giovedì 12 maggio 2016

LE DIFFERENZE PRINCIPALI TRA RELIGIONE E SPIRITUALITA'

Le Differenze Principali tra Religione e Spiritualità
Sei qui:HomeSpiritualita
12 aprile 2015SpiritualitaPerPaolo Babaglioni
religione e spiritualità



In un mondo dove la religione e spiritualità sono spesso sostituite dalla materialità della vita moderna, da mille distrazioni tecnologiche e da effimeri piaceri di vita individualistici, si sta perdendo il senso di questi termini.

Non di raro capita che si pensi che la religione sia anche spiritualità, un errore che fanno in molti perché entrambi i termini inducono allo stesso pensiero legato a Dio, ma la differenza tra queste due parole è profonda, andrebbero considerare per il loro vero senso e valore.

La Religione
Tutti pensiamo di sapere il significato di questo termine, se non altro perché impariamo fin dall’infanzia a riconoscergli una precisa connotazione, che, nella maggior parte dei casi si limita solo all’associazione con la Chiesa e Dio.

La religione tuttavia è qualcosa di più e singolarmente non ne apprendiamo il vero significato se non approssimativo, le religioni sia cristiana o di altre fedi hanno tutte lo stesso principio, quello di credenza e adorazione di Dio, con delle regole (comandamenti in quella cristiana) e osservanze, e tutta una serie di riti con lo scopo di rapportarci con Dio.

La Spiritualità
Riguarda principalmente il nostro rapporto personale con la vita, “vita spirituale”, cioè il nostro essere che si rapporta con la non materia, il pensiero che va oltre la fisicità conosciuta, un rapporto con lo spirito e non necessariamente riconducibile alla sfera religiosa o al credo di una fede.



Considerando il significato della parola o almeno parte di essa, le interpretazioni possono avere molte altre connotazioni, una persona che vive la sua spiritualità accetta la continua ricerca dell’essenza oltre la materia, vive legata a tutto ciò che la circonda come punto di unione tra il creato e il suo spirito, un atteggiamento mentale che supera i confini del corpo.

Differenze tra religione e spiritualità
Se pensiamo al significato dei termini, essi sono molto distanti tra loro nel momento in cui ne valutiamo la vera natura, è quindi un errore associare in modo assoluto spiritualità e religione, questo da molti credenti non è accettato perché considera la spiritualità, il passo di un percorso di fede più elevato verso la comprensione di Dio che si raggiunge appunto con lo spirito.

La spiritualità “viola” in qualche modo i dogmi religiosi, perché una persona che segua un percorso spirituale, mette al centro la sua essenza volta alla ricerca del suo “io”, non connessa con la materia e al tempo stesso con tutto, alcune discipline spirituali come la meditazione sono utilizzate per cercare la propria natura “divina”, va da sé che questo non può essere accettato dalla religione.

Essere spirituale va oltre ogni aspetto religioso e di fede, vuol dire accettare aspetti “sovrannaturali” come la propria anima riguardo a tutto ciò che ci circonda, del resto lo stesso spirito è “innaturale” poiché non fisico!

Tuttavia credo che una persona di fede, possa completare attraverso la spiritualità quel percorso religioso che è la congiunzione con Dio, è ovvio che un religioso possa essere anche spirituale, ma accomunare sempre e in ogni caso questo termine è sicuramente un errore, a questo e ad altri grandi quesiti rivolgo le mie attenzioni con grande interesse e continua ricerca.


CONDIVISO DA http://www.paolobabaglioni.com/spiritualita/le-differenze-principali-tra-religione-e-spiritualita/

Nessun commento:

Posta un commento

LE MALEDIZIONI SI RITORCONO SU CHI LE LANCIA.....

«Le maledizioni si ritorcono su chi le lancia». Se un uomo augura “sfortuna” a qualcuno, può star certo di attirarla su di sé. Se desidera...