocate tutte queste energie, una per volta silenziosamente o a voce alta ed aspettate un momento, finché non sentite che ognuna di esse è ancorata.

Visualizzate poi milioni di angeli che si riversano attraverso ponti di luce di tutti i colori, per realizzare i vostri desideri. Il risultato è ancora più potente se delle persone in gruppo fanno l’invocazione tutte insieme. È più specifico se nominate luoghi particolari o gruppi di persone verso i quali volete dirigere gli angeli. Sedete in una posizione ricettiva con il cuore aperto e i palmi delle mani rivolti verso l’alto, mentre fate l’invocazione.

Ora invoco

Gli Angeli della Pace e li invio in … (indicate qualsiasi luogo dove è particolarmente richiesta la loro presenza).
Gli Angeli dell’Abbondanza e li invio in luoghi dove c’è molta povertà.
Gli Angeli della Compassione, perché abbraccino coloro che hanno il cuore spezzato e ferito.
Gli Angeli della Guarigione, perché tocchino coloro che stanno male.
Gli Angeli della Cooperazione, perché vadano dove c’è disaccordo.
Gli Angeli dell’Apertura, perché aprano le menti e i cuori dove ci sono segreti e dogmi.
Gli Angeli della Chiarezza, per portare luce dove c’è confusione.
Gli Angeli del Potere, per sostenere coloro che sono insicuri.
Gli Angeli della Libertà, per sciogliere catene mentali o fisiche.
Gli Angeli della Tenerezza, per addolcire coloro che sono duri di cuore.
Gli Angeli dell’Istruzione, per illuminare le menti di coloro che sono pronti ad imparare.
Gli Angeli della Gioia, per portare il riso dove c’è la tristezza.
Gli Angeli della Speranza, per portare luce agli oppressi.
Gli Angeli della Creatività, dove sono necessarie nuove soluzioni.
Gli Angeli del Divertimento e del Buon Umore, per illuminare le persone serie.
Gli Angeli del Coraggio e della Forza, per armare i guerrieri dello Spirito.


condiviso da http://angeliradianti.com/diana-cooper-invocazione-agli-angeli-per-il-pianeta/
Invocazione tratta dal libro di Diana Cooper “Ispirazione dagli Angeli”

sabato 28 marzo 2015

AMORE DI SE’ DI CHARLIE CHAPLIN

AMORE DI SE'


Quando ho cominciato ad amarmi davvero
mi sono reso conto che la sofferenza
e il dolore emozionali sono solo un avvertimento
… che mi dice di non vivere contro la mia verità.
Oggi so che questo si chiama
AUTENTICITA'.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero
ho capito com’è imbarazzante
aver voluto imporre a qualcuno i miei desideri,
pur sapendo che i tempi non erano maturi
e la persona non era pronta,
anche se quella persona ero io.
Oggi so che questo si chiama
RISPETTO PER SE STESSI.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero
ho smesso di desiderare un’altra vita
e mi sono accorto che tutto ciò che mi circonda
è un invito a crescere.
Oggi so che questo si chiama
MATURITA'.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero
ho capito di trovarmi sempre
e in ogni occasione
al posto giusto nel momento giusto
e che tutto quello che succede va bene.
Da allora ho potuto stare tranquillo.
Oggi so che questo si chiama
AUTOSTIMA.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero
ho smesso di privarmi del mio tempo libero
e di concepire progetti grandiosi per il futuro.
Oggi faccio solo ciò che mi procura gioia e divertimento,
ciò che amo e che mi fa ridere,
a modo mio e con i miei ritmi.
Oggi so che questo si chiama
SINCERITA'.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero
mi sono liberato da tutto ciò che non mi faceva bene:
cibi, persone, cose, situazioni
e da tutto ciò che mi tirava verso il basso,
allontanandomi da me stesso.
All’inizio lo chiamavo “sano egoismo”,
ma oggi so che questo è
AMORE DI SE’.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero
ho smesso di voler avere sempre ragione.
E così ho commesso meno errori.
Oggi mi sono reso conto che questo si chiama
SEMPLICITA'.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero
mi sono rifiutato di continuare a vivere nel passato
e di preoccuparmi del mio futuro.
Ora vivo di più nel momento presente,
in cui TUTTO ha luogo.
è la mia condizione di vita quotidiana e la chiamo
PERFEZIONE.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero
mi sono reso conto
che il mio pensiero può rendermi miserabile e malato.
Ma quando ho chiamato a raccolta le energie del mio cuore,
l’intelletto è diventato un compagno importante.
Oggi a questa unione do il nome di
SAGGEZZA DEL CUORE.

Non dobbiamo continuare a temere i contrasti,
i conflitti e i problemi con noi stessi e con gli altri,
perché perfino le stelle a volte si scontrano fra loro
dando origine a nuovi mondi.

 CHARLIE CHAPLIN  
 

METATRON POTENZA DELLE POTENZE E LA SUA INVOCAZIONE

METATRON
POTENZA DELLE POTENZE
ARCANGELO DEL CORO DEGLI ANGELI SERAFINI
.
Metatron è l’inviato speciale della Divinità per tutte le questioni che attengono al nostro Mondo: egli determina l’unione fra Desiderio e Ragione, allo scopo di proiettare le realtà astratte dai Mondi Supremi ai Mondi Inferiori. In altri termini, Metatron accorda alla nostra mentalità e sensibilità il potere di recepire chiaramente ciò esiste nei Mondi dello Spirito sotto forma di possibili creazioni, così che per noi la Creazione diventa un insieme coerente. Quest’Arcangelo ci offre la conoscenza; ci rivela l’obiettivo, il fine, i progetti della Divinità. Per mezzo dell’intelletto e dei sentimenti, la sua energia ci svela il motivo per cui le cose sono come sono. Grazie a lui, possiamo conoscere il futuro, il nostro avvenire: infatti l’energia gestita da Metatron rivela la visione del Piano completo della Creazione, un insieme di particolari che non sono ancora stati realizzati. Grazie a questa visione, ci è dato di capire perché sia utile adottare una determinata linea di comportamento, e parimenti il fine delle Leggi Cosmiche.
Metatron è colui che infonde la Volontà. Si può dire che egli si situi al sommo di una torre dalla quale è possibile osservare tutto ciò che si svolge in basso: ogni nostra domanda rivolta a lui avrà una risposta pienamente captata dalla nostra mente e totalmente compresa dai nostri sentimenti. Pertanto Metatron non ci fa vedere quello che ci spiega. Non è compito suo suscitare la chiaroveggenza poiché noi non siamo in grado di recepire in una sola immagine il progressivo sviluppo di un processo cosmico.
Agli uomini desiderosi di percepire le sue radiazioni, egli rivela, nelle sue fasi molteplici, lo svolgimento di ogni singola cosa, dal germe iniziale alla solidificazione conclusiva. Se da un lato questo Arcangelo ci permette di conoscere il passato, per altro verso ci rivela i fatti quali saranno in un futuro prossimo o lontano. Da Metatron, insomma, noi riceviamo il dono dellaprofezia.
 INVOCAZIONE      Arcangelo Metatron Angelo Metatron, che con i Serafini formi la sfera sublime della Luce e del Fuoco primordiale, rendi potente e scintillante la Fiamma della mia inquietudine spirituale affinché il mio desiderio ardente di progredire nella ricerca della Verità non si spenga mai, poiché sei Tu, siete Voi, ad avere innescato in me questo incendio. Angelo Metatron, che il Tuo Fuoco Divino possa fare sì che io non resti mai indifferente a quando accade intorno a me. Angelo Metatron e Serafini, mantenete vivo il Fuoco, nelle mie idee, nei miei progetti, nel mio desiderio di rendere servizio, di essere utile al mio prossimo. Serafini di Keter, bruciate tutte le scorie, tutte le impurità che i miei desideri attraggono, affinché nei miei sentimenti non sopravviva nient'altro che l'aspirazione ardente di allontanarmi da tutto ciò che è perverso, mediocre, frutto dell'astuzia. Ma dona anche al mio corpo, Principe del Mondo, il calore necessario, per una buona salute, poiché voglio essere utile nel lavoro umano che mi hai assegnato. Principe Metatron, Serafini di Keter, Signori del Dominio Infinito del Fuoco Celeste: dal mio livello umano io vi invio un saluto colmo d'Amore.


condiviso da http://www.angelologia.it/arcangeli.htm

venerdì 27 marzo 2015

COME SENTIRE I TUOI ANGELI

Come sentire
i tuoi angeli
Trovo che sia alquanto ironico che una ex psicoterapista che
un tempo lavorava nei reparti blindati degli ospedali psichiatrici
ora insegni alle persone come sentire le voci! Eppure le voci
di Dio e degli angeli sono il suono più sano che potremmo mai
sentire. Ci possono mostrare l’amore davanti al caos apparente
e fornire soluzioni logiche ai nostri problemi.
La capacità di sentire la voce dello Spirito è chiamata chiarudienza,
ovvero “udito chiaro”. In questo capitolo vedremo di
cosa si tratta e come aumentarne il volume e la chiarezza.
I modi più comuni di sentire la voce del Paradiso
Ci sono buone probabilità che durante la tua vita tu abbia
sentito i tuoi angeli e altri esseri spirituali. Ti è mai capitata
una delle seguenti situazioni?
Al risveglio, sentire una voce eterea chiamare il tuo nome.
Nel bel mezzo del nulla notare un brano di
bellissima musica celestiale.

Continuare a sentire la stessa canzone, sia nella testa
che alla radio.
Sentire in un orecchio solo un rumore acuto e
squillante.
Ascoltare per caso una conversazione nella quale un
estraneo dice esattamente la cosa che avevi bisogno
di sentire.
Accendere la televisione o la radio proprio nel
momento esatto in cui si sta svolgendo una
discussione rilevante per te.
Sentire la voce di un caro defunto nella mente, in
sogno o all’esterno.
Sentire per caso la richiesta di aiuto di un tuo caro e
scoprire che aveva bisogno di assistenza proprio in
quel momento.
Sentire suonare il telefono o il campanello e, anche
se non c’è nessuno, sapere che un tuo caro defunto
sta cercando di richiamare la tua attenzione.
Una voce incorporea ti dà un avvertimento o un
messaggio che può migliorare la tua vita.
Cercare un oggetto che hai perso, pregare per
ricevere aiuto e subito dopo sentire una voce che ti
dice dove trovarlo.

TRATTO DAL LIBRO MANUALE SUGLI ANGELI DI DOREEN VIRTUE

LA FIAMMA VIOLETTA di Elizabeth Clare Prophet

LA FIAMMA VIOLETTA

di Elizabeth Clare Prophet

Vorrei ora invitarvi a invocare la fiamma violetta. Che cos'è? Si tratta di un'energia spirituale a frequenza elevata che agisce a livelli energetici; opera per eliminare la negatività modificandola, trasformandola in una forma superiore. La fiamma violetta aumenta inoltre l'equilibrio nell'essere e il flusso d'energia attraverso il nostro mondo. Quando facciamo appello a questo strumento divino, esso stimola la misericordia, il perdono e il mutamento. È dunque comprensibile perché recitare mantra e decreti della fiamma violetta costituisca una parte così importante del percorso verso l'ascensione.
Pronunceremo i «Decreti del cuore, della testa e della mano». Visualizzate lingue di fuoco violetto che guizzano intorno a voi mentre recitate tali mantra.

Invocazione:

Nel nome di Dio Onnipotente e degli angeli viventi del fuoco sacro, sette possenti arcangeli, trasmetteteci ora l'azione della fiamma violetta. La invochiamo e accettiamo che si manifesti adesso conformemente allo Spinto Santo. Fate che sia una benedizione per tutti, ovunque si trovino. Amen.

FUOCO VIOLETTO            (CHAKRA DEL CUORE)

Cuore
Tu, fuoco violetto. Amore divino,
Divampa all'interno di questo mio cuore!
Tu sei Misericordia vera in eterno,
Mantienimi sempre in armonia con te.

Testa
IO SONO Luce, tu, Cristo in me,
Libera la mia mente per sempre;
Fuoco violetto, splendi in eterno
Nel profondo di questa mia mente.
Dio che mi dai il pane quotidiano
Colma la mia testa di fuoco violetto
Affinchè il tuo fulgore celestiale
Renda la mia mente una mente di Luce.

Mano
IO SONO la mano di Dio in azione,
Che ogni giorno conquista la vittoria;
La grande soddisfazione della mia anima pura
È percorrere il cammino della Via Media.

Visualizzate ora il tubo di luce, il potente dardo di luce bianca che scende intorno a voi; è come se foste all'interno di una gigantesca bottiglia di latte. La luce bianca vi racchiude con la protezione della Presenza IO SONO. Ora parlate direttamente alla vostra Presenza IO SONO, alla Presenza di Dio sopra di voi, mentre recitate:

TUBO DI LUCE
(CAMERA SEGRETA DEL CUORE)

Amata e luminosa Presenza IO SONO,
Intorno a me sigilla il tuo tubo di Luce
Dalla fiamma Maestra Ascesa
Ora invocata nel nome stesso di Dio.
Fa' che mantenga libero il mio tempio
Da ogni discordia a me inviata.
IO SONO colui che invoca il fuoco violetto
Affinchè divampi e trasformi ogni desiderio,
Persistendo nel nome della Libertà
Finché sarò tutt'uno con la fiamma violetta.

Quando fate appello alla legge del perdono, visualizzate la fiamma viola all'interno del tubo di luce che vortica intorno e attraverso di voi, sanandovi, purificando i chakra, ripulendo ogni organo del vostro essere. Ovunque abbiate un problema, a livello di corpo fisico, mente, emozioni, che la fiamma violetta scenda su tutto ciò e vi conforti trasformandolo.

PERDONO
(CHAKRA DELLA SEDE DELL'ANIMA)

IO SONO perdono che qui agisce
Fugando ogni dubbio e paura.
Liberando per sempre gli uomini
Con ali di Vittoria cosmica.
IO SONO colui che invoca con pieno potere
Il perdono in ogni ora;
Tutti gli esseri viventi ovunque siano
Sommergo con la Grazia del perdono.

Prendete nota dei chakra relativi a ciascuno di questi mantra e, se volete, recitate il mantra corrispondente al chakra. Quello che segue è per il Terzo Occhio, si tratta di una visualizzazione per l'abbondanza. Non potete attirare dovizia o denaro su di voi a meno che non siate liberi dalla paura e dal dubbio. Timore e incertezza a livello subconscio, inconscio o conscio allontaneranno la vita piena di Dio che è vostro
diritto di nascita. Dopo questo mantra reciteremo «Perfezione», una richiesta di direzione divina.

ABBONDANZA
(CHAKRA DEL TERZO OCCHIO)

IO SONO libero dalla paura e dal dubbio,
Allontano povertà e indigenza,
Sapendo ora che ogni Dovizia
Viene sempre dai regni superiori.
IO SONO la mano della Fortuna di Dio
Che inonda il mondo di tesori di Luce,
Che ora riceve piena Abbondanza
Per provvedere a ogni necessità della Vita.

PERFEZIONE
(CHAKRA DELLA GOLA)

IO SONO Vita di Direzione Divina,
Fa' divampare in me la tua luce di Verità.
Concentra qui ogni Perfezione di Dio,
Liberami da ogni disarmonia.
Mantienimi sempre ben ancorato
Alla Giustizia del tuo progetto.
IO SONO la Presenza di Perfezione
Che vive la Vita di Dio nell'uomo!

I tre mantra successivi sono quelli con cui opera l'arcangelo Gabriele, la «Trasfigurazione», la «Resurrezione» e l'«Ascensione». Si tratta di tre passi che un giorno intraprenderete lungo il cammino verso la Vita eterna.

TRASFIGURAZIONE
(CHAKRA DELLA CORONA)

IO SONO colui che cambia tutti i propri abiti,
Quelli vecchi per la luce del nuovo giorno;
Con il Sole della Comprensione
IO SONO colui che splende lungo tutto il cammino.
IO SONO Luce dentro, fuori;
IO SONO Luce tutt'intomo.
Colmami, liberami, glorificami!
Suggellami, guariscimi, purificami!
Finché mi descriveranno trasfigurato:
IO SONO colui che splende come il Figlio,
IO SONO colui che splende come il Sole!

RESURREZIONE
(CHAKRA DEL PLESSO SOLARE)

IO SONO la Fiamma della Resurrezione
Che fa splendere in me la pura Luce di Dio.
IO SONO colui che ora eleva ogni atomo,
IO SONO libero da ogni ombra.
IO SONO la Luce della piena Presenza di Dio,
IO SONO colui che vive sempre libero.
Ora la fiamma della Vita eterna
Si innalza fino alla Vittoria.

ASCENSIONE
(CHAKRA DELLA BASE DELLA COLONNA VERTEBRALE)

IO SONO la Luce dell'Ascensione,
Vittoria che scorre liberamente,
Alla fine vinse tutto ciò che è Bene
Per l'eternità.
IO SONO Luce, ogni fardello è svanito
Mi innalzo nell'aria;
Riverso su tutti con piena Potenza Divina
Il mio meraviglioso canto di lode.
Salute a tutti! IO SONO il Cristo vivente,
Colui che sempre ama.
Asceso ora con piena Potenza Divina,
IO SONO un Sole splendente!

Tratto da ANGELI GUIDA – l’Arcangelo Gabriele  di Elizabeth Clare Prophet  - Armenia

GUARIGIONE ANGELICA GUARIRE IL CORPO

Guarire il corpo
Come vi dicevo dobbiamo prenderci cura di noi stessi, se
vogliamo vivere bene e serenamente. Il primo passo da
fare è curare e amare il nostro corpo. Il consiglio che ti
do è di prenderti cura di lui in modo amorevole. Ricorda:
dai amore a te stesso e dai amore al tuo corpo.
Cerca di condurre il più possibile una vita sana, ti
consiglio di alimentarti in modo sano, di mangiare molta
frutta, di condurre una dieta bilanciata ricca di frutta,
verdura e fibre. Se avrai cura del tuo corpo, lui ti
ripagherà.
Poi ti consiglio di bere tanta, tanta acqua. L'acqua è la
fonte della vita. Ricorda che se non c'è acqua non c'è
vita. Essa racchiude in sé tantissime informazioni e
assorbe costantemente energia. Ti consiglio di conservare
la tua acqua in bottiglie di vetro perché il vetro è un
materiale naturale. Se riesci a trovarle di colore blu è
ancora meglio. Togli tutte le etichette pubblicitarie e
metti una nuova etichetta. Ti consiglio di personalizzarla,
creala appositamente con dei bellissimi colori. Se vuoi,


puoi anche ritagliare delle immagini angeliche e scriverci
sopra delle parole belle, armoniose tipo amore, successo,
gioia. Questo farà sì che l'acqua che berrai avrà raccolto
solo informazioni positive e le trasmetterà direttamente
al tuo corpo.
Non so se hai mai sentito parlare di Masaru Emoto, è un
famoso scienziato giapponese che ha condotto una serie
di esperimenti proprio con l'acqua. Su alcuni campioni
d'acqua ha scritto delle bellissime parole, su altre invece
delle frasi negative, e poi le ha congelate entrambe.
Dopodiché le ha osservate al microscopio e, sorpresa: ha
riscontrato che le frasi positive avevano avevamo creato
forme bellissime, disegni meravigliosi, molto simili ai
mandala tibetani, le frasi negative invece avevano creato
immagini praticamente informi. Questo ti può far capire
quanto sia importante dare giuste informazioni all'acqua
che beviamo.
Il secondo passo da fare con la tua preziosissima acqua è
quello di energizzarla, e per questo chiediamo aiuto agli
Angeli. In particolare chiama l'Arcangelo Michele e
chiedigli di aiutarti a far sì che tutte le informazioni


negative accumulate nella tua acqua l'abbandonino
immediatamente. Chiedigli di avvolgerla nella sua luce
blu e dorata.
Ti ricordo che per chiamare gli Angeli basta l'intento,
quindi basta che tu ti rivolga a loro col cuore. Puoi farlo
ad alta voce oppure puoi chiamarlo dentro di te. Stai
certo che loro arriveranno.
Dopo aver chiamato Michele chiama l'Arcangelo Aniel.
L'Arcangelo Aniel ha un aspetto femminile e un'aurea
argentata ed è l'Arcangelo della Luna. Ti ricordo che gli
Arcangeli non hanno sesso così come lo pensiamo noi,
ma sono energia proprio così come lo siamo noi. Quando
quest'energia ha una vibrazione più dolce, noi associamo
l'Angelo l'Arcangelo a una figura femminile. Quando
invece l'energia è un po' più forte, si presentano a noi
sotto forma maschile, e Aniel appunto è una energia
dolcissima. È l'Angelo della Luna. Chiedi a lei che ti
aiuti a far sì che tu possa energizzare l'acqua con tutte le
nuove informazioni che hai scritto sulla bottiglia. Infine
prendi la tua bottiglia in mano e fai per quattro volte il
simbolo dell'infinito, ovvero l'8 rovesciato, e poi puoi


utilizzarla: sentirai che anche se all'inizio era acqua presa
direttamente dal rubinetto di casa tua ora avrà la stessa
energia dell'acqua della fonte.
Puoi anche caricarla con dell'energia guaritrice
semplicemente chiamando l'Arcangelo Raffaele e
chiedendo a lui di mandare il suo raggio verde smeraldo
sulla tua bottiglia d'acqua per far sì che diventi un
potente rimedio di disintossicazione e di guarigione. Ti
consiglio di lasciare fuori la tua acqua anche durante le
notti di plenilunio, in modo che possa assorbire l'energia
della Luna e l'energia dell'Arcangelo Aniel. La ritirerai
poi al mattino e potrai tranquillamente utilizzarla.
Un altro consiglio che ti do è quello di disintossicare
spesso il tuo corpo. Purtroppo siamo sottoposti
costantemente a svariate forme di inquinamento e il
nostro corpo per mantenersi sano e funzionale ha
bisogno di smaltire le tossine accumulate. Ci sono diversi
modi per disintossicarsi, facendo saune, massaggi e
quant'altro o anche solo semplicemente con l'acqua
energizzata con il processo che ti ho spiegato poco
prima, in particolare con l'aiuto dell'Arcangelo Raffaele.

Come vi dicevo dobbiamo prenderci cura di noi stessi, se
vogliamo vivere bene e serenamente. Il primo passo da
fare è curare e amare il nostro corpo. Il consiglio che ti
do è di prenderti cura di lui in modo amorevole. Ricorda:
dai amore a te stesso e dai amore al tuo corpo.
Cerca di condurre il più possibile una vita sana, ti
consiglio di alimentarti in modo sano, di mangiare molta
frutta, di condurre una dieta bilanciata ricca di frutta,
verdura e fibre. Se avrai cura del tuo corpo, lui ti
ripagherà.
Poi ti consiglio di bere tanta, tanta acqua. L'acqua è la
fonte della vita. Ricorda che se non c'è acqua non c'è
vita. Essa racchiude in sé tantissime informazioni e
assorbe costantemente energia. Ti consiglio di conservare
la tua acqua in bottiglie di vetro perché il vetro è un
materiale naturale. Se riesci a trovarle di colore blu è
ancora meglio. Togli tutte le etichette pubblicitarie e
metti una nuova etichetta. Ti consiglio di personalizzarla,
creala appositamente con dei bellissimi colori. Se vuoi,
puoi anche ritagliare delle immagini angeliche e scriverci
sopra delle parole belle, armoniose tipo amore, successo,
gioia. Questo farà sì che l'acqua che berrai avrà raccolto
solo informazioni positive e le trasmetterà direttamente
al tuo corpo.
Non so se hai mai sentito parlare di Masaru Emoto, è un
famoso scienziato giapponese che ha condotto una serie
di esperimenti proprio con l'acqua. Su alcuni campioni
d'acqua ha scritto delle bellissime parole, su altre invece
delle frasi negative, e poi le ha congelate entrambe.
Dopodiché le ha osservate al microscopio e, sorpresa: ha
riscontrato che le frasi positive avevano avevamo creato
forme bellissime, disegni meravigliosi, molto simili ai
mandala tibetani, le frasi negative invece avevano creato
immagini praticamente informi. Questo ti può far capire
quanto sia importante dare giuste informazioni all'acqua
che beviamo.
Il secondo passo da fare con la tua preziosissima acqua è
quello di energizzarla, e per questo chiediamo aiuto agli
Angeli. In particolare chiama l'Arcangelo Michele e
chiedigli di aiutarti a far sì che tutte le informazioni

negative accumulate nella tua acqua l'abbandonino
immediatamente. Chiedigli di avvolgerla nella sua luce
blu e dorata.
Ti ricordo che per chiamare gli Angeli basta l'intento,
quindi basta che tu ti rivolga a loro col cuore. Puoi farlo
ad alta voce oppure puoi chiamarlo dentro di te. Stai
certo che loro arriveranno.
Dopo aver chiamato Michele chiama l'Arcangelo Aniel.
L'Arcangelo Aniel ha un aspetto femminile e un'aurea
argentata ed è l'Arcangelo della Luna. Ti ricordo che gli
Arcangeli non hanno sesso così come lo pensiamo noi,
ma sono energia proprio così come lo siamo noi. Quando
quest'energia ha una vibrazione più dolce, noi associamo
l'Angelo l'Arcangelo a una figura femminile. Quando
invece l'energia è un po' più forte, si presentano a noi
sotto forma maschile, e Aniel appunto è una energia
dolcissima. È l'Angelo della Luna. Chiedi a lei che ti
aiuti a far sì che tu possa energizzare l'acqua con tutte le
nuove informazioni che hai scritto sulla bottiglia. Infine
prendi la tua bottiglia in mano e fai per quattro volte il
simbolo dell'infinito, ovvero l'8 rovesciato, e poi puoì

utilizzarla: sentirai che anche se all'inizio era acqua presa
direttamente dal rubinetto di casa tua ora avrà la stessa
energia dell'acqua della fonte.
Puoi anche caricarla con dell'energia guaritrice
semplicemente chiamando l'Arcangelo Raffaele e
chiedendo a lui di mandare il suo raggio verde smeraldo
sulla tua bottiglia d'acqua per far sì che diventi un
potente rimedio di disintossicazione e di guarigione. Ti
consiglio di lasciare fuori la tua acqua anche durante le
notti di plenilunio, in modo che possa assorbire l'energia
della Luna e l'energia dell'Arcangelo Aniel. La ritirerai
poi al mattino e potrai tranquillamente utilizzarla.
Un altro consiglio che ti do è quello di disintossicare
spesso il tuo corpo. Purtroppo siamo sottoposti
costantemente a svariate forme di inquinamento e il
nostro corpo per mantenersi sano e funzionale ha
bisogno di smaltire le tossine accumulate. Ci sono diversi
modi per disintossicarsi, facendo saune, massaggi e
quant'altro o anche solo semplicemente con l'acqua
energizzata con il processo che ti ho spiegato poco
prima, in particolare con l'aiuto dell'Arcangelo Raffaele.
© Manuela Bollea – www.angelicristallini.com | Prodotto e Distribuito da  www.piuchepuoi.it

TRATTO DAL LIBRO GUARIGIONE ANGELICA DI MANUELA BOLLEA

giovedì 26 marzo 2015

COME PURIFICARSI

Come purificarsi
A volte ci sentiamo stanchi, irritabili o depressi senza sapere
il perché. Spesso la colpa è da ricercarsi nel contatto con gli
stati mentali negativi delle altre persone. Se lavori in un settore
in cui aiuti gli altri, il tuo livello di esposizione alle emozioni
tossiche è particolarmente alto, ed è essenziale che ti purifichi
regolarmente da queste energie.
Ecco i miei tre metodi di purificazione preferiti.
1. Le piante. Il modo più semplice per purificarsi dai residui
psichici probabilmente è con l’aiuto di Madre Natura. Così
come sono in grado di trasformare il diossido di carbonio in
ossigeno, le piante possono anche trasformare le energie inferiori.
Le piante verdi sono particolarmente indicate per liberare
il nostro corpo dalle tossine energetiche.
Gli angeli ci consigliano vivamente di tenere una pianta vicino
al letto: un vaso sul comodino può fare miracoli mentre
dormi! Assorbe le energie pesanti che hai assorbito durante il
giorno e le manda nell’etere. Non preoccuparti… non danneggeranno
la pianta.
Se lavori a contatto con le persone, in particolare se sei un
massaggiatore o un terapista (e quindi sei aperto a ricevere le
energie rilasciate dai clienti) tieni delle piante vicino alla tua
postazione. Questa piccola accortezza ti farà sentire più fresco
alla fine della giornata! Gli angeli dicono che le piante con
foglie grandi funzionano meglio, perché sono in grado di assorbire
campi energetici più ampi. Per questo un pothos o un
filodendro sono la scelta perfetta. Meglio evitare di circondarti
di piante con foglie spinose o appuntite. È interessante notare
che anche il feng shui, l’antica arte cinese del posizionamento,
consiglia di stare alla larga dalle varietà con foglie appuntite. A
quanto pare questo tipo di foglie non favorisce la circolazione
di energia positiva.
2. Tagliare i lacci eterei. Chiunque lavori con altre persone,
sia professionalmente che come atto di gentilezza gratuita, dovrebbe
sapere dell’esistenza di questi lacci eterei e come gestirli.
In pratica, ogni volta che una persona instaura un legame con
te basato sulla paura (come la paura che tu la possa lasciare o la
convinzione che tu sia la sua fonte di energia o felicità), si crea
un laccio tra te e lei. Questo legame è visibile a ogni chiaroveggente
e palese per chiunque abbia un po’ di intuito.
I lacci assomigliano a tubi chirurgici e funzionano come
pompe di benzina. Quando una persona bisognosa ha stabilito
una connessione con te, assorbirà la tua energia attraverso questo
cavo etereo. Magari non lo vedi, ma puoi sentirne gli effetti:
ti senti stanco o triste senza sapere il perché. Il motivo è che la
persona all’altro capo del cavo ha appena attinto al tuo potere
o ti ha inviato energia tossica attraverso di esso.
Perciò ogni volta che aiuti qualcuno, o quando ti senti apatico,
triste o stanco, una buona idea è “tagliare i tuoi lacci”. Recidere
questo legame non equivale ad abbandonare, rifiutare
o separarti dalla persona. Stai solo troncando la parte disfunzionale,
ansiogena e co-dipendente della relazione. La parte
affettiva rimane intatta.
Per tagliare i tuoi lacci puoi pronunciare mentalmente o ad
alta voce queste parole:
“Arcangelo Michele io ti invoco.
Ti prego, recidi i lacci di paura che stanno prosciugando
la mia energia e vitalità. Grazie.”
Dopodiché resta in silenzio per qualche istante. Assicurati
di inspirare ed espirare profondamente durante il processo: la
respirazione apre le porte agli angeli affinché ti possano aiutare.
Probabilmente avrai la sensazione che questi lacci vengano recisi
o estratti dal tuo corpo. Potresti percepire un cambio di pressione
dell’aria o altri segni tangibili che i cavi sono stati tagliati.
Le persone che stanno dall’altro capo penseranno a te senza
sapere il perché nel momento in cui il loro cavo verrà tagliato.
Potresti ricevere messaggi o e-mail in cui le persone alle quali
eri “collegato” ti dicono che non sanno perché, ma ti stavano
pensando. Non avere ripensamenti. Ricorda che non sei tu la
loro fonte di energia o felicità: Dio lo è. I cavi si riformeranno
ogni volta che una persona si legherà a te per paura, perciò
continua a tagliarli secondo le necessità.
3. Passare l’aspirapolvere. Quando ci preoccupiamo per
qualcuno, ci incolpiamo per la sua infelicità o facciamo un
massaggio a una persona che soffre a livello emotivo, rischiamo
di assorbire la sua energia psichica negativa nell’errato tentativo
di aiutare. Tutti lo facciamo, soprattutto gli operatori di
luce i quali sono particolarmente inclini a soccorrere gli altri,
spesso a proprie spese. Gli angeli ci insegnano metodi come
questo per aiutarci a mantenere l’equilibrio pur continuando
a dare una mano al prossimo. Loro vogliono che aiutiamo le
persone, ma senza fare del male a noi stessi. Tutto sta nell’essere
disposti a ricevere supporto dagli altri, compresi gli angeli.
Molti operatori di luce sono bravissimi ad aiutare, ma non lo
sono altrettanto a farsi aiutare. Questo metodo ti permette di
controbilanciare questa tendenza.
Per darti una bella aspirata con l’aiuto degli angeli ripeti
mentalmente: “Arcangelo Michele ti invoco perché cancelli e scacci
gli effetti della paura.” Vedrai o percepirai nella mente la presenza
di un essere immenso: si tratta dell’Arcangelo Michele,
solitamente accompagnato da angeli minori, conosciuti come
la “Brigata della misericordia”.
Puoi notare che Michele tiene in mano un tubo di aspirazione.
Osservalo mentre lo inserisce nella sommità della tua
testa (chiamata “chakra della corona”). Devi decidere quale velocità
di aspirazione desideri, velocissima, veloce, media o lenta.
E sarai sempre tu a indicargli dove puntare il tubo durante la
pulizia. Dirigilo mentalmente nella testa, nel corpo, tutto intorno
agli organi. Passalo su ogni parte, dalle dita delle mani
alla punta dei piedi.
Potresti vedere o sentire grumi di sporcizia psichica passare
attraverso il tubo, proprio come quando pulisci un tappeto
32
sporco. Ogni entità che passa attraverso il tubo una volta di là
viene trattata con umanità dalla Brigata della misericordia, che
l’accoglie e la scorta verso la Luce. Continua ad aspirare finché
non vedrai più alcun detrito psichico passare attraverso il tubo.
Una volta che sarai ripulito, l’Arcangelo Michele invertirà
l’interruttore facendoti arrivare dal tubo una densa luce bianca
dalla consistenza quasi pastosa. È come una specie di materiale
di “coibentazione” che riempirà gli spazi precedentemente occupati
dalla sporcizia psichica.
Quella dell’aspirazione è una delle tecniche più potenti che
abbia mai provato. Puoi usare questo metodo anche sugli altri,
da vicino o a distanza. Basta solo che desideri lavorare su di
loro, ed è fatta. Anche se non riesci a vedere o sentire nulla in
modo chiaro durante il processo, anche se pensi Sto solo immaginando
tutto, i risultati saranno tangibili. Subito dopo una
sessione di questo tipo molte persone provano un immediato
sollievo dalla depressione o dalla rabbia.


TRATTO DAL LIBRO MANUALE DEGLI ANGELI DI DOREEN VIRTUE

E SE IL TEMPO NON ESISTESSE AFFATTO?


E se il tempo non esistesse affatto?

Albert Einstein:

“Tutto è energia, che è tutto quel che c’è. Accordati alla frequenza della realtà che vuoi e non potrai che ottenere quella realtà. Non c’è un altro modo che questo. Questa non è filosofia, ma fisica.”





Traduco e sintetizzo nel seguito un lungo articolo apparso di recente su Wakingtimes.com, ad opera di Brandon West, creatore di Project Global Awakening: “un sito dedicato alla ricerca di varie discipline spirituali e scientifiche e alla loro applicazione per la tua conoscenza e per aiutarti a vivere una vita ispirata e cambiare il mondo”



E se tutto accadesse simultaneamente? E se il tempo non esistesse affatto?

Ho visto di recente una descrizione dell’universo, come percepito in fisica. Per citare William Brown:

“Ciò che la scienza ha scoperto esplorando i livelli profondi della realtà, è che il nostro universo è strutturato in strati di creazione. Strati di creazione, dal livello classico e diverso, in superficie, delle percezioni quotidiane, ai livelli più profondi: le molecole, gli atomi, i nuclei, le particelle subatomiche, i mondi nei mondi.”



In sintesi Brown descrive questi livelli in questo modo:

“Il livello di superficie della realtà sensoriale è tipicamente chiamato “mondo classico”. Al di sotto di questo mondo classico, c’è il mondo delle molecole, gli atomi, ovvero il regno dei meccanismi quantici. Poi c’è il nucleo atomico e le particelle subatomiche che è il mondo della teoria del campo quantico, la meccanica quantistica relativista. Ed infine ecco emergere la teoria del campo unificato …” (William Brown: The Light Body)



Dunque tutto ciò ci porta ad una domanda cruciale…



Cosa è il Tempo?

Un collega di Einstein, il fisico John Archibald Wheeler, sviluppò una delle prime equazioni di gravità quantica nei primi giorni della unificazione della Teoria Quantica e della Relatività. Sebbene funzioni, questa equazione non incorpora il tempo come parametro fisico e i fisici trovano che questo sia inquietante…

“Quando venne quantizzata per la prima volta la Relatività Generale (diventando una teoria della gravità quantica) negli anni ’60 ad opera di John Wheeler, il risultato prediceva uno stato statico dell’universo , ovvero – non c’è alternativa – l’assenza del tempo. Questa particolare soluzione alla quantizzazione della Relatività Generale è nota come l’equazione di Wheeler-DeWitt. Il risultato sembro’ essere paradossale: come puo’ l’universo essere statico ed immutabile, quando tutta la nostra esperienza è di cambiamento?” – William Brown da The Resonance Project Foundation



Questa è proprio la questione che andiamo qui ad analizzare in questo articolo, dandole forse una risposta. È interessante notare che le equazioni che sono generalmente accettate dall’establishment scientifico, suggeriscono sia che il tempo è una illusione, che l’universo sia di fatto statico. Ovviamente queste idee furono considerate fallaci perchè non sostenevano i fatti, ovvero ciò che è chiaramente osservabile nell’universo. Ogni giorno vediamo il cambiamento e possiamo misurare il tempo, quindi deve essere vero. E se potessimo cambiare la nostra percezione dell’universo e risolvere questo conflitto? E se il tempo non ci fosse proprio nell’universo ed esso sia solo il risultato di un cambio di prospettiva all’interno di un universo statico, che in qualche modo non mostra un moto né un universo in cambiamento? Per indagare meglio questa idea dobbiamo scoprire cosa sia veramente il moto.



Ma le cose si muovono veramente?

Nassim Haramein ha detto che ciò che percepiamo come moto è in realtà dovuto al fatto che la realtà a livello quantico lampeggia ad alta frequenza dentro e fuori l’esistenza e che la creazione, in effetti, appare e scompare oscillando tra la forma e la sua assenza, e questo innumerevoli volte ogni secondo, dando cosi la sembianza del moto. Quindi, tecnicamente, le cose non si muovono affatto in questo universo, ma appaiono e scompaiono in schemi leggermente diversi, che fanno apparire tutto ciò come moto. Non è il campo unificato a lampeggiare, ma solo quella che noi percepiamo come materia solida, ovvero le particelle, i nuclei, le particelle sub-atomiche ed il mondo materiale. In un certo modo, potrebbe essere tecnicamente più accurato chiamare ciò che facciamo ogni giorno…”micro teletrasporto”.!!!!!



Quando entriamo in un negozio e guidiamo la macchina, in realtà stiamo “teleportando” in minime quantità, assurdamente piccole, ma ad una frequenza estremamente alta, per dare la sembianza del moto. Tuttavia questo moto accade solo “percettivamente” sui livelli energetici più bassi della creazione, ovvero il mondo materiale o il mondo classico in cui esistiamo per la maggioranza del tempo, e potenzialmente il livello atomico-molecolare della realtà. Quindi al livello teorico e quantico della realtà… non c’è moto, ma un lampeggio dentro e fuori dall’ esistenza di creazione; dal punto di vista del nostro livello, ciò appare come un moto fluido. Proprio come le persone nel video della tv che non stanno effettivamente muovendosi, ma sono i piccoli pixel che lampeggiano in reciproco coordinamento e la cosa fa sembrare che ci sia del moto.



Il fluire del Campo Unificato

Se percepite l’universo dal livello del campo unificato, immaginate che il campo unificato comprenda tutto, tutta la creazione, che tutto il passato e futuro siano codificati olograficamente dentro il campo unificato; tutto li esiste simultaneamente, inscritto nella struttura del vuoto. In altre parole, la creazione è sorta da questo campo unificato nella forma di particelle subatomiche, particelle, atomi ed elettroni, nuclei – che non sono che forme di energia condensata – energia senza forma condensata in una forma, mentre l’universo lampeggia dentro e fuori dall’esistenza. Ma NULLA È SOLIDO.!!!!



Per citare ancora Einstein:

“Quel che abbiamo chiamato materia è energia, la cui vibrazione è stata cosi abbassata da essere percepibile ai sensi. Non c’è materia.”

E queste manifestazioni di energia collaborano fra loro, guidate da una forza invisibile all’interno della creazione stessa, per formare cose più grandi che danno così l’idea di essere vere e totalmente solide, ma ora sappiamo che non è vero. Immaginate che tutto esista simultaneamente. Immaginate che tutte le versioni dell’albero li fuori dalla finestra, in questo momento presente, dal momento della sua nascita a quello del suo apparente futuro, fino alla morte dell’albero stesso, siano codificate nello spazio e tempo, olograficamente presenti nel campo unificato

Quindi nulla in realtà mai appare e scompare, si muove o persino cambia, è solo la nostra percezione della realtà a questo livello che dà la sembianza del cambiamento.



In altre parole, tutta la realtà, tutto il tempo, tutto il moto, sono un semplice risultato della coscienza in movimento. !!!!



Se le dinamiche del fluido della teoria del “Black Whole” (“il tutto nero”) di Nassim sono corrette e se tali dinamiche sono in effetti l’origine della coscienza, allora questo è il fondamento della creazione e quindi scopriamo che il fondamento della creazione è un collasso senza forma in sé stesso ed una corrispettiva creazione. Di fatto non c’è moto nel mondo fisico, la fisica quantistica ce lo ha dimostrato quando ha scoperto che la realtà è un lampeggiare fuori e dentro l’esistenza. Ci sono solo immagini olografiche che cambiano, quando la coscienza si espande e si contrae in se stessa. E se il flusso del campo unificato all’interno dell’universo fosse esso stesso il meccanismo che fa sì che la realtà lampeggi dentro e fuori l’esistenza e che determini altresì il flusso del tempo? Tutta la creazione e tutta l’attività della creazione, sono il risultato della coscienza che interagisce al suo interno con sé stessa, creando coscienza, ed è solo perché noi tutti condividiamo un comune consenso della realtà (nella maggior parte dei casi) che sorge il tempo sul pianeta. !!!!



Informazione codificata olograficamente

Può darsi abbiate visto immagini olografiche di una galassia o qualche altra immagine stampata su un foglio di plastica o una cartolina. Questa sembra essere statica, ma se spostate la vostra prospettiva, per esempio ruotando o muovendo la cartolina, sembra che la galassia ruoti. Ma nulla è cambiato nell’immagine. Tutte le informazioni sono rimaste li, codificate nella cartolina sin dall’inizio. Solo perché avete cambiato prospettiva, l’immagine apparentemente sembrava muoversi. E se fosse cosi che funziona la realtà? E se il moto e il tempo apparente che sperimentiamo siano solo il risultato della nostra prospettiva sulla creazione, determinata dal nostro livello di coscienza? Il campo unificato è la struttura vuota che teoricamente si espande e collassa secondo le dinamiche del “black whole” (il “tutto nero”, ) di Nassim Haramein, ma tecnicamente non si sta muovendo. E null’altro in realtà si muove perchè tutto è fisso, cristallizzato e olograficamente codificato nella struttura vuota; il che significa che tutto è presente non-localmente ovunque e tutto accade simultaneamente.



Il Tempo è relativo

Il Tempo sarebbe percepito in modo diverso su Marte, rispetto alla Terra, perchè la lunghezza dei suoi giorni è diversa, a causa della rotazione del suo “black whole” (ovvero le dinamche del campo unificato che producono e sono prodotte dalla coscienza). Il tempo non è un fenomeno che sorge in sé e per sé nell’universo. Potenzialmente non esiste il tempo come tale. Quel che chiamiamo tempo è una divisione arbitraria dei cicli di cui facciamo esperienza, basandoci sul parametro ciclico del cambiamento, di cui facciamo esperienza in questo livello della realtà.

In altre parole… il tempo è una pura percezione. Se fossimo in un vuoto non ci sarebbe il tempo, perché non solo non ci sarebbero i cicli per misurarlo, ma non ci sarebbero oggetti con cui determinare il moto, quindi saremmo in una immobilità perpetua e senza tempo.



Nella sua serie di lezioni dal titolo Living Beyond Miracle (Vivere oltre i Miracoli), Wayne Dyer racconta la storia di un gruppo di minatori che hanno visto collassare su di loro la miniera, in Germania, e sono per questo rimasti intrappolati per un certo periodo di tempo. Senza luce naturale, senza poter giudicare i cicli dell’universo e quindi senza un parametro di riferimento per la loro percezione. Erano in totale 7 uomini, intrappolati sottoterra, e solo uno di loro aveva l’orologio. Costui non volle che le cose scappassero di mano mentre si trovavano in quello stato, intrappolati sottoterra, e cercò di alleggerire la paura e la preoccupazione dei suoi amici: disse che era passata 1 ora, ogni volta che ne passavano in realtà 2. Dato che nessuno aveva un orologio per convalidare il tutto, gli altri non furono in grado di notare la differenza.

Alla fine dei 7 giorni furono salvati e tutti sopravvissero, ad eccezione dell’uomo con l’orologio. Si era assunto l’onere di dire che era passata 1 ora mentre in realtà ne erano passate 2: aveva rallentato il tempo per tutti gli altri ed aveva fatto sì che gli altri cambiassero il loro “accordo” sul tempo, così che potessero percepire di essere bloccati sotto terra per la metà del tempo effettivo in cui essi lo furono. “Fece in modo di cambiare l’accordo collettivo su ciò che costituiva il tempo e le persone sono “invecchiate” di conseguenza… ma lui non potè ingannarsi perché aveva un orologio.”





Un universo statico

“Il Tao non agisce tuittavia è la radice di tutta l’azione.

Il Tao non si muove e tuttavia è la fonte di tutta la creazione.”

Lao Tzu



Abbiamo stabilito che la creazione non si muove e quindi sembra che anche questo campo unificato non si muova. Lo sappiamo perché abbiamo trovato che lo spazio che circonda la Terra, che un tempo si pensava emettesse un fruscio passandoci accanto, come fa l’aria quando passa vicino ad un oggetto in un tunnel ventoso, ora si dimostra essere completamente statico. Non ci lanciamo nello spazio, come pensavamo e lo spazio stesso si espande e si contrae e qui non si muove a priori, ma da solo la sembianza del moto. Poiché il campo unificato che è coscienza, si espande e si contrae e poichè siamo quella coscienza incarnata in un livello di realtà leggermente più denso, ovvero nel “mondo classico”, abbiamo posti in prima fila per il cambiamento apparente, il moto, il tempo e la realtà.

Ma questo, come affermano tutte le tradizioni antiche, è solo perché siamo coscienza universale che si è condensata in questo livello di realtà per fare l’esperienza del mondo che cambia, del mondo delle cose. Della vita, della morte, della nascita, della rinascita e del tempo lineare.

L’unico problema è che ci siamo attaccati a questo mondo e siamo intrappolati in un movimento energetico (una turbolenza emotiva) dato che le cose muoiono e cambiano in apparenza, e sono transitorie.



Tornando ad Albert Einstein:

“Tutto è energia, che è tutto quel che c’è. Accordati alla frequenza della realtà che vuoi e non potrai che ottenere quella realtà. Non c’è un altro modo che questo. Questa non è filosofia, ma fisica.”



Fonte originale:http://www.wakingtimes.com/2014/04/21/unified-field-illusion-time-understanding-source-creation/

Traduzione e sintesi di Cristina Bassi



FONTE: www.thelivingspirits.net

Letto e condiviso da: www.altrogiornale.org

Tratto da:http://ununiverso.altervista.org/blog/e-se-il-tempo-non-esistesse-



- See more at: http://www.spaziosacro.it/interagisci/blog/blog2.php/e-se-il-tempo-non#sthash.YsCtsVFu.dpuf

lunedì 23 marzo 2015

GLI UNICORNI

Di Adrienne Dumas
Ora sul soggetto nostro, gli Unicorni, gli Unicorni vivono nel Regno delle fate e degli Angeli. Gli Unicorni una volta vivevano sul nostro Pianeta durante i tempi di Atlantide e di Lemuria ma sono ascesi e sono andati nel Regno delle fate e degli Angeli. Sono esseri della settima dimensione, molto evoluti, di pura luce, rappresentano lo Spirito Santo conosciuto anche come Voce di Dio. Loro sono un simbolo della verità che noi tutti siamo di pura luce. Gli Unicorni lavorano molto con l’umanità ora, ci assistono con l’evoluzione spirituale e con il processo di ricordare chi siamo veramente. Gli Unicorni possono darci ispirazione, aiuto, guida, ci aiutano a essere coraggiosi e a seguire i nostri sogni e possono anche realizzare i nostri desideri. Ci assistono nel realizzare i sogni della nostra anima. Gli Unicorni sono cavalli ascesi che hanno una luce a spirale al centro della fronte conosciuta anche come corno. Questo corno ha il potere di realizzare i nostri sogni, come una bacchetta magica, di guarire e di lavare via le negatività istantaneamente. Gli Unicorni possono stare con noi anche nei nostri sogni per guarire il nostro karma negativo passato e muoverci nella direzione dei nostri sogni. Quando un Unicorno ci appare nel sogno vuol dire che le cose stanno cambiando per il meglio.


Read more: http://viverepositivo.com/group/numeridegliangeli/forum/topics/gli-unicorni#ixzz3VEuUNjDJ


condiviso da http://viverepositivo.com/group/numeridegliangeli/forum/topics/gli-unicorni

GUARIGIONE CON GLI ANGELI

Di Andrea Dombecki
Oggi faremo una sessione di guarigione con gli Angeli per ognuno di voi, e sono così felice di condividerla con voi. Gli Angeli mi hanno aiutato infinitamente a guarire la mia energia, a sollevarmi il morale, le mie emozioni, mi hanno fatto sentire più leggera, più libera, più felice, il loro aiuto è infinito e loro ci sono sempre per noi. Sono così grata di questo, sono così grata della conoscenza che ho sugli Angeli. Così chiamiamo gli Angeli di tutti ora. Inizieremo questa sessione col comunicare con gli Angeli Guardiani, vorremmo aprire consapevolmente il nostro cuore, la nostra mente ai nostri Angeli Guardiani. Gli Angeli Guardiani spesso non sono notati ma sono sempre qui con noi, sono Angeli leali, dalla nascita al nostro fianco per sempre. Così connettiamoci ai nostri Angeli Guardiani ora e diciamo : “Sono aperto al tuo Amore, alla tua energia di guarigione, alla tua guida. Grazie accetto questo e comunicherò con te di più per permetterti di proteggermi, confortarmi e amarmi. Grazie Angelo Guardiano”. Ora chiameremo più Angeli, l’Arcangelo Raffaele, l’Angelo della Guarigione. Questo Angelo è verde, la sua mantella è verde, ha una luce verde e usa la sua energia verde di guarigione per guarire il nostro corpo fisico, energetico e ogni parte della nostra vita, così lavoreremo con l’Arcangelo Raffaele ora. E chiederemo che metta ognuno in una bolla protettiva di luce di guarigione verde e che permetta a questa di essere super potente e di super guarigione per ogni parte del nostro corpo. Così abbeveratevi a questa energia di guarigione, in questa bolla di luce verde di guarigione. E’ una splendida, splendida luce che innalza e calma, così inspirate e permettete a questa luce verde di entrare dentro di voi e colmare ogni cellula. Sentite questa luce, sentitevi circondati da questa luce. E questa luce è sempre lì per voi. Potete anche usa re qualche tornado angelico. I tornado angelici sono energia degli Angeli, sono potenti e rimuovono ogni energia più bassa. Se avete una paura un tornado angelico può sradicarla, guarirla, dissolverla. Vediamo questi tornado di luce attorno alla nostra aura mentre rimuovono ogni energia bassa e la trasmutano in Amore e energia, così che la nostra pace ritorna. Grazie.
Ora lavoreremo con l’Arcangelo Michele. Egli rilascia ogni negatività che possiate avere nella vostra aura, dai vostri pensieri, dalla vostra mente. Sentitevi rilasciare queste dalle vostre spalle, dalla vostra testa. L’Arcangelo Michele è un maestro trasmutatore, può trasmutare ogni energia di paura in Amore, può usare il suo magico potere per farlo per voi e trasmutare ogni paura che abbiate nell’aura ora. L’Arcangelo Michele vorrebbe che ognuno si sentisse al sicuro. Sentitevi al sicuro siete nelle amorevoli braccia degli Angeli che stanno assistendo ciascuno di voi. Ed è bene per voi rilasciare questo. Sentite che queste cose vengono mandate in Paradiso e trasmutate. Grazie Arcangelo Michele. L’Arcangelo Michele vorrebbe anche guarire il vostro passato, ogni vostra passata esperienza traumatica e aiutare a portare il perdono che ha a che fare con queste esperienze, grazie. Anche l’Arcangelo Chamuel è qui ora ed è l’Arcangelo della Pace e ci ricorda che la Pace è l’unica realtà. Innalzerà la nostra consapevolezza ad una pace infinita.
Anche l’Arcangelo Jophiel vorrebbe venire e colmare la nostra vita, le nostre cellule di bellezza. Lei vede la vita attraverso gli occhi dell’Amore di Dio, dell’infinito Amore, della compassione, e della guarigione. Instillerà la nostra consapevolezza in modo che possiamo avere veri occhi per vedere l’Amore. L’Amore è dovunque, la pace è dovunque. Grazie Arcangelo Jophiel. Ora l’Arcangelo Michele è tornato e vorrebbe lavorare sulla carriera, sullo scopo della vita, sul realizzare i sogni, sull’avere coraggio. Ognuno di noi è connesso alla Fonte della Volontà infinita, della volontà divina, ed ognuno ha un piano perfetto per la propria vita ed ogni piano perfetto si interseca con il piano perfetto di ogni altro per il bene più alto. L’Arcangelo Michele ci aiuterà a risvegliarlo. Grazie Arcangelo Michele. E ora vorrebbe rilasciare da voi ogni preoccupazione e ogni peso che possiate avere, egli prenderà questi pesi ora, date amorevolmente tutti i vostri pesi agli Angeli, siete al sicuro, non siete soli. Gli Angeli stanno instillando in voi perfetta fiducia, su ogni cosa stanno lavorando splendidamente, dobbiamo aspettare solo belle cose. Ora gli Angeli benediranno tutte le persone che conoscete, tutte le cose in cui siete coinvolti, il vostro lavoro e tutte le cose in cui siete coinvolti. Gli Angeli faranno una guarigione anche sul vostro futuro. Il vostro futuro è uno splendido sentiero, una strada dorata, gli Angeli lo guardano e lo benedicono con Amore, il vostro futuro è al sicuro. E così è per il futuro di tutta l’umanità. L’Arcangelo Michele vorrebbe lavorare con ognuno di voi in maniera più approfondita sulle paure che sono radicate nella vostra aura. Grazie Arcangelo Michele, è stato splendido. Gli Angeli vogliono ricordarci che il cambiamento di consapevolezza richiede molta pazienza. Se volete sentirvi felici tutti i giorni, questo richiede pratica e preghiere, io vivo in un costante stato di preghiera. Grazie per aver condiviso con me questa sessione di guarigione con gli Angeli.


Read more: http://viverepositivo.com/group/numeridegliangeli/forum/topics/guarigione-con-gli-angeli#ixzz3VEraWa5B


condiviso da http://viverepositivo.com/group/numeridegliangeli/forum/topics/guarigione-con-gli-angeli

MOLLARE LA PRESA O LASCIAR FARE?

« Quando il mollare la presa è ben vissuto, è una cosa molto evolutiva. Vi permette di capire, di accettare e di avanzare veramente.
Il lasciar fare è il lato negativo del mollare la presa.Dentro di voi vi dite : "dopotutto non è importante", ma con questa energia che mettete in questa constatazione, il vostro lasciar fare non vi porterà l’evoluzione che invece può darvi il mollare la presa.
Il lasciar fare è l’aspetto inferiore di voi stessi, la fuga.Non volete affrontare una certa realtà, quindi la scansate ignorandola. Non bisogna ignorare quello che vi viene messo davanti !
Invece il mollare la presa vi permette di cercare di capire, di trascendere e anche di liberarvi di un’esperienza, sia che si tratti di una dualità nelle relazioni con gli altri che di una dualità con voi stessi.
Vi facciamo un esempio : quando avete una difficoltà, a volte forse pensate : "tutto sommato non ne parlo più, è una cosa che mi dà fastidio o mi mette a disagio, quindi lascio che le cose vadano come vanno e tutto si aggiusterà".
Sul momento può avere un senso, e voi vi sentite bene perché vi sembra di mollare la presa, ma avete scansato la realtà della vostra esperienza, e automaticamente quello che avete evitato vi sarà ripresentato, forse in un altro modo, domani o dopodomani.
Abbiate il coraggio di guardare la verità in faccia, utilizzando il mollare la presa abbiate il coraggio di dire semplicemente a voi stessi : "questo contribuisce alla mia evoluzione e non voglio fuggire di fronte a questa situazione".
Di questi tempi, per gli esseri umani è molto più facile nascondere tutto dentro loro stessi per ignorare ciò che dà fastidio, quando invece non è questo ciò che viene loro chiesto. Ciò che viene chiesto è di andare a scovare tutto quello che c’è "in cantina" per tirarlo fuori alla Luce e trascenderlo. »
Potete riprodurre questo testo e darne copie secondo le seguenti condizioni :
  • che non sia tagliato,
  • che non subisca nessuna modifica di contenuto,
  • che fate riferimento al nostro sito http://ducielalaterre.org
  • che menzionate il nome di Monique Mathieu.
 

sabato 21 marzo 2015

PROMESSE DELLA MADONNA A COLORO CHE PORTANO FEDELMENTE CON SE' LA CORONA DEL ROSARIO

Promesse della Madonna a coloro che portano fedelmente con sé la corona del RosarioPromesse fatte dalla Vergine durante varie apparizioni:

«Tutti coloro che portano fedelmente la corona del Santo Rosario, saranno da me condotti a mio Figlio.»
«Tutti coloro che portano fedelmente la corona del Santo Rosario, saranno da me aiutati nelle loro imprese.»
«Tutti coloro che portano fedelmente la corona del Santo Rosario, impareranno ad amare la Parola e la Parola li farà liberi. Non saranno più schiavi.»
«Tutti coloro che portano fedelmente la corona del Santo Rosario, ameranno sempre di più mio Figlio.»
«Tutti coloro che portano fedelmente la corona del Santo Rosario, avranno una conoscenza più profonda di mio Figlio nella loro vita quotidiana.»
«Tutti coloro che portano fedelmente la corona del Santo Rosario, avranno un desiderio profondo di vestire con decenza per non perdere la virtù della modestia.»
«Tutti coloro che portano fedelmente la corona del Santo Rosario, cresceranno nella virtù della castità.»
«Tutti coloro che portano fedelmente la corona del Santo Rosario, avranno una coscienza più profonda dei loro peccati e cercheranno sinceramente di correggere la propria vita.»
«Tutti coloro che portano fedelmente la corona del Santo Rosario, avranno un profondo desiderio di diffondere il messaggio di Fatima.»
«Tutti coloro che portano fedelmente la corona del Santo Rosario, sperimenteranno la grazia della mia intercessione.»
«Tutti coloro che portano fedelmente la corona del Santo Rosario, avranno pace nella loro vita giornaliera.»
«Tutti coloro che portano fedelmente la corona del Santo Rosario, saranno ripieni di un profondo desiderio di recitare il S. Rosario e meditare i Misteri.»
«Tutti coloro che portano fedelmente la corona del Santo Rosario, saranno confortati nei momenti di tristezza.»
«Tutti coloro che portano fedelmente la corona del Santo Rosario, riceveranno il potere di prendere decisioni sagge illuminati dallo Spirito Santo.»
«Tutti coloro che portano fedelmente la corona del Santo Rosario, saranno invasi da un profondo desiderio di portare oggetti benedetti.»
«Tutti coloro che portano fedelmente la corona del Santo Rosario, venereranno il mio Cuore immacolato e il Sacro Cuore di mio Figlio.»
«Tutti coloro che portano fedelmente la corona del Santo Rosario, non useranno il nome di Dio invano.»
«Tutti coloro che portano fedelmente la corona del Santo Rosario, avranno una profonda compassione per Cristo crocifisso e aumenterà il loro amore per Lui.»
«Tutti coloro che portano fedelmente la corona del Santo Rosario, saranno guariti da malattie fisiche, mentali ed emozionali.»
«Tutti coloro che portano fedelmente la corona del Santo Rosario, avranno pace nelle proprie famiglie.»

venerdì 20 marzo 2015

KARMA E DHARMA

Karma e Dharma



Karma : per tantissimi è una parola misteriosa di cui s'ignora il vero significato, ad altri invece è noto il significato, molti, purtroppo invece, lo usano impropriamente, a proposito di tutto e di niente, svilendola così del vero e profondo significato che essa racchiude.

Karma e Dharma: debiti e crediti


Anche se può apparire abbastanza riduttivo, il concetto di Karma è quello di una sorte di “debito” dovuto, nella vita, per azioni non positive, mentre quello di Dharma è una sorte di “credito” per quelle positive e buone.


Il Karma, secondo i testi sacri tibetani, è uno “stato mentale” e di questi stati ce ne sono due : uno “stato mentale temporaneo”, legato dunque al livello mentale che appare e scompare, l’altro corrisponde a un livello mentale “primario” legato alla mente principale.


Il Karma appartiene alla prima definizione di livello mentale, cioè quello temporaneo: per spiegarlo faremo qualche esempio. Può capitare di essere , per qualche situazione, arrabbiati, irati : ma questo stato non dura per sempre poiché ha un inizio e una fine, ovvero è temporaneo. Essere arrabbiati dunque appartiene allo stato mentale temporaneo , cioè quello che appare e allo stesso modo sparisce.

Il Dharma è, sostanzialmente la “rettitudine“, la conseguenza diretta per le buone azioni che abbiamo fatto e che ci vengono computate come “crediti”. Ma per capire meglio il concetto dobbiamo approfondirlo parlando di reincarnazione e, alla luce di questo, approfondire lo stesso termine di Karma.


Letteralmente Karma deriva dal sanscrito e significa “legge di causa ed effetto”: una legge scritta nel tempo, una legge cosmica e universale a cui tutti, volenti o nolenti, ci crediamo o meno, obbediscono.

L’universo intero è sottoposto a questa Legge, per cui possiamo definirla senza dubbio come una Legge Divina.


Una legge che anche scientificamente abbiamo definito: ad ogni azione corrisponde, necessariamente, una reazione uguale ed opposta. Filosoficamente diciamo di compensazione, di riequilibrio.


In pratica se , ad esempio e per intenderci, sferriamo un pugno ad una persona, quest’ azione violenta deve essere necessariamente compensata, riequilibrata, perché , in modo inequivocabile, ci viene attribuito, si appiccica addosso, un debito per la cattiva azione. Debito che deve essere estinto, riequilibrato in questa, o in un altra vita. Come anche in questa vita è possibile che stiamo “riequilibrando” un debito acquisito in un altra. La Legge Divina è necessaria per condurci lungo il cammino di purificazione ed elevazione spirituale.


Come vedete non è molto lontano dal concetto “occidentale” di peccato : per la religione cattolica, ad esempio, il peccato commesso va scontato nella vita ultraterrena , non ammettendo quest’ultima la possibilità di vivere un altra vita terrena. Quindi l’energia sarebbe compensata dall’anima o con l’inferno (stato permanente), o con il Purgatorio (stato transitorio) o con il Paradiso (stato definitivo): solo il concetto di stato permanente è estraneo alla dottrina del Karma .


Tutto sommato il Karma equivale alla nostra “coscienza” e come tale esiste in varie forme : quella individuale, quella familiare, quella nazionale , quella collettiva. E’ il Karma (coscienza) stesso ad essere “giustiziere” per questa legge universale.


Ma un Karma “sporco” può essere “ripulito”, reso trasparente: la rettitudine, il Dharma, come l’insegnamento di un buon maestro può servire a questa Legge Universale o Divina di compensazione.


Il Karma , d’altra parte, lancia dei chiari segnali quando attende di essere ripulito e riequilibrato : a chi non è mai capitato quella classica sensazione di un deja vu nel vivere alcune situazioni che sentiamo di aver già vissuto, oppure di capire che un improvviso malessere fisico è attribuibile a “qualcosa di non buono che abbiamo fatto” , oppure un sogno che viviamo dal profondo come un avvertimento?


Esso, dunque è il riequilibratore universale delle nostre azioni, anche commesse in altre vite. Mentre per l’occidente il tempo è lineare , ovvero ha un inizio e una fine, per i tibetano è invece a forma di ruota (Sansara) , ovvero è ciclico e prevede la reincarnazione che in altre parole è l’anima che prende un altro corpo per riequilibrare il suo Karma individuale per purificarsi ed elevarsi spiritualmente.


Per il cattolicesimo questa vita terrena è la sola disponibile: qui ci si può pentire e confessare, accedendo alla salvezza, fermo restando quello che è stabilita come “pena“, tutta da scontare in questa vita o nell’altra al termine di questa unica vita terrena. Fermo restando che, in deroga a questa Legge Divina, che pur i cattolici ammettono esistere, la Chiesa può ovviare alla “pena” con le “indulgenze” ovvero soprassedere o “purgare” parte della pena dovuta a sua discrezione.


Nelle filosofie orientali, le più antiche in assoluto, invece si ammette la reincarnazione: ad esempio, nei testi Veda il bambino appena nato recherebbe con se un sacchetto di semi che altro non sono che le azioni per cui verrà ricompensato o di cui viene chiesto il riequilibrio in questa vita.


Insomma se ha seminato bene nell’altra vita riceverà bene, se ha seminato male ne riceverà altrettanto.


Le buone azioni e la Rettitudine, il Dharma, possono essere la purificazione del Karma: per la qual cosa i tibetani usano affidarsi a un “maestro” che li guidi sul sentiero luminoso della purificazione.


Purtroppo noi occidentali usiamo “deformare” questi concetti a nostro uso e consumo svilendo non solo il significato e il concetto universale di questa profonda filosofia , ma usandola anche per scopi meno nobili e impropri, che ha come conseguenza quella di sporcare il Karma di chi fa un abuso o un uso improprio o non veritiero di questa verità universale.


CONDIVISO DA http://www.sottolealidegliangeli.it/web/index.php?option=com_content&view=category&layout=blog&id=34&Itemid=50

giovedì 19 marzo 2015

TRE EFFICACISSIME INVOCAZIONI A SAN GIUSEPPE

TRE EFFICACISSIME INVOCAZIONI A SAN GIUSEPPE

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

O San Giuseppe, mio protettore ed avvocato, a te ricorro, affinché m'implori la Grazia per la quale mi vedi gemere e supplicare davanti a te. E' vero che i presenti dispiaceri e le amarezze che provo sono forse il giusto castigo dei miei peccati. Riconoscendomi colpevole, dovrò per questo perdere la speranza di essere aiutato dal Signore? "Ah! no -mi risponde la tua grande devota Santa Teresa- no certo, o poveri peccatori. Rivolgetevi in qualunque bisogno, per grave che sia, alla efficace intercessione del patriarca San Giuseppe; andate con vera fede a lui e resterete certamente esauditi nelle vostre domande".
Con tanta fiducia mi presento, quindi, davanti a te e imploro misericordia e pietà. Deh!, per quanto puoi, o San Giuseppe, prestami soccorso nelle mie tribulazioni.Supplisci alla mia mancanza e, potente come sei, fa' che, ottenuta per la tua pia intercessione la grazia che imploro, possa ritornare al tuo altare per renderti l'omaggio della mia riconoscenza.
Padre nostro; Ave, o Maria; Gloria al Padre

Non dimenticare, o misericordioso San Giuseppe, che nessuna persona al mondo, per grande peccatrice che fosse, è ricorsa a te, rimanendo delusa nella fede e nella speranza in te riposte. Quante grazie e favori hai ottenuto agli afflitti! Ammalati, oppressi, calunniati, traditi, abbandonati, ricorrendo alla tua protezione, sono stati esauditi. Deh! non permettere, o gran Santo, che io abbia ad essere solo, fra tanti, a rimanere privo del tuo conforto. Mostrati buono e generoso anche verso di me, e io, ringraziandoti, esalterò in te la bontà e la misericordia del Signore.
Padre nostro; Ave, o Maria; Gloria al Padre

O eccelso capo della Santa Famiglia di Nazareth, io ti venero profondamente e di cuore t'invoco. Agli afflitti, che ti hanno pregato prima di me, hai concesso conforto e pace, grazie e favori. Degnati quindi di consolare anche l'animo mio addolorato, che non trova riposo in mezzo alle angustie da cui è oppresso. Tu, o sapientissimo Santo, vedi in Dio tutti i miei bisogni, prima ancora che io te li esponga con la mia preghiera. Tu dunque sai benissimo quanto è necessaria la grazia che ti domando. Nessun cuore umano mi può consolare; da te spero d'essere confortato: da te, o glorioso Santo. Se mi concedi la grazia che con tanta insistenza ti domando, prometto di diffondere la devozione verso di te. O San Giuseppe, consolatore degli afflitti, abbi pietà del mio dolore!
Padre nostro; Ave, o Maria; Gloria al Padre


http://www.preghiereperlafamiglia.it/festa-san-giuseppe.htm

PER ESSERE IN PERFETTA SALUTE.....di Monique Mathieu.

Per essere in perfetta salute "Dovete visualizzarvi sempre in perfetta salute e non dubitare mai di questa salute perfetta! Nel mome...