mercoledì 30 settembre 2015

CAMMINATE FINCHE' AVETE LA LUCE Omraam Michaël Aïvanhov

Camminate finché Avete la Luce

“Molte persone cercano il bene, come altre cercano la verità e non la trovano mai, perché la verità è una padrona, una principessa esigente, mentre loro cercano una donna di servizio che faciliterà loro la vita. Anche il bene è un padrone esigente. Allora, se dite che cercate il bene ma trovate il male, dovete solo prendervela con voi stessi, perché significa che vi manca un ideale superiore. Quando le scelte che fate vi portano delusioni, conflitti o insuccessi, chiedetevi perché avete avuto così poco fiuto. Ciascuno porta in se stesso una specie di calamita che è la sintesi dei propri pensieri, dei propri sentimenti e dei propri desideri, e quella calamita attira le persone e le situazioni che sono in corrispondenza con tutti gli elementi della propria vita psichica.”

Camminate finché Avete la Luce. “L’esistenza è una lunga catena di momenti che dovete vivere coscientemente, gli uni dopo gli altri. Tutti gli sforzi che fate si inscrivono in alto nel Libro della Vita, e grazie a quegli sforzi, quante benedizioni si preparano per voi! Quando le riceverete, alla vostra domanda «Perché questi doni?», vi sarà risposto: «Perché, per merito del vostro lavoro, vi siete elevati fino alle regioni della luce e avete anche portato la luce e la pace a esseri che erano nello sconforto e nell’oscurità».

AMATE CIO' CHE SIETE

Amate ciò che siete!


«Duemila anni fa, un Uomo giunse su questo mondo per radicare la vibrazione Amore. A quel tempo, gli esseri umani non possedevano la vostra stessa consapevolezza d'Amore. Sono dovuti trascorrere duemila anni affinché l'Amore che egli manifestò, che egli ancorò nella materia, possa ora dare i suoi frutti.

Direte voi: «Non percepiamo veramente l'Amore negli esseri umani», e noi vi risponderemo che gli esseri umani sono cresciuti molto nell'Amore. Questo Amore, lo potete percepire nella fratellanza, nell'aiuto che ci si offre l'un l'altro, per esempio quando ci sono grossi problemi nella natura, oppure con una fratellanza che si può manifestare fra due persone che non si conoscono. La fratellanza è un altro aspetto dell'Amore.

Quindi siete cresciuti tutti; ci sono voluti duemila anni di maturazione, di comprensione. Tuttavia durante questo lasso di tempo, molti esseri umani sono venuti più volte a fare dei «brevi salti». Diciamo «brevi salti» perché l'incarnazione sulla Terra dura poco tempo. Quindi durante questo lasso di tempo, che è molto breve sulla scala dell'eternità, sulla scala di tutte le vite che avete vissuto e che vivrete ancora, voi avete imparato moltissimo.

Quello che siete venuti ad imparare è fondamentalmente Amore, l'Amore che potete offrire a voi stessi o che potete offrire agli altri, un Amore che non chiede niente, che dona di continuo, un Amore che si può leggere negli occhi, che si può vedere in un sorriso, un Amore che emette una vibrazione che rende gioiose le persone che si trovano accanto a chi lo può irradiare.

Ciascuno di voi può lavorare così. Prima di tutto amatevi, ma veramente. Non dovete amarvi dicendo: «io mi amo». Dimostrate a voi stessi che vi amate! Potete dimostrarlo in questo modo: mediante il rispetto totale e il non giudizio che potete avere per voi stessi, attraverso l'accettazione totale dell'immagine che riflette il vostro specchio, dicendovi che amate tale immagine. Il vostro corpo in fondo è un veicolo, e al di là di esso esiste qualcosa di sacro, c'è la vera realtà. Dovete quindi rendere omaggio alla Sorgente che vi ha permesso di prendere temporaneamente in prestito questo veicolo per sperimentare la vita sulla Terra.

Amate ciò che siete! Più amerete ciò che siete (nel vero senso dell'Amore), più risplenderete! Grazie a questo splendore, voi aiuterete coloro che vi circondano. L'Amore è la chiave, è la base di tutto! È l'Amore che sostiene tutto l'Universo! Senza Amore, l'Universo crollerebbe! Anche voi, esseri umani, non potreste vivere senza Amore perché lo chiedete sempre a chi vi circonda, consciamente o inconsciamente.

Un essere umano ha bisogno d'Amore. Il regno animale ha bisogno d'Amore, anche se non è uguale al vostro, ma è un Amore che è alla sua portata, che può comprendere e che può anche restituire. Nel regno animale c'è tantissimo Amore, un Amore che può manifestarsi anche verso gli esseri umani.

Anche il regno vegetale possiede molto Amore. In che modo lo manifesta? Mediante la sua bellezza! Con i magnifici fiori che si offrono alla vista degli uomini e dai quali emana un profumo sottile, con i maestosi alberi che offrono la loro bellezza alla vista degli uomini, lo fanno per Amore. Essi crescono e sbocciano nell'Amore, anche se non è quello che conoscete voi!

Anche il regno minerale emana molto Amore. Esso si manifesta in modo completamente diverso da quello del regno animale, del regno vegetale e anche da quello degli umani, ma è in grado di offrirvi una bellezza straordinaria attraverso delle gemme preziose, dei cristalli magnifici, dei diamanti, da tutte quelle pietre che voi chiamate «preziose», che lo sono agli occhi degli esseri umani ma che noi consideriamo diversamente, perché vediamo l'Amore in tutti i minerali, un Amore che forse voi non siete ancora stati in grado di percepire come si deve.

Più evolverete in coscienza, in sensibilità, più percepirete l'Amore da tutto ciò che vi circonda. Quando comincerete a percepirlo, comincerete a comprendere la Creazione, comincerete a comprendere ciò che è realmente Dio o la Sorgente, perché in realtà la Vita è Amore, Dio è in ogni cosa. Ecco perché è importante amare tutto ciò che vi circonda! Questo è il miglior modo che avete di rendere omaggio alla Sorgente, alla Creazione ed anche a ciò che siete.

Spesso, gli esseri umani non si piacciono. Si vedono troppo piccoli, troppo alti, troppo magri, troppo grassi, ecc… Dal momento in cui un essere umano, comunque esso sia, si ama profondamente e si rispetta, irradia così tanta Luce che chi lo circonda non vede nemmeno la sua forma fisica e le sue imperfezioni.

Nell'Amore, potete anche trasformare le vostre piccole imperfezioni fisiche. Con l'Amore, tutti i miracoli sono possibili perché eleva la vostra frequenza vibratoria, e in questa elevazione potete trasformare le vostre cellule ed anche il vostro aspetto esteriore. Il vostro viso può essere trasformato, ovviamente non fino al punto da non essere riconosciuti, ma esso si può migliorare, essere molto più dolce, può diffondere questo splendore per mezzo dei vostri occhi, del vostro sorriso.

Comunque voi siate, amatevi e guardatevi per come siete! Vedrete che la vostra vita sarà trasformata perché avrete innalzato la vostra frequenza vibratoria e non avrete più bisogno dell'approvazione degli altri per vivere. Non avrete più bisogno di elemosinare sempre ciò che gli altri non possono necessariamente offrirvi, vi accontenterete da soli. Vi nutrirete da soli con l'immenso Amore che si trova dentro di voi.

L'Amore è una vibrazione. Siete giunti su questo mondo per conoscere ogni sfaccettatura dell'Amore nella vostra dimensione; ripetiamo: nella vostra dimensione! Prima di poter conoscere l'Amore Universale e l'Amore Incondizionato che potete toccare con un dito, è necessario aver sperimentato tutti gli aspetti dell'Amore che siete in grado di comprendere e di integrare nella vostra attuale dimensione. È un lavoro lungo, un lavoro molto gratificante e meraviglioso.

È necessario che possiate dirvi senza vergogna e senza trattenervi, guardandovi allo specchio: «Si, io mi amo, perché nel profondo dei tuoi occhi brilla la scintilla di ciò che sono in realtà, dell'Essere di Luce, dell'Essere Divino che io sono». Quando vi guardate allo specchio, cercate di veder brillare la Luce dell'Amore che avete per voi stessi, la Luce dell'Amore giusto e vero.

I mondi sono sempre stati creati con e nella Vibrazione Amore, ma questo Amore diminuisce quando non viene più riconosciuto. È una grande tristezza, perché quando non riconoscete più l'Amore che è comunque in voi, ma che avete nascosto sotto un gran numero di veli, egli è quasi introvabile, ha la stessa forza, ma voi lo nascondete. Questo è quello che succede alla maggior parte degli esseri umani.

Quindi provate a non nascondere più questa energia, questa straordinaria vibrazione che ha dato la vita".

Potete riprodurre questo testo e darne copie secondo le seguenti condizioni :
che non sia tagliato,
che non subisca nessuna modifica di contenuto,
che fate riferimento al nostro sito  http://ducielalaterre.org
che menzionate il nome di Monique Mathieu.



CONDIVISO DA http://ducielalaterre.org/fichiers/amour/aimez_ce_que_vous__tes__2Mc___IT.php

martedì 29 settembre 2015

PREGHIERA DI RINGRAZIAMENTO

PREGHIERA DI RINGRAZIAMENTO Grazie Padre per la mia vita,
Che é la tua e quella di tutti gli altri.
Grazie per la luce e le ombre
Che mi fanno vedere la tua immensitá.
Grazie Padre per la térra,
II fuoco, l'aria e il mare.
Grazie per l'amore e per amare,
Per sapere e avere volontá,
Per un amico e per 1'umanitá
Per il sorriso del bambino
Per papá e mamma.
Grazie Padre per i negri e per i bianchi,
Per gli indigeni, meticci e mulatti.
Per le pietre e le piante,
Animali e santi
Per i Troni, Serafinie Arcangeli
Per la Fede, la Speranza, la Carita.
Per il daré e il perdonare
Per la sfida e per la Pace.
Grazie Padre per le parole,
Lespressione e la capacita di parlare,
Per la pittura e le lettere
La música, la scultura,
II dramma e la architettura.
Grazie Padre per le scienze
La medicina, la elettricitá,
Per la física e per la chimica,
Alchimia e biología
Grazie per la veritá.
Grazie Padre per essere Cristiano,
Rosacroce o Induista
Ebreo, Massone o Mussulmano
Metafisico o Buddista.
Grazie Padre perché sappiamo che esisti
E in molti modi ti possiamo ringraziare
Grazie di tutto
Per il granello di sabbia fino al sistema Solare
Per tutte le galassie
Per sentiré, pensare e poter creare
Grazie per il momento
Nel quale posso meditare
Evocanditi in ogni luogo
Del mió quotidiano andaré.
Grazie per poter ringraziarti per tutto quello che mi dai.


RUBEN CEDENO

PER LA FESTA DEGLI ARCANGELI

Il potere dell’Arcangelo Michele è il combattimento contro il male,cosa che lo ha reso amatissimo da donne e uomini di ogni tempo. Il combattimento contro il male,in ogni maniera si manifesti .è davvero ciò che a tutti noi sta a cuore. Nel brano dell’apocalisse la lotta di Michele si manifesta nella forma del combattimento contro il dragone che insidia la donna gravida:Michele lotta affinché Cristo possa nascere .E in questo abbiamo anche il senso più profondo del mistero Angelico nel nuovo testamento: Gli angeli lottano con noi e per noi,affinché possa nascere in ciascuno e nel mondo il Salvatore del mondo.
GLI ANGELI LOTTANO CON NOI,PER LA VITA DI DIO.
La devozione a San Michele arcangelo è una delle più diffuse:egli è il protettore di tutti i coloro che si trovano in situazioni disperate,perché egli ha combattuto il Dragone,il nemico di Dio e conosce bene cosa significhi lottare con il male.
Nel giorno a lui dedicato ricordiamo tutti noi di recitare una preghiera in suo onore.
Puoi farlo con questo atto di consacrazione che inserisco qui di seguito
PRINCIPE NOBILISSIMO DELLE ANGELICHE GERARCHIE,
VALOROSO GUERRIERO DELL’ALTISSIMO,AMOTORE ZELANTE DELLA GLORIA DEL SIGNORE,TERRORE DEGLI ANGELI RIBELLI,AMORE E DELIZIA DI TUTTI GLI ANGELI GIUSTI,MIO DILETTISSIMO ARCANGELO SAN MICHELE,DESIDERANDO IO DI ESSERE NEL NUMERO DEI TUOI DEVOTI E DEI TUOI SERVIZI,A TE OGGI PER TALE MI OFFRO,
MI DONO E MI CONSASCRO.
PONGO ME STESSO,LA MIA FAMIGLIA E QUANTO A ME APPARTIENE SOTTO LA TUA POTENTISSIMA PROTEZIONE.
E’ PICCOLA L’OFFERTA DELLA MIA SERVITU’ ESSENDO IO UN MISARABILE PECCATORE,MA TU GRADISCI L’OFFERTA DEL MIO CUORE.
RICORDATI CHE SE DA OGGI IN AVANTI SONO SOTTO IL TUO PATROCINIO,TU DEVI IN TUTTA LA VITA ASSISTERMI,PROCURARMI IL PERDONO DEI MIEI MOLTI E GRAVI PECCATI,LA GRAZIA DI AMARE DI CUORE IL MIO DIO,IL MIO CARO SALVATORE GESU’ E LA MIA DOLCE MADRE MARIA.
DIFENDIMI SEMPRE DAI NEMICI DELL’ANIMA MIA ,SPECIALMENTE NEL PUNTO ESTREMO DELLA MIA VITA. VIENI ALLORA,O PRINCIPE GLORIOSSISSIMO,E ASSISTIMI NELL’ULTIMA LOTTA. E CON LA TUA ARMA POTENTE RSPINGI LONTANO DA ME NEGLI ABBISSI DELL’INFERNO ,QUEL’ANGELO PREVARICATORE E SUPERBO,
CHE POSTRASTI UN DI’ NEL COMBATTIMENTO IN CIELO
AMEM.


CONDIVISO DA http://guide.supereva.it/angeli/interventi/2005/09/226119.shtml

UN ANGELO E' SEMPRE CON NOI

Un angelo è sempre con noi
Spesso mi arrivano domande su come contattare il proprio angelo, di alcuni che confessano di aver visto dei bagliori d luce intorno a loro.
bagliori Sono convinta che questi bagliori siano gli angeli che in qualche modo cercano di attirare l''attenzione.
A volte può accadere di sentire il bisogno di vedere un angelo con ali circondato da un alone di luce, ma personalmente ritengo che gli Angeli siano semplicemente ” esseri di luce”

Chi apre il proprio cuore agli angeli non deve sorprendersi se a un tratto crede di vedere bagliori intorno a se.

Quei bagliori sono angeli , esseri di luce che si muovono alla velocità della luce e sono intorno a noi in ogni momento . Anche adesso.
Indipendentemente da quanto la vita possa essere o sembrare solitaria, ricordiamoci che non siamo mai veramente soli.

Un angelo è sempre accanto a noi pronto a sostenerci lungo il sentiero della vita.
Chiediamo aiuto al nostro angelo, impegnamoci con noi stessi per apportare cambiamenti necessari per rendere la nostra esistenza piena e felice.


CONDIVISO DA http://guide.supereva.it/angeli/interventi/2010/05/un-angelo-e-sempre-con-noi

domenica 27 settembre 2015

BELLISSIMO PENSIERO SUGLI ANGELI Omraam Mikhael Aivanhov

"Rimanendo freddi, rigidi, spenti e senza amore, molti si illudono di poter riuscire nella vita. Poveretti!
Se vogliono riuscire, occorre che prima si abituino a diventare vivi, e non si diventa vivi se non imparando ad amare; anche per questo ci sono degli esercizi da fare.
Quali?
Eccone uno facilissimo. In un momento in cui nessuno vi vede, alzate la mano inviando tutto il vostro amore alla terra e al cielo, agli Angeli e al Signore, e dite:

"Vi amo, vi amo, voglio essere in armonia con voi".

Abituandovi così a proiettare nello spazio qualche cosa di vibrante, di intenso, diventate come una sorgente, come un sole.
Perché certi esseri si rifugiano dietro un volto sinistro, sul quale non si legge né amore né bontà e nemmeno intelligenza?
Non si accorgono di quanto sia pericoloso quell'atteggiamento, sia per sé che per gli altri.
Essi devono imparare ad esprimere l'amore per diventare vivi, affinché il loro volto e il loro sguardo siano vivi, affinché la loro presenza sia viva."

Omraam Mikhael Aivanhov

sabato 26 settembre 2015

LE VERE GIOIE SPIRITUALI

​Le vere gioie spirituali

7
Submitted by Walter on Sat, 05/09/2015 - 12:57

"Vi parleremo ancora un po' delle scorciatoie, non perché siano inutili all’allievo, al neofita, all’ Operatore di Luce, ma perché sta arrivando un momento in cui non potrete più dirigervi verso queste scorciatoie poiché, per voi che avete avuto questo risveglio di coscienza, per voi che siete trasformati a livello vibratorio, sarebbe una perdita di tempo.

La vera realtà sarà la strada che avrete scelto e che vi conduce verso la Saggezza, verso la conoscenza di voi stessi, verso la gioia profonda che è in voi, e soprattutto verso l’Amore.

Avete bisogno di fare corsi su corsi per imparare l’Amore, per integrare la gioia, per essere nell’armonia, per ottenere Saggezza, per far risalire la conoscenza sempre più profonda di voi stessi? Riflettete!

Non saremo noi a dirvi: "fate questo", o "fate quello"! Sarà la vostra coscienza a dirvelo! Noi pensiamo che ognuno di voi inizia a trovarsi realmente su questa strada, mentre alcuni hanno bisogno di miracoli e di irrazionalità.

Come vi abbiamo detto spesso, il miracoloso è nel più profondo di voi stessi, il miracoloso non si trova per forza all’esterno. Il miracoloso, per noi, è scoprire ciò che siete, scoprire e offrire l’Amore, l’Amore vero e non l’amore illusione!

Le gioie spirituali sono mille volte superiori alle gioie umane. Non dimenticherete mai le gioie spirituali! Le gioie umane sono molto passeggere, a volte possono lusingare l’ego. Le gioie spirituali non passano dall’ego ma dall’umiltà. Non c’è niente di più bello della gioia spirituale, perché è semplicemente associata all’Amore.

Siete molto felici di acquistare una bella casa, una magnifica auto, ma dopo qualche tempo, cosa vi rimane di questa gioia? Così poco!

Giungerete ad ottenere, a comprendere e a vivere delle gioie spirituali attraverso il vostro lavoro e il vostro risveglio; potrete sempre andare nelle profondità di voi stessi per ritrovare queste gioie, questa felicità, affinché inondino la vostra vita. Le vere gioie spirituali, non le dimenticherete più!"



Potete riprodurre questo testo e darne copie secondo le seguenti condizioni :

che non sia tagliato,
che non subisca nessuna modifica di contenuto,
che fate riferimento al sito http://ducielalaterre.org
che menzionate il nome di Monique Mathieu.
che sia citata la fonte della versione italiana: www.liberamente.co

http://www.liberamente.co/cms/edl/messaggi/amore-e-saggezza/%E2%80%8Ble-vere-gioie-spirituali

giovedì 24 settembre 2015

LA MENTE VI PORTA SEMPRE VERSO IL BENE

L A  M E N T E  V I  P O R T A  S E M P R E  V E R S O  I L  B E N E 


      Da quando la Terra ha cambiato la sua frequenza base e l'uomo si è sincronizzato con essa tutto è cambiato, tutto sembra più
      veloce anche la vostra percezione ed il vostro grado di acquisire i valori e le energie di questa nuova era.

      La vostra mente è più pronta e può comprendere di più e meglio rispetto al passato.

      Ecco perché anche il nostro modo di comunicare è cambiato, ora potete percepire concetti molto più elevati.

      Oggi siete a conoscenza delle origini cosmiche della vostra Materia Prima, siete a conoscenza della vostra natura fatta a immagine
      e somiglianza di Dio e conoscete le tre Energie e Forze Divine: Padre, Figlio e Spirito Santo e le tre energie dell’uomo: Corpo,
      Anima e Mente. Oggi sapete che siete tutti fratelli, tutti figli di Dio, fatti della stessa sostanza.

      Oggi le vostre conoscenze si possono unire al vostro sapere creando un nuovo stato interiore dentro di voi.

      Ma oggi dovete fare molta più attenzione nel distinguere tra i pensieri che provengono dal cervello e i flash che provengono dalla
      mente, ricordate che la mente vi porta sempre verso il bene
UN MESSAGGIO DEL MIO ANGELO DI LUCE....GRAZIE COME SEMPRE.........

http://www.menteconmente.it/

mercoledì 23 settembre 2015

Equinozio d' Autunno. L'Arcangelo Michele e il senso iniziatico dell'equinozio d'autunno Omraam Mikhaël Aïvanhov

Equinozio d' Autunno.
L'Arcangelo Michele e il senso iniziatico dell'equinozio d'autunno
Omraam Mikhaël Aïvanhov – tratto da www.karma51.it/temi1.htm

Percorrendo la fascia zodiacale, il sole attraversa ogni anno i quattro punti cardinali chiamati equinozi e solstizi.
Questi quattro punti, solstizi ed equinozi, coincidono con le quattro feste dette cardinali: Natale, Pasqua, S. Giovanni e San Michele, feste istituite dagli Iniziati per ricordare agli uomini che in quelle date il sole immette nell'universo delle forze particolarmente potenti, forze che gli uomini, se coscienti, hanno la possibilità di utilizzare per la loro evoluzione.
L'invio di tali forze è organizzato e regolato da grandi spiriti che hanno ai loro ordini molti altri spiriti di minore importanza, incaricati di distribuire le energie sulla superficie del pianeta. Una moltitudine di spiriti si dedica a questa attività. Non bisogna pensare che, in natura, tutto si produca meccanicamente; non è così, ogni cambiamento è dovuto all'opera di entità incaricate di occuparsi dei minerali o dei vegetali, degli animali o degli uomini.

Il 21 settembre ha luogo l'equinozio d'autunno, al quale presiede l'Arcangelo Michele. Il sole entra nel segno della Bilancia, dando così inizio a un nuovo ciclo.
I frutti cadono dagli alberi, abbandonano i loro involucri, mentre i semi vengono selezionati per essere consumati o conservati; più tardi essi saranno piantati nella terra affinché il ciclo ricominci. Ma questo lavoro di separazione, di cernita che si fa in natura non riguarda unicamente la vegetazione: esso concerne anche l'essere umano.
Come il frutto si separa dall'albero e il seme dal frutto, l'anima si separa dal corpo.
Il corpo corrisponde all'involucro e l'anima al seme che viene seminato in alto, in Cielo. Il giorno in cui sarà maturo, il frutto che è l'uomo non dovrà cadere in terra come il seme di una pianta, ma volarsene verso il Cielo.

E l'autunno è il periodo nel quale deve avvenire questa separazione di cui parla Ermete Trismegisto quando dice: «Tu separerai il sottile dal denso con grande abilità». Separare il sottile dal denso vuol dire separare lo spirituale dal materiale. Durante l'autunno tale processo di separazione si realizza in tutta la natura per preparare la nuova vita. Come l'Arcangelo Michele viene a separare l'anima dal corpo, così l'Iniziato lascia morire in sé una materia per liberare la vita. L'Arcangelo Michele separa l'anima dal corpo perché l'anima deve viaggiare, visitare altri mondi dello spazio e non rimanere eternamente sulla terra.
La separazione è una legge della vita. Ecco quindi che cosa dobbiamo imparare dall'Arcangelo Michele: la selezione, il discernimento, l'apprendere a separare il puro dall'impuro, l'utile dall'inutile, il nocivo dal salutare, la cosa morta da quella viva. E la causa di tutte le sventure è proprio la mancanza della capacità di discernimento.

Le forze presiedute dall'Arcangelo Michele sono forze di equilibrio, di giustizia, quindi di discernimento tra il buono e il cattivo in vista di liberare ciò che è bene e di trasformare ciò che è male. Ma il bene e il male sono così strettamente uniti che non li si può separare prematuramente senza provocare lacerazioni. L'arte di separare i contrari è la più difficile che ci sia; ed è in natura che gli Iniziati si sono istruiti in quest'arte. Non è facile separare la noce dal suo mallo, ma la natura sa come farlo: essa lascia maturare il frutto, il mallo si apre da solo e la noce si libera. Lo stesso dicasi per il bimbo nel ventre di sua madre: esso è strettamente collegato alla madre e non lo si può strappare prematuramente, altrimenti sarebbe la morte per entrambi. Se invece si aspetta, il frutto giunge a maturazione e, a quel punto si può recidere il legame che univa la madre e il bambino. Questa separazione è il simbolo della maturità. Vi ricordate della parabola del Vangelo sulla zizzania e sul buon grano?

Il tempo della mietitura è quello in cui i frutti sono maturi. Bisogna quindi aspettare quel momento per separare il male dal bene, e tale separazione sarà operata dall'Arcangelo Michele.
Sarà l'Arcangelo Michele colui che rivestirà il ruolo principale nella purificazione della terra. Nel corso dei secoli, una moltitudine di esseri nocivi hanno riversato sulla terra un'immensa quantità di forze distruttrici, forze che si sono accumulate in un serbatoio prendendo la forma di un mostro chiamato Drago o Serpente. E' lui quello di cui si dice che... seduce le nazioni, porta fuori strada i figli di Dio e provoca tutte le sventure dell'umanità. Questa egregora è di una potenza smisurata. Solo l'Arcangelo Michele è in grado di vincere quest'egregora.
Con l'aiuto del suo esercito, realizzerà ciò che da secoli le moltitudini implorano dal Creatore. Ecco perchè dobbiamo collegarci all'Arcangelo Michele, chiedergli la sua protezione e la possibilità di operare con lui per accrescere la sua vittoria. La luce trionferà sulle tenebre: è stato predetto e così sarà. Perchè non partecipare a quell'evento? I figli di Dio che saranno iscritti nel numero di coloro che avranno partecipato al combattimento dell'Arcangelo Michele, il Genio del Sole, questa potenza di Dio tra le più luminose, riceveranno il bacio dell'Angelo del fuoco. Tale bacio non li brucerà ma li illuminerà !

Omraam Mikhaël Aïvanhov


condiviso da http://www.disinformazione.it/equinozio_autunno.htm

lunedì 21 settembre 2015

IL BENE E IL MALE SONO COME LE DUE MANI DI DIO

Il Bene e il male - sono come le due mani di Dio

"È un errore considerare il bene e il male come due forze indipendenti che non smettono di scontrarsi.
La realtà è che il bene e il male sono due correnti collegate a un’istanza superiore: Dio.
Il problema del bene e del male non potrà mai essere risolto sul piano fisico, poiché l’origine di ciò che unisce queste forze contrarie è in alto.
Al livello in cui ci troviamo, noi possiamo vedere unicamente il loro conflitto.
Il nostro lavoro consiste dunque nell'elevarci fino a quell'istanza superiore che sa utilizzare sia il bene sia il male per uno scopo che non è dato di conoscere né al bene né al male stesso.
Proprio così, il bene non conosce tutto… e neppure il male, ovviamente.
Colui che conosce tutto è al di sopra del bene e del male: è il Signore.
Allora, rivolgetevi a Lui e ditegli:

«Signore, Tu che hai creato tante cose belle, così vaste e profonde, Tu mi vedi smarrito in mezzo ad esse…
Non riesco a vedere chiaramente con la mia intelligenza limitata.
Inviami i Tuoi Angeli, affinché mi dicano come comprendere e come agire». "

Omraam Mikhael Aivanhov

23 SETTEMBRE SAN PIO DA PIETRELCINA

23 SETTEMBRE

SAN PIO DA PIETRELCINA


PREGHIERA per ottenere la sua intercessione
O Gesù, pieno di grazia e di carità e vittima per i peccati, che, spinto dall’amore per le anime nostre, volesti morire sulla croce, io ti prego umilmente di glorificare, anche su questa terra, il servo di Dio, San Pio da Pietralcina che, nella partecipazione generosa ai tuoi patimenti, tanto ti amò e tanto si prodigò per la gloria del Padre tuo e per il bene delle anime. Ti supplico perciò di volermi concedere, per la sua intercessione, la grazia (esporre), che ardentemente desidero.
3 Gloria al Padre


(clicca)


CORONCINA al SACRO CUORE recitata da SAN PIO

1. O mio Gesù, che hai detto "in verità vi dico, chiedete ed otterrete, cercate e troverete, picchiate e vi sarà aperto!", ecco che io picchio, io cerco, io chiedo la grazia…(esporre)
Pater, Ave, Gloria. 
- S. Cuore di Gesù, confido e spero in Te.

2. O mio Gesù, che hai detto "in verità vi dico, qualunque cosa chiederete al Padre mio nel mio nome, Egli ve la concederà!", ecco che al Padre Tuo, nel Tuo nome, io chiedo la grazia...(esporre)
Pater, Ave, Gloria. 
- S. Cuore di Gesù, confido e spero in Te.

3. O mio Gesù, che hai detto "in verità vi dico, passeranno il cielo e la terra, ma le mie parole mai!" ecco che appoggiato all’infallibilità delle Tue sante parole io chiedo la grazia…(esporre)
Pater, Ave, Gloria. 
- S. Cuore di Gesù, confido e spero in Te.

O Sacro Cuore di Gesù, cui è impossibile non avere compassione degli infelici, abbi pietà di noi miseri peccatori, ed accordaci le grazie che ti domandiamo per mezzo dell’ Immacolato Cuore di Maria, tua e nostra tenera Madre, S. Giuseppe, Padre Putativo del S. Cuore di Gesù, prega per noi.
Salve Regina.


INVOCAZIONE A SAN PIO

O Padre Pio, luce di Dio,
prega Gesù e la Vergine Maria per me
e per tutta l'umanità sofferente. Amen.
(3 volte)


PREGHIERA A SAN PIO
(di Mons. Angelo Comastri)

Padre Pio, tu sei vissuto nel secolo dell'orgoglio e sei stato umile. 
Padre Pio tu sei passato tra noi nell'epoca delle ricchezze 
sognate, giocate e adorate:e sei rimasto povero.
Padre Pio, accanto a te nessuno sentiva la voce: e tu parlavi con Dio;
vicino a te nessuno vedeva la luce: e tu vedevi Dio. 
Padre Pio, mentre noi correvamo affannati, 
tu restavi in ginocchio e vedevi l'Amore di Dio inchiodato ad un legno, 
ferito nelle mani, nei piedi e nel cuore: per sempre! 
Padre Pio, aiutaci a piangere davanti alla croce, 
aiutaci a credere davanti all'Amore, 
aiutaci a sentire la Messa come pianto di Dio, 
aiutaci a cercare il perdono come abbraccio di pace, 
aiutaci ad essere cristiani con le ferite 
che versano sangue di carità fedele e silenziosa: 
come le ferite di Dio! Amen. 



CONDIVISO DA http://www.preghiereperlafamiglia.it/san-pio-da-pietralcina.htm



ERO VICINO AL TUO LETTO LA SCORSA NOTTE

Ero vicino al tuo letto la scorsa notte.




Ero venuto a dare un’occhiata.
Ho visto che stavi piangendo
e non riuscivi a prendere sonno.
Ho uggiolato piano piano quando hai
asciugato una lacrima dal tuo viso,
” Sono io, non ti ho lasciata, è tutto a
posto, sto bene, sono qui “.
Ero vicino a te a colazione, e ti ho
guardata versare il caffè,
stavi pensando a quante volte le tue
mani mi avevano accarezzato.
Ero con te nei negozi oggi, le tue braccia
erano doloranti,”
ed io avrei voluto portare i tuoi pacchi,
ma non ho potuto
Ero con te oggi quando sei andata
alla mia tomba,
te ne prendi cura con molto amore.
Voglio rassicurarti, io non sono là .
Ho camminato con te per la casa mentre
cercavi le tue chiavi,
ti ho toccata… ho sorriso e
ti ho detto .”Sono io”.
Sembravi molto stanca e triste seduta
su quella sedia,
ed io ho cercato con tutte le mie forze
di farti sentire che ero lì, vicino a te.
Per me e’ possibile starti cosi vicino,
sempre.
e dirti :”Non me ne sono mai andato “.
Eri seduta tranquilla, poi hai sorriso,
penso che tu sapessi….
che, nella quiete della sera, io ero
molto vicino a te.
Il giorno e’ finito…,
sorrido e ti guardo sbadigliare,e ti dico :
” Buonanotte, che il Signore ti benedica,
ci vediamo domattina”.
E quando arriverà il momento
in cui tu attraverserai il breve spazio che ci divide,
io ti correrò incontro per darti il benvenuto,
e resteremo fianco a fianco.
Ho molte cose da mostrarti,
e ci sono molte cose da vedere per te.
Sii paziente, arriva fino alla fine del tuo viaggio…
e poi vieni a casa,
vieni da me.
(UN ANGELO)


CONDIVISO DA http://blog.pianetadonna.it/pensierieancorapensieri/ero-vicino-al-tuo-letto-la-scorsa-notte/#

sabato 19 settembre 2015

SPIRITI DELLA LUCE Omraam Mikhael Aivanhov

Spiriti della luce - vengono a farci visita solo se li invitiamo

"Gli spiriti della luce non usano mai violenza verso gli esseri umani, non si impongono, non vanno mai a insediarsi in qualcuno che non li ha invitati. Viceversa, gli spiriti delle tenebre insistono, si impongono e si aggrappano.
Se volete ricevere la visita degli angeli, sta dunque a voi invitarli dicendo loro:

«Qui sono io il proprietario, e sono io che vi invito.
Voi potete disporre di ogni cosa, qui siete a casa vostra».

Quando gli esseri luminosi sentono che stanno realizzando il desiderio del proprietario, entrano, e per entrare possono anche diventare audaci; si gettano sulle entità tenebrose ancora presenti che si aggirano in voi, e le scacciano.
Dato che hanno l'autorizzazione a entrare, sono assolutamente in grado di imporsi. Ma finché il padrone o la padrona di casa non li ha invitati, essi non entrano: rispettano la sua volontà."

Omraam Mikhael Aivanhov

venerdì 18 settembre 2015

KRYON GLI ATTRIBUTI DELLA VECCHIA ANIMA

Kryon: Gli attributi della vecchia anima
In questo preciso istante, ci sarà qualcuno che si chiede: «Io sono una vecchia anima?» Prima che rispondiate, voglio parlarvi di alcuni parametri della vecchia anima su cui riflettere. Ma, prima di farlo, voglio dirvi qualcos’altro. Io vedo la dolcezza, la bellezza e la finalità del vostro essere qui. Io provengo dall’altra parte del velo, in cui non esiste il tempo e la percezione della realtà è molto diversa da qui. Nel luogo in cui io sono, se luogo vogliamo definirlo, c’è il riconoscimento di tutto ciò che siete. Noi vediamo le frustrazioni della vita che state vivendo e, contemporaneamente, la bellezza delle vite che avete vissuto prima. Abbiamo visto quello che avete passato e quello per cui pensate di essere qui. Noi vediamo tutto insieme nella sua grandiosità, eppure, voi ancora vi domandate: «Io sono una vecchia anima?» Per noi è già sorprendente il fatto che voi, mentre siete qui, vi poniate questa domanda.
Miei cari, c’è così tanto che vorrei farvi sentire che non riesco nemmeno a parlarne. Voglio che questo messaggio risuoni di verità, affinché sappiate chi siete. Voglio iniziare un viaggio che vi aiuti a confermare ciò che, a un certo livello, sapete già. Siete vecchie anime. Voglio fare una dichiarazione: io so chi c’è qui e tutti quelli che stanno ascoltando la mia voce, in questo momento, in questa sala, sono vecchie anime – tutti quanti voi, singolarmente.
C’è molta varietà fra di voi, per quanto riguarda la quantità di tempo che ciascuno di voi ha trascorso sul pianeta. Pensate a ciò che avete sperimentato, alle varie culture in cui siete stati, alle battaglie che avete affrontato e ai motivi per cui siete venuti. Voglio dirvi che l’esperienza di questo gruppo è straordinaria e non è quello che pensate. Voi pensate in modo lineare e credete semplicemente di vivere un certo numero di vite, come diversi tipi di Umani. Invece, noi vediamo le vostre vite come catalizzatori per la Terra.
Noi definiamo una vita come “un’esperienza” o “un’espressione” di un’anima sulla Terra. Cosa pensate di un’anima che viene qui per tre mesi e poi se ne va? Potreste pensare che qualcosa non vada, che sia la tragedia di perdere un figlio. Ma, in realtà, è una cosa che viene fatta con un accordo precedente con le anime dei genitori. Serve a fare in modo che venga appresa o impartita una lezione o che al genitore venga data un’opportunità di diventare spirituale attraverso il dolore. Quindi, questo rappresenta una vita che è profonda grazie ai suoi potenziali, ma che dura solo tre mesi! Spesso, questa esperienza di vita viene data solo da una vecchia anima. Avreste mai pensato di poter fare qualcosa del genere? È così fondamentale e così profondo e significativo! Forse, una madre si è risvegliata spiritualmente e si è fatta delle domande sulla sua vita, a causa di quello che avete fatto e che avevate pattuito e voi arrivate e ve ne andate nel giro di tre mesi.
E che dite di chi viene su questa terra per vivere solo fino a 19 anni e finire ucciso sul campo di battaglia con una coltellata? Potreste dire: «A chi giova? È una vita sprecata». Vorrei dirti, caro Essere Umano, che ogni respiro che fai, come vecchia anima su questo pianeta, è significativo, è misurabile, viene registrato ed è bellissimo. Alcuni di voi sono stati sul campo di battaglia nel ruolo di caduti, mentre altri ci sono stati nel ruolo di vincitori. Questa è esperienza ed è tutto ciò di cui necessita la vecchia anima, in questo momento del tempo. Che giovamento porta? Forse, un giorno, lo ricorderete abbastanza bene da avere il potere di affermare: «Non ci saranno mai più campi di battaglia!» La vostra saggezza si renderà conto che non importa che siate il vincitore o il vinto, perché entrambi rappresentano un’energia bassa e inadeguata per una nuova terra. La guerra non è accettabile! Soltanto una vecchia anima può saperlo, grazie all’esperienza.
Voglio descrivervi le caratteristiche della vecchia anima, lentamente, e vi chiederò di essere introspettivi. In altri termini, voglio che analizziate queste cose a livello personale. Non mentite a voi stessi. Non entrate nella negazione. Voglio che stiate lì e vi concentriate su questo, ora. Sono le vostre caratteristiche?
Uno – Il primo motivo per cui sapete di essere una vecchia anima è che state ascoltando queste parole! Le persone che riempiono questa sala non sono qui per semplice curiosità. Il livello di apprendimento rappresentato qui, in questo tipo di energia, attira solo vecchie anime.
Siete voluti venire? La maggior parte dice di sì, ma alcuni di voi sono stati trascinati qui da qualcuno che voleva vedessero che cosa succede. Io vi dico che questa è sincronicità, non è un caso. Persino quelli che non erano stati scelti per venire qui, ma ci sono grazie ad altri, sono vecchie anime. Questo vale anche per chi è in ascolto, magari per la prima volta. Non è un caso!
Il primo motivo per cui sapete di essere una vecchia anima, è che siete qui. Miei cari, che cosa sentite o pensate, mentre parliamo? Sentite Kryon, o pensate alla cena che farete dopo? Siate onesti. Le vecchie anime sono curiose! Quando si tratta di questa energia, vengono attirate come falene verso una fiamma. Vecchia anima, tu riconosci il motivo per cui sei qui e, a qualche livello, vuoi di più. Sei una spugna per le informazioni e non per curiosità, ma perché le informazioni stanno iniziando a risuonare con la verità dell’epoca. Questo è il numero uno.
Due – Alcuni di voi iniziano ad avere quelle che chiamerò profonde esperienze di ricordo. Voi le avete definite dejà-vu, frase secondo cui potreste pensare che avete già sperimentato quell’energia in precedenza: «Ho l’impressione di ricordare, però non riesco a ricordare se è successo oppure no.» Ad alcuni di voi succede sempre più spesso. Forse incontrate una persona, poi ve ne andate e, a qualche livello,  siete convinti di averla già conosciuta? Più tardi, vi rendete conto che non l’avevate mai incontrata. Forse andate a una riunione e incontrate qualcuno che vi sembra amichevole e molto familiare, come fosse un parente, eppure, non l’avevate mai visto. In qualche modo, vi rendete conto che dev’essere un vecchio amico e che state riaccendendo un’amicizia profonda con la famiglia akashica. Magari, avete incontrato una madre o una figlia di una vita precedente? Gli uomini incontrano vecchi compagni d’armi con cui sentono un’affinità e li chiamano “amici” o “compagni”, o quel che è, per segnalare verbalmente di voler stare in loro compagnia. Ed è anche più di questo.
Alcuni di voi avvertiranno una similarità di coscienza con altri, ma è più di questo. State iniziando a ricordare cose, un’energia che chiamerò risveglio akashico. Sempre più persone, tra voi, vengono a trovarsi in situazioni che sembrano familiari, e vedono volti che pensano di conoscere, eppure in questa vita è la prima volta! Al mio partner succede quando si reca in paesi e culture in cui non era mia andato e là incontra dei fratelli e delle sorelle. È difficile per lui andarsene. Molti non parlano nemmeno la sua lingua e comunicano soltanto tramite gli interpreti, eppure lui li guarda negli occhi e sa che sono della famiglia. Per quanto vaste, le sue esperienze in giro per il pianeta sono con quelli che lui conosce. Si incontra con la famiglia.
Questo è un segno che si è una vecchia anima e ad alcuni di voi succede di continuo. Inoltre, quanti di voi vedono regolarmente 11:11 sull’orologio? È una sincronicità il vederlo per caso. Vedete queste combinazioni di numeri troppo spesso per essere un caso? Sapete che è un sistema di trasmissione per le vecchie anime, così che sappiano di essere vecchie anime? Ecco che cos’è. È un sistema di comunicazione, un sistema dell’amore, che dice: «Noi sappiamo chi sei, vecchia anima!»
Tre – Forse, sei una donna che non ha mai avuto figli, eppure a qualche livello li hai avuti! Lo sai e lo senti. Forse, non hai mai avuto figli e decidi che non ne avrai! Non ne hai bisogno, perché senti di aver avuto più e più figli e ora è il momento di una pausa. Ma tu sai com’è, vero? Lo sai davvero, vecchia anima. Sei stata qui abbastanza volte da far risuonare la tua Akasha con la profonda qualità dell’essere madre. È lo stesso per gli uomini. Un uomo che è gentile per natura e che non farebbe mai del male a un altro Essere Umano, può sapere, a livello intuitivo, di essere stato un guerriero. Egli sente, o forse addirittura sogna, di aver infilzato un altro Umano con la spada, qualche volta, e sa come ci si sente a prendere una vita. Ora, se sei quell’uomo e mi stai ascoltando, ti sfido a venire là con me, con la mente. Lo sentirai e saprai di aver compiuto delle azioni deprecabili. Risuona nella tua Akasha e fa parte della tua struttura cellulare. Per quanto tu sia gentile, o rispettoso, questa volta sai di avere un guerriero dentro di te.
Ora, se vogliamo davvero andare sull’esoterico, sentite qua. Donne tra il pubblico, anche voi sapete di avere un guerriero dentro e lo sentite. Siete state sui campi di battaglia della Terra e lo sapete. Anche se non rispondete al fatto di essere uomini, potete rispondere all’energia dell’essere nel dramma della battaglia. Voi sapete come ci si sente a sopravvivere, oppure no, sul campo di battaglia. C’è talmente tanta storia che parla di battaglie vinte e perse, da significare che tutti voi, qui in sala, avete partecipato di sicuro a molte di esse. Qualche volta siete morti per il vostro Dio, e qualche volta siete morti per niente, ma tutti avete vissuto l’esperienza di sapere come fosse arrivare, andarsene in fretta e affrontare una morte drammatica. Uomini e donne avete in voi l’energia di quel passato ed essa vi influenza nella volta successiva; voi potete decidere se desiderate rifarlo oppure no. In un’energia più vecchia, molti di voi hanno deciso di farlo più volte e sono nate famiglie di uomini e donne militari. Altri si risvegliano alla sensazione di aver finito. Alcuni uomini stanchi delle battaglie diventano madri [sorriso di Kryon].
Quattro – Sono così tanti i segnali dell’essere un’anima vecchia, che, forse, non ne siete consapevoli. Qualcuno si nasconde. Eccone uno che vorrei esaminare nella vostra mente, mentre siete qui: siete ingenui o saggi? Ora, riconosco che una persona ingenua non andrebbe mai a pensare di essere una persona ingenua. Sto parlando di saggezza indipendente dalla vostra età. Possedete una saggezza indipendente dai vostri anni? La risposta è sì, in ogni caso. Lo sapete, e ve ne state seduti lì, in tutta onestà, con il vostro corpo, con la vostra coscienza, e lo sapete. Ci sono dei giovani qui che lo sentono in modo profondo – saggezza che va oltre gli anni. Com’è possibile? Come si fa a descrivere che sensazione dà? Miei cari, vi ho appena fornito una delle chiavi per sapere che siete una vecchia anima e so anche che voi non ne parlate mai con nessuno.
Come potreste mai dire una cosa del genere a qualcuno, senza che questi creda che il vostro ego sia fuori controllo? Se dite: «Sono più saggio di tutte le persone che ho accanto», la gente se ne chiederà il motivo e, forse, non vorrà più starvi accanto. Ma, onestamente, detto tra noi, non è così che vi sentite? Mio caro, questo è un segreto che avete tutti ed è in comune con tutto il gruppo. Vi riunite con loro e vi rendete conto di aver trovato una famiglia saggia. La vostra saggezza deriva dall’esperienza. L’avete pagata, miei cari. Ecco come fate a sapere di essere una vecchia anima.
Cinque – Ora, la prossima è difficile da trattare e ne abbiamo già parlato diverse volte, nelle ultime canalizzazioni. C’è una cosa che l’Akasha crea nella vostra personalità. Vivere una vita dopo l’altra, in un’energia vecchia, crea problemi di autostima. Per eoni, avete combattuto contro un’energia vecchia e non vi è andata bene. L’energia vecchia era sempre al comando e per voi si trattava sempre di nascondervi o di combatterla. Molti di voi sono morti a causa sua. Le cose non sono mai veramente migliorate, nel corso della storia. Avete trascorso vita dopo vita in queste condizioni, sempre sconfitti, fino ad ora.
Ora, vi risvegliate in un tempo, su questo pianeta, profetizzato dagli Antichi. È profondo e ha il potenziale del cambiamento e le profezie si stanno realizzando. L’energia  è finalmente dalla vostra parte ed è di questo che stiamo parlando da qualche anno. Tuttavia, a causa di questa battaglia contro la vecchia energia, qual è il vostro atteggiamento? La completa mancanza di autostima. Non vi chiederò di alzare la mano per darmene conferma, perché la maggior parte di voi lo sente. Esaminate la vostra anima, in questo momento, e saprete che ho ragione. Forse all’esterno siete assertivi e vi mostrate forti agli altri, ma, quando siete soli, vi domandate chi siete. Vi domandate se ce la farete, vi domandate se avete ragione. Questa è la vecchia anima.
La vostra esperienza nel corso della storia ha fatto sì che andaste a esaminare la vostra mente, per vedere se siete degni di essere qui, in questa nuova energia. La vostra logica soppesa tutto questo e, spesso, si ritrova con questo risultato: «Forse non sono degno di essere qui», oppure «Succederà di nuovo?» oppure «Sono troppo stanco!» È questo che pensate, vero? La mancanza di autostima è la caratteristica della vecchia anima. È del tutto comprensibile. Quante volte perderete la stessa gara, prima di non voler più partecipare? Ma la gara è cambiata.
L’energia del pianeta sta iniziando a cambiare e l’equilibrio di coscienza tra luce e buio si sta modificando parecchio. Man mano che imparate chi siete, perché siete qui e perché vi sentite come vi sentite, comincerà ad avere un senso. Non c’è niente di meglio che scoprire la verità, perché risolve il passato. Scoprire la verità sul passato pone anche il futuro in prospettiva e iniziate ad avere l’autostima che meritate.
Le battaglie del buio e della vecchia energia sono tutt’intorno a voi e vedete che vengono combattute dalla società in modi del tutto diversi. C’è la sensazione generale che gli Esseri Umani, collettivamente, desiderino l’uguaglianza, una vita confortevole, giustizia, una buona qualità di vita e l’integrità dei capi di governo, ovunque. Questa è la battaglia principale oggi – il cambio della guardia dal fare le cose sempre alla solita maniera, al fare qualcosa che l’umanità non ha mai visto prima.
Sei – Scoprire lo scopo. La vecchia anima ha così tanta esperienza e c’è così tanta storia, che molte si guardano intorno e domandano: «Qual è il mio scopo?» Spesso, si rivolgono ad altri per farsi dire quale sia. Magari vanno a degli incontri in cui sono sicuri di sapere quale sia, ma, nel profondo, non ne hanno idea. Chiedono: «Qual è il mio scopo? Che cosa ci faccio qui?» Questo perché l’energia è diversa.
Come vecchia anima, voi ponete queste domande esoteriche, perché alcuni, se non tutti, a qualche livello non si sentono realizzati da ciò che fanno. Pensano che non sia abbastanza o che le cose siano andate diversamente da come pensavano all’inizio. Vecchia anima, le tue domande dimostrano veramente che sei una vecchia anima! In un’energia nuova, imparare di nuovo come muoverti è frustrante e genera confusione! Perché, per quante volte tu abbia già vissuto prima, non hai mai vissuto in questa energia.
Questa, per te, è un’energia nuova e, quindi, ti senti un po’ persa o, magari, lo scopo della tua vita non è chiaro, perché la nuova energia non ti dà lo stesso riscontro di quella vecchia. Non riesci a capirlo, perché non riesci a fidarti di quello che senti. Allora tu domandi: «Sto andando bene? C’è qualcosa che potrei fare meglio, o più spesso?»
Lo ripeto. Vecchia anima, man mano che inizi a cambiare te stessa e le vecchie modalità, il tuo potere inizia veramente a vedersi. Inizi a renderti conto non soltanto di chi sei, ma anche del fatto che meriti di essere qui. Sei venuta qui con così tanta esperienza, che inizi ad attingere ad essa a livello akashico. Magari, non ti rendi nemmeno conto di farlo, ma è così. L’intuizione aumenta e cominci ad avere consigli per la tua stessa vita. Ricevi le sincronicità su dove andare e su cosa fare, tutte basate sul fatto che, oggi, sei una vecchia anima.
Chi sta arrivando ora sul pianeta, miei cari, si guarda semplicemente intorno e impara come funzionano le cose. Sopravvive e basta. Non ha ancora gli strumenti dell’esperienza che avete voi. Li avrà, ma per ora sta solo cercando di capire. Tuttavia, voi sapete di cosa si tratta e avete la saggezza del ricordo. State cominciando a risolvere i problemi dell’umanità e, qualche tempo fa, vi dicemmo quale fosse lo scopo della vostra vita. Vi dicemmo di rilassarvi e, semplicemente di “essere qui”. Vi dicemmo che non importa quello che fate e che il vostro operato non è tanto importante quanto la vostra presenza. Questo è un concetto che non si accorda con quello che vi hanno insegnato i vostri genitori.
Ascoltate: non importa quello che fate! La vostra luce aiuta questo pianeta, non il vostro lavoro. La vostra ricerca di chi siete aiuta questo pianeta. Starvene seduti su queste sedie, oggi, aiuta questo pianeta! La Griglia Cristallina ricorda quello che fate e l’energia creata dalla vostra ricerca cosciente durerà per generazioni. Stando qui come anima piena di esperienza, voi immettete la vostra esperienza di saggezza nelle griglie di questo pianeta, l’energia della maturità delle vostre vite. Ecco che cosa state facendo in questo momento.
Questa particolare nuova energia sul pianeta, adesso, è come una spugna che assorbe la vostra esperienza e il vostro potere akashico, così che le prossime generazioni abbiano quello che voi avete imparato come vecchie anime. C’è un sistema, qui, che va molto oltre ciò che pensate. Letteralmente, mentre state lì a disperarvi sul fatto che meritiate di essere qui e su quale sia lo scopo della vostra vita, questo pianeta assorbe tutto quello che avete fatto e, grazie ad esso, matura. È questo il sistema di cui la vecchia anima deve essere a conoscenza.
Rilassatevi e siate. Sappiate che siete qui di proposito. Rilassatevi e lasciate che la sincronicità vi spinga nella prossima area, che sarà benevola e bellissima per voi, se lo consentirete. Avete vissuto così tante vite in cui avete sofferto, che è facile per voi pensare che siete qui per soffrire di nuovo. Non è così! Genitori, portereste i vostri figli in questo mondo, apposta, perché soffrano con voi? Non ha alcun senso. Non è buon senso spirituale! Dovete cominciare a usare l’intelligenza dello Spirito, che domanderebbe: «Che cosa farei se fossi un Dio amorevole e benevolo?» Poi, a qualche livello, ci sarà una voce interiore che risponde: «Lo sei! Sei una parte dell’intero creato.» Potete rispondere alle vostre domande logiche, se volete, dato che la vostra saggezza vi fa vedere il buon senso che c’è nella mente del Creatore.
Sette – Infine, il numero sette, e magari non ci avreste mai pensato. Miei cari, voi avete qualcosa che sentite profondamente e che è evidente. Tuttavia, credete che ce l’abbiano tutti. Non è vero. In questa energia, la vecchia anima ha la capacità di sentirsi profondamente  amata da Dio, mentre gli altri non ce l’hanno. È una cosa che richiede maturità! Vi ci vogliono vite di esperienza per capire la benevolenza del creatore e come sia percepita dentro, quale sia il suo significato.
Ecco perché è così difficile portare un’anima giovane dall’essere una vittima al sentirsi amata da Dio. Non hanno idea di come ci si senta! Voi sì! Ecco qualcosa che non ho mai detto, riguardo al mio partner, e che dico qui per la prima volta. Nel corso degli anni, egli vi ha raccontato molte volte la storia di Kryon e vi ha spiegato che cosa gli successe la prima volta che sedette su quella sedia e si rivolse a me. Sentì un’emozione! Quello fu il catalizzatore e fu ciò che gli permise di continuare a sedere su quella sedia. Non solo la sentì, gli piacque. A qualche livello, l’ingegnere la riconobbe e seppe di cosa si trattava. Egli era una vecchia anima! Egli è una vecchia anima  ed era pronto a percepire l’amore di Dio. Riconobbe la famiglia e, miei cari, l’anima nuova non lo fa. Essa non capisce la sensazione che provate voi, cioè la maturità di essere amati dal creatore. Lo capirà, ma è necessaria l’esperienza.
Se siete una vecchia anima, lo sentite. Se lo sentite, siete una vecchia anima. Congratulazioni a tutti voi per essere quello che siete. Voi siete quelli che cambieranno il pianeta. In questa sala vi siete riuniti da ogni parte – da così tanti paesi e così tante lingue – e avete tutti una cosa in comune, in questo momento: siete insieme e sentite l’amore di Dio.
Cambierai il pianeta proprio con la tua presenza qui, Operatore di Luce. La Griglia Cristallina assorbe la luce che porti con te, che ti sei guadagnato e che hai portato a tutti noi. Questo sistema è profondo e la nuova energia del pianeta ha bisogno dell’esperienza delle vecchie anime e della loro saggezza, per poter influire su coloro che nasceranno in futuro. Questo sistema è esoterico, difficile da descrivere e profondo. Pensaci. Vivendo qui, oggi, impregni le griglie con la tua conoscenza e la tua saggezza, per le generazioni future.
Come pensate potrà mai fare, l’umanità, a maturare e a evolversi spiritualmente, senza questa conoscenza? La risposta è che non può farlo, a meno che non ci sia un cambiamento e il catalizzatore per quel cambiamento è la vostra esperienza akashica di vecchia anima. Voi siete quelli che la stanno introducendo proprio dentro le griglie del pianeta, semplicemente stando qui e comprendendo tutto questo. Questo e l’apertura delle capsule temporali*, creeranno, lentamente, un pianeta asceso. State piantando i semi del futuro, con la sola vostra presenza in sala e permettendoci di parlare con voi.
Concludo. Che cosa farete con queste informazioni? Voglio che pensiate a queste cose, se potete, se volete. Voglio che pensiate a tutte quante e poniate la domanda: «è possibile che io sia più di quel che credo? È possibile che Dio mi conosca, mentre siedo qui, con tutti i miei problemi terreni e le mie frustrazioni? A  Dio importa davvero di tutte le commissioni che devo fare o dei figli che devo crescere? A Dio importa del fatto che devo compiacere i miei parenti o il mio capo al lavoro? è possibile che Dio mi ami nonostante tutto questo?»
La risposta è sì, sì, sì e sì!
Ecco quanto sei importante, vecchia anima! Congratulazioni. È questo il tuo scopo, semplicemente vivere e sapere che sei amata!
E così è.
Kryon
Fonte: http://www.stazioneceleste.it

mercoledì 16 settembre 2015

UNA TECNICA CON GLI ALBERI Omraam Mikhael Aivanhov

Una tecnica con gli alberi :

"Entrando in una foresta, cercate di prendere coscienza che lì sono presenti moltissime creature che vanno e vengono, occupate in diverse attività, e che vi vedono.
Cercate di mettervi in relazione con quelle creature, anche rivolgendo loro la parola per mostrare che ne apprezzate il lavoro.
Avvicinatevi a un albero, per esempio, e ditegli:

"Come sei bello! Come sei potente, resistente, solido! Ah, se potessi avere anch'io la tua resistenza, la tua solidità! Ti incarico di dire a tutti gli altri alberi della foresta che sono magnifici, che li amo; salutali tutti da parte mia, trasmetti loro un mio bacio".

Abbracciate l'albero, e le entità che lo abitano trasmetteranno allora il vostro amore a tutta la foresta. Così, mentre continuate a passeggiare, le altre entità che hanno ricevuto il vostro messaggio escono dagli alberi per guardarvi; sono meravigliate e danzano al vostro passaggio. E quando tornate a casa, siete felici: sentite di aver assaporato qualche cosa della vera vita."

Omraam Mikhael Aivanhov

martedì 15 settembre 2015

PREGHIERA D'AMORE PER IL BATTESIMO DI LUCE E LA COMUNIONE DEI CUORI

Preghiera d'Amore per il Battesimo di Luce
e la Comunione dei cuori

Ti ringraziamo Gesù, Luce della Verità, della Libertà e della Carità.
Un raggio del Tuo Amore illumini i cuori dei trapassati, dei prossimi al trapasso, dei perseguitati, degli afflitti, degli ammalati, dei poveri, dei derubati e degli emarginati.
Insieme, cuore a cuore, offriamo la grande preghiera della sofferenza, in comunione con Gesù che vive in noi, per la Salvezza delle nostre anime e di tutte le nostre creazioni.
Doniamo con il cuore un pensiero d'amore e di misericordia ai fratelli animali che sono sottoposti, senza alcuna pietà, alla sofferenza ed al martirio.
La Luce dell'Angelo Creatore illumina il nostro tempo ed il tempo dei tempi, annunciando a Dio ed all'Uomo la propria Volontà di ritornare ad abbracciare l'eterno Amore, il Cristo, ed invitando tutti a seguirlo nel Regno della Salvezza per proseguire fino al Regno della Perfezione.
L'Angelo Creatore, Figlio di Cristo, in Principio creò Dio; lo Spirito di Dio manifestò il Verbo. Il Verbo, Energia Spirituale, creò la luce, gli angeli, il cielo, il regno minerale, il regno vegetale, il regno animale e l'Uomo ad immagine e somiglianza di Dio.
Dio, Dono Indivisibile Onnipresente, ricevette il compito di guidare con l'Amore i Regni Celesti e l'Uomo la missione di guidare, con Amore, l'universo minerale, vegetale ed animale. Avvenne poi che una parte di energia si separò dal proprio compito e dal Verbo; quella parte cessò di essere Dio e Uomo.
In Principio era il Verbo ed il Verbo era presso Dio ed il Verbo era Dio.
In tutte le azioni create, perfette o imperfette, è presente l'impulso separatore, divenuto un errore.
L'energia che si allontanò dal Verbo-Dio, dette inizio ad altre deviazioni e creazioni, creando altri dei, condizionati dallo spirito della divisione. Anche una parte di energia di Adamo si separò e formò Eva; queste energie, nel perseverare a seguire la separazione, creano di continuo contrasti, malattie, guerre, terremoti e perturbazioni devastanti.
Pentito della sua esperienza creativa, causa prima dell'imperfezione, il Creatore chiese un aiuto a suo Padre, il Cristo, per fermare la creazione dell'energia separata che continuava ad involversi, allontanandosi dalla Perfezione, dalla Grazia dell'Insieme e dalla Luce dell'Onnipresenza.
Nel Cuore dell'Angelo Creatore cresceva sempre più il pentimento per la sua prima azione separativa ed allora Egli rivolse una preghiera a suo Padre, il Cristo: "Ti ringrazio Padre, salvaci, trasforma la nostra separazione, donaci la possibilità di riportare tutto all'unità. Sono consapevole che la mia esperienza è stata la causa di questa manifestazione ed ora, per il grande dolore, il mio cuore si è pietrificato con tutta la creazione".
Dalla propria Scintilla Generata l'Angelo percepì la risposta:"Anche tu eri Uno con Me. Io sono sempre stato presente in te, nella Scintilla Generata: Maria".
Dinnanzi a questa Luce, l'Amore manifestò un calore di speranza che si trasformò in Perdono. L'Angelo decise allora di ritornare da suo Padre per mezzo di Maria. Egli chiese a Dio, al Verbo, agli Spiriti Guida ed alle creature di buona volontà di meditare insieme come meglio operare per annunciare il suo proposito a tutta la creazione.
Una parte di creature accolse con gioia il suo annuncio, rimanendo in silenzio, digiuno e penitenza, un'altra parte si ribellò.
Un raggio di Luce si trasformò in Sangue Generato ed entrò nel Cuore dell'Angelo, esortandolo: "Figlio Mio ascoltami, prepariamo insieme le condizioni affinché Io possa incarnarmi in te ed in tutte le creature che vorranno accogliermi, per donare loro la Via della Salvezza, la Verità per ritornare nell'Unità e la Vita Generata per trasformare la vita creata in Vera Vita".
Annuncia alla giovane fanciulla Maria, Anima purissima, predisposta ad essere Sorgente di Grazia, che gocce di Sangue Generato sono presenti nel suo Cuore Immacolato per essere donate a tutte le creature di buona volontà".

Gesù, dalla croce, con il Verbo annunciò a Maria il suo nuovo compito di Madre e Guida dell'apostolo Giovanni, il primo figlio ritornato al Principio.
L'Angelo Creatore, in Comunione con Maria, manifesta questo Miracolo d'Amore all'energia schiava della separazione, a tutta la genealogia creata, a tutti i nati che cercano la Verità, a tutti i trapassati che continuano a cercarla ed a tutti coloro che credono e vivono in Grazia.
L'Angelo invita tutti a credere alla Luce di Cristo per ricevere il Dono dei Doni: il Battesimo dell'Amore per ritornare al Principio in comunione con Maria e l'apostolo Giovanni.
La Luce della Verità rivela alla Creazione il significato delle tre Croci.
Gesù, inchiodato sulla Croce di centro, rappresenta il Cristo Padre Generatore, Egli è la Luce venuta nelle tenebre, Dono di Esempio per suo Figlio, l'Angelo Creatore, per tutti i figli ed i figli dei figli. Ogni figlio, sia che provenga dal regno degli Angeli o dal regno minerale, vegetale o animale, seguendo l'impulso separativo, subisce le stesse conseguenze, condensandosi nella disgrazia.
Ora, insieme alla Grande Preghiera che è la nostra sofferenza, in comunione con la sofferenza Cosmica in Gesù, possiamo trasformare la separazione in Unità d'Amore.
Gesù disse: "Padre fa che tutti siano Uno, come Noi siamo Uno".
La Croce di destra rappresenta quella parte della Creazione che, oggi come allora, chiede: "Signore portaci nel tuo Regno".
L'Amore, ai figli separati che chiedono di rientrare nell'Una e Trina Vita di Dio, risponde: "Oggi stesso sarete con me nel Paradiso del Perdono sulla via della Salvezza".
La croce di sinistra rappresenta il regno della separazione che è rifiuto ed opposizione alla Luce di Cristo. Nonostante questo rifiuto l'Amore rinnova il Dono, invitando al pentimento per rientrare nel Regno della Salvezza.
La perseveranza, operante nell'Unità d'Amore, è una virtù che porta alla rinascita per conoscere la Verità e viverla nel Dono dell'Amore.
La Luce di Maria esorta i suoi figli: "Credete in Cristo Padre, non credete alla separazione. Confidate nella Verità in quanto le malattie, gli errori e le paure non hanno vita in sé. Credete al Dono dell'Amore, all'Amore tutto è possibile: l'Amore ha vinto il mondo".
Ogni creatura è divisa in due parti: Bene e male; ogni azione fatta, arricchisce una parte ed impoverisce l'altra. La creatura sarà salva quando, con l'aiuto di Gesù, raggiungerà l'Unità.
I figli di Maria sono coloro che accolgono nel proprio cuore il Battesimo dell'Amore e la Grazia di poter ritornare nel Dono della Vera Vita.
Beato colui che persevera nel voler essere di buon esempio e non di scandalo.
Per coloro che non accolgono l'invito di rinascere nel Dono della Grazia, nel momento più opportuno, si ripresenterà una nuova possibilità ed allora essi potranno pregare così: "Padre nostro che sei nei Cieli, aiutaci ad accogliere il Dono della Salvezza; aiutaci ad entrare nel Paradiso del perdono ed a rinascere, con umiltà, nel Dono dell'Amore".
In virtù della grande sofferenza tutti saranno trasformati in Angeli di Luce.
Un raggio di Luce dell'Amore si dona alle creature indifese ed abbandonate, esortandole: "Coraggio, liberate i vostri pensieri dai legami creati, cercate la Luce dell'Amore e seguite la Parola di Dio che è Dono d'Amore".
Uniti all'Angelo Creatore, insieme a tutte le Divinità, a Dio, all'Uomo, alle creature incarnate e disincarnate, a tutte le cellule e alle azioni presenti e trapassate che accolgono nel proprio cuore il Dono dell'Amore, ringraziamo Gesù, lo Spirito Santo e la Scintilla Immacolata del Creatore Padre per la Grazia di poter rinascere nel Sangue Generato in Cristo.

Grazie Padre, Figlio e Spirito Santo
Grazie Verbo Immacolato
Grazie Maria


CONDIVISO DA



http://www.padregeneratore.com/preghiere/preghiera-d-amore.html

INVOCAZIONE PER L'ASCENSIONE

INVOCAZIONE PER L'ASCENSIONE

IO SONO

IO SONO tutto quello che SONO

UNO con la Mente Universale

UNO con la Sorgente di Vita

IO SONO UNO con tutte le forme di vita

ed Esse sono UNO con me.

IO SONO AMORE

IO SONO LUCE

IO SONO PACE

IO SONO



Chiunque usa quest'Invocazione concede il permesso alle energie, di venire ad aiutarvi nel processo di Ascensione. Essa attiva l’espansione della vostra coscienza e aiuta a ricordare e capire. Permette di specchiarvi nella luce cristallina che circonda ora Madre Terra, e la rimanda nelle vostre anime e nei vostri corpi. Quest'Invocazione è un Decreto di Ascensione, e proviene dalla Coscienza Cristica. Bisogna comprendere il significato delle parole, e non ripeterla a mente, ma sapendo esattamente quello che si dice. Aiuta ad aumentare le vibrazioni e permette alle vostre esistenze di diventare più centrate e aperte alla Coscienza Cristica.IO SONO

Gli intenti di quest’affermazione sono: chi siete veramente, la presenza dell’IO SONO come DIO, SUPER IO. Siate coscienti di chiamare la Coscienza Cristica. Questo ricorda la vostra divinità, IO SONO come corpo di luce, codificato nell’8° chakra. Dicendo IO SONO può portare la vostra coscienza nel corpo di luce, la forma, il sentire, le esperienze, l’attivazione del corpo di luce nel fisico. In risonanza con l’IO SONO si comincerà a sentire e vedere la vera Luce, e più lo direte e più velocemente sarete attivati e integrati con la Luce dell’IO SONO, e dell’IO SONO corpo di luce. Il chakra dell’IO SONO è l’ottavo, o chakra dell’anima. Si può usare come mantra e personalizzarlo, facendo seguire parole all’IO SONO, che vanno immediatamente alla vostra mente cosciente, che comincerà a comunicarvi a che punto siete con il vostro sviluppo, nei confronti di Madre/Padre Creatore. Dì a te stesso IO SONO e poi stai in silenzio per un po’. Se senti qualcosa di negativo, capisci che c'è qualcosa, in una zona della tua vita, che forse hai bisogno di metterlo a fuoco. Cerca di farlo silenziosamente dentro di te per capire cosa non va. Usalo quando vuoi durante la giornata, in qualunque momento e vedi cosa torna dalla mente.

Con corrette affermazioni come: "IO sto ascendendo", "Io mi sto rigenerando", "IO SONO un figlio di Dio", "IO SONO UNO con il mio SUPER IO", gradualmente diventerà automatico e le sentirete sempre più, fino a diventare veramente UNO. Usate l’IO SONO, vedete i progressi e quanto più entrano nella vostra mente cosciente. Se volete ricordare il vostro vero nome dell’anima, usate l’IO SONO con quest'intento nel vostro cuore, forse vi verrà una sillaba, una lettera, e gradualmente ricorderete il vostro vero nomeIO SONO tutto ciò che SONO

Nei testi sacri c’è la magnificenza del Padre/Madre creatore di tutte le creazioni delle quali siamo tutti una parte. "IO SONO tutto ciò che SONO" rilascia la costrizione che abbiamo avuto nella comprensione, la coscienza tenuta solamente nella terza dimensione e ripetendo le esperienze tridimensionali per molti eoni di tempo. Afferma che siamo UNO con la SORGENTE DI VITA, che siamo parte di questa grandezza, della Divinità dentro di noi, dell’unicità con il DIO Padre/Madre Creatore. Siamo stati lontani dalla Sorgente di Vita per molto tempo e come gradualmente ascenderemo, aumenterà la consapevolezza verso la Coscienza Cristica. Troveremo che "IO SONO tutto quello che SONO" acquisterà molto più significato.

Invocando questa frase vi riconnetterete coscientemente con la coscienza combinata, l’unicità di tutte le creazioni, con TUTTO CIO’ CHE E’. E’ lasciare la coscienza limitata per la grande comprensione delle multidimensioni, dei multiuniversi, delle multiforme di coscienza nelle quali state tornando e risvegliandovi. Ditelo nel centro del vostro cuore e vi rivelerà sempre di più, e più innalzate le vibrazioni e più vi rivelerà chi veramente siete, per tornare ad essere partecipi del Grande Tutto.

Ditelo con profondo intento nel vostro cuore ed aumenterete sempre più le vostre frequenze. Sentirete una velocizzazione, forse un aumento d'energia e di vibrazioni nelle vostre cellule. Ha il grande potere d'attivare e integrare il Corpo di Luce con tutte le cellule del vostro corpo."Uno con la Mente Universale"

Le "Perle di Saggezza" di queste parole significano che la tua mente è sempre stata collegata con la Mente di Dio. La tua mente è semplicemente uno strumento, un'estensione della mente di Dio. Ma siccome hai la libera volontà, puoi dimenticare come il Divino si unisce e lavora sulla mente del tuo basso ego. Più si comprende più diremo "Voglio che la Volontà di Mio Padre sia fatta su di me".

In altre parole, desidereremo mettere la piccola mente dell’ego da una parte, cosicché saremo capaci di realizzare la Volontà del Padre, la Volontà della Mente Divina Infinita. Questo è il nostro vero modo d'essere, e nel quale torneremo e dove tutto quello che faremo sarà in totale allineamento con la Volontà Divina in tutte le dimensioni. Più scegliete di ripetervi queste parole nella vita di tutti i giorni, più innalzate le vibrazioni, in assonanza con la Mente di Dio."Uno con la Sorgente di Tutte le Vite"

Pensate a queste parole nel profondo del vostro cuore, per quello che significano. Se siete veramente Uno con la Sorgente dovete essere immortali. Come potrebbe essere altrimenti? Se siete Uno con questa Sorgente, avete il potere di rigenerarvi continuamente, ringiovanire in qualunque forma voi siate, e per quanto tempo voi scegliete d'esserci o fino a che scegliete d'andare verso altre esperienze di coscienza, un’altra sfera, un altro livello. E' una riaffermazione dell'Ascensione. Ascensione fuori dal ciclo continuo delle reincarnazioni nella terza dimensione.Voi siete UNO con la Sorgente.

Usate quest'affermazione con l’intento di terminare le esperienze di morte e autodistruzione, la degenerazione che avete dentro di voi, codificate nella mappa genetica attraverso molte vite. Capite che questi non sono programmi divini, non potrebbero esserlo. Accettate che l’umanità scelse di separarsi dalla Sorgente in quella che fu chiamata la Caduta dell’Uomo delle vostre scritture. Ora è finita. Potete terminare queste esperienze e mettere al loro posto la Vita e l’Immortalità. L’ormone della morte che avete nelle vostre strutture cellulari, deve cedere il posto all’ormone della vita eterna. Ora c'è questa scelta perché ora sapete. Ora Sapete, non Credete che siete UNO con la Sorgente di Tutte le Vite, quindi sicuramente le cose chiamate morte, imperfezioni, degenerazione cellulare, non possono essere parte del Piano divino. La Sorgente di Tutte le Vite è eterna. Le idee di degenerazione e imperfezione e morte, sono state una creazione del vostro Ego. Non sono parte del Piano Divino. Così sentite l’Unicità con la Sorgente di Tutte le Vite e sentite l’immortalità dentro di voi, dentro il vostro vero essere. Ora potete scegliere di cambiare i vostri vecchi programmi, i vecchi condizionamenti, i vecchi credo che avete portato avanti per moltissimi eoni. La scelta è vostra.

Questo auto addestramento è un’espressione della vostra Divinità. State diventando di nuovo Maestri di Luce e di forme, invece di un maestro di limitazioni."Io sono UNO con tutte le Forme di Vita ed Esse sono UNO con me"

Questo non significa solo le forme di vita che sono sul pianeta, gli umani, animali, piante e minerali. Comprendete che quando un essere comincia a sentirsi Uno con Tutto, non sarà mai più in grado di recare danno ad un’altra forma di vita, siano esse persone, animali o qualunque forma essa sia, perché è come fare male a sé stessi. Se avrete bisogno di usare certe forme di vita come alimento (vegetali o frutti), lo farete con amore e gratitudine, comprendendo l’unicità con queste forme di vita, che sono lì per il vostro utilizzo.

L’umanità intera potrà accettare l’unicità con tutte le forme di vita, sarà in uno stato di puro Amore Cristico. Questa è la consapevolezza che sta tornando ora nelle nostre coscienze e così cominceremo a trattare l’altra gente, gli animali, tutto il pianeta, con amore e rispetto e lavoreremo per il bene di tutto, perché noi siamo tutti UNO.

Comprendete anche che il lavoro che fate su voi stessi individualmente, aiuta tutta l’umanità nel suo processo di risveglio. Questo è quello che sta avvenendo. Tutti alla fine vivremo in Amore, armonia e unità l’uno con l’altro, in una famiglia umana, in unità con Madre Terra. Quest'affermazione include miriadi di forme di vita, che non conosciamo in altre galassie, universi, nella multiplicità delle loro forme.

"Uno con Tutte le Forme di Vita" include gli esseri che sono sopra di noi, Esseri Angelici, o Maestri. La differenza tra noi e loro è che loro sanno chi sono e vivono in armonia con quest’affermazione. Noi stiamo andando verso lo stesso stato, passo dopo passo. Pensate che questi esseri sono solo alcuni passi più avanti di noi, e ci stanno guidando. Non pensateli come esseri al di sopra di noi. Siamo Fratelli di Luce.

C’e’ un'unità delle Forme di Vita che noi non percepiamo. Si trovano in manifestazioni di spazi e tempi differenti. Possiamo chiamarli extraterrestri, o "Signori della Luce", ci sono molti termini, perché ci sono molti universi e dimensioni e forme di creazione. Noi siamo UNO con loro e con Tutto.IO SONO AMORE

Questo si può pensare a molti livelli. Cosa significa nella vita di tutti i giorni? Come sono le vostre reazioni e interazioni con gli altri? Certo, è più difficile con quelli che non sono in armonia con noi stessi. In ogni essere che abbiamo di fronte, c’è la Divinità anche se non è visibile o dimostrata. Nostro Fratello Gesù e molti altri maestri l'hanno dimostrato, accettando chiunque, non importa come apparissero o quello che facessero nelle loro vite, accettandoli e perdonandoli sempre. Anche voi stessi. Lasciate andare le azioni passate, le parole, i rancori. Offrite il perdono e l’Amore a voi stessi cosicché possiate accettarvi completamente e donarlo agli altri. Se avete difficoltà, pensate all’amore che sentite per i vostri figli, genitori, partner o animali. Sentite quest'amore che provate o avete provato e tenetelo sempre vivo per chiunque.

IO SONO AMORE, vi ricorda di nuovo che siete UNO con Dio. Per Dio, il Creatore, la Sorgente è Amore, e voi siete un’estensione di quest'Amore. Ricordare che l’Amore è la vostra Divinità ed è il succo di tutta la creazione, di tutti gli universi. Vi suggeriamo di dirlo nel profondo del vostro Cuore. IO SONO AMORE unisce tutta la Creazione.IO SONO LUCE

La luce è una manifestazione dell’Amore. Ricordate che l’Amore e la Luce hanno un partner. La Gioia. Così quando dite "IO SONO Amore, IO SONO Luce", ditelo con Gioia con il vostro vero essere.

Un altro aspetto di "IO SONO LUCE" è quello di chiamare il vostro Corpo di Luce. Esso è situato nel vostro corpo ma è coperto e dormiente, a causa della limitazione del DNA a due soli strati. Ora che altri strati si stanno attivando si sta ricominciando a percepire il Corpo di Luce, cellula dopo cellula. Visualizzatelo quando fate quest'affermazione e pian piano si avrà piena coscienza di quest'integrazione.

IO SONO LUCE si unisce di nuovo al nostro ottavo chakra. Così capite che IO SONO LUCE copre tutti i livelli e le manifestazioni della LUCE. La Luce, certamente, è semplicemente un aspetto dell’Amore, e l’Amore è il nostro Creatore, la nostra Sorgente.IO SONO PACE

Pensate che significa essere veramente in pace, rilassati, con accettazione totale, senza tensioni, senza ansietà. Cosa causa tensione e ansietà nella vostra vita? Le paure. Paura della nostra esistenza. Quando penserete d'essere Uno con la Divina Sorgente, non avrete più nulla da temere. Sviluppate questa verità. Togliete queste tensioni dal vostro ego. Voi avrete la risposta. La paura cadrà e rimarrà solo PACE. Questo vi aiuterà a sentirvi bene. Fate pace con le parole, con i gesti, con gli altri, con tutto quello che vi circonda, create armonia intorno a voi, anche sacrificandovi. PACE.

Terminate questo decreto di Ascensione dicendo:

IO SONO



Cristianesimo: Gesù disse: "L'Io è la luce (della consapevolezza) che brilla sopra ogni cosa. L'io è il Tutto dal quale ogni cosa sorge ed al quale ogni cosa ritorna." (Tommaso, 186)

Induismo: "Quello che non è (gli oggetti come separati dal Sé) non viene mai ad essere e ciò che è (il Sé) mai smette di essere". (Bhaghavad Gita)

Induismo, Shivaismo Kashmiro: "Oh meraviglia! Questa illusione, anche se espressa nella molteplicità, non è altro che coscienza-senza-un- secondo. Ah, tutto non è che pura essenza consapevole di sé stessa." (Abhinnavagupta)

Sufismo: "Non esiste nulla che non sia Dio."

Buddismo Zen - Domanda: "Quando un suono cessa, cessa anche la consapevolezza ?"
Risposta: "La consapevolezza non cessa mai" (HuiHai)

Induismo, Shivaismo Kashmiro: "L'universo si sveglia quando tu ti svegli e svanisce quando tu ti ritiri. Quindi la totalità dell'esistenza e della non-esistenza è una con te." (Abhinavagupta)



CONDIVISO DA http://digilander.libero.it/purocuorefranoi/l_io_sono.html



LE MONTAGNE DEGLI ANGELI...........

In ogni epoca, le cime delle montagne sono state venerate dagli esseri umani come sede della divinità. Nel suo sguardo verso il cielo, l...