venerdì 7 ottobre 2016

ABITANTE DI DUE MONDI...LA MISSIONE DELL'OPERATORE DI LUCE

Pamela canalizza Jeshua

Cari amici, io sono Jeshua; vi amo tutti profondamente. E rispetto ciò che siete, sia la vostra luce che i vostri lati oscuri.

Faccio appello a voi, voi che siete i portatori della nuova coscienza di oggi. Durante la mia vita sulla terra, io portavo una fiaccola di luce e volevo condividerla con l’umanità. Io ero un essere molto umano, proprio come voi. Ho provato la rabbia e la disperazione, proprio come voi, ma ho sperimentato anche momenti di profonda connessione con la mia anima. Ho fatto un percorso di crescita interiore profondo, proprio come voi. E’ importante che smettiate di considerarmi come un essere perfetto, un maestro al di sopra di voi. Sono vostro fratello, vostro amico, e non sono qui per giudicarvi o per farvi la predica. Vorrei solo condividere i miei sentimenti di amicizia e vicinanza con voi, quindi, vi prego, sentite il mio rispetto per voi.

Voglio salutarvi uno per uno, tutti quanti; vi prego, sentite la mia presenza nel vostro cuore. Voi siete pronti al cambiamento, pronti a riconoscere chi siete realmente. Siete esseri eterni che hanno viaggiato da un capo all’altro dell’universo per molte, molte vite, ma vi siete abituati a rendervi piccoli, misurandovi con i parametri della società. Guardate a voi stessi come maschi o femmine, ricchi o poveri, sani o malati, e vi definite secondo questi termini, ma siete molto più di questo.

Voi siete così liberi, e la tragedia più grande di incarnarsi come esseri umani nella società attuale è che perdete completamente il vostro senso della libertà. Per così tante ere la Terra è stata circondata da un’atmosfera di paura, che le persone si sono disconnesse dal loro originale potere e creatività. Quando sperimentate la separazione dalla vostra vera essenza, cominciate a comportarvi secondo le abitudini comunemente “accettate”, perdendo così il vostro equilibrio interiore.

Quando siete disconnessi dalla vostra anima, fondamentalmente vi sentite persi, continuamente, e c’è il vuoto, una voragine nel vostro cuore, che allora cercate di riempire con cose che vengono dall’esterno. Pensate di poterla riempire possedendo cose, o esercitando il potere, oppure vi perdete nell’illusione di una relazione romantica perfetta, e così potete diventare dipendenti da certi tipi di comportamenti o cose. Ma il problema di fondo è che vi sentite scollegati dalla vostra stessa essenza, la vostra anima.

Un operatore di luce è qualcuno che non può più sopportare di vivere separato dalla propria anima. Sente una sorta di anelito, come una nostalgia profonda di casa nel proprio cuore, e man mano che va avanti comincia a realizzare che niente che venga dall’esterno può colmare quel vuoto, e questo è il motivo per cui gli operatori di luce sono profondamente interessati alla spiritualità; diventano cercatori sul sentiero spirituale. Iniziano la loro ricerca perché si sentono feriti interiormente, ma le loro ferite non sono solo le loro ferite. La ferita della separazione è condivisa dall’intera umanità, anche se una gran parte dell’umanità ancora cerca soluzioni al di fuori di sé.

Le anime operatrici di luce hanno preso coscienza che la risposta è dentro di loro, e grazie a questa consapevolezza sono destinati al ruolo di insegnanti e guaritori, ma un gran numero di operatori di luce è alle prese con un’immagine di sé molto negativa. Durante la loro infanzia assorbono molti dei giudizi della famiglia come della società che li circonda. Forse sentono di non poter essere ambiziosi quanto i loro genitori vorrebbero che fossero. Spesso sono persone molto sensibili e hanno bisogno di ritirarsi per avere dei momenti quieti per restare centrati. Spesso sono idealisti e molti di loro sono dotati di talento artistico.

E’ parte integrante della missione dell’anima di un operatore di luce portare un nuovo tipo di coscienza sulla Terra, ma per riuscire a farlo, dovete credere fermamente in voi stessi. Dovete fidarvi della voce della vostra intuizione e dei vostri sentimenti, non in un modo basato sull'ego che si esprime con frasi del tipo “sono più avanti degli altri”, ma in un modo basato sul cuore: apprezzando e rispettando voi stessi, perché è così che il vostro cuore può parlarvi. La trappola in cui cade la gran parte degli operatori di luce consiste nel perdersi in sentimenti di inferiorità, che li portano a rinunciare ad ascoltare i propri bisogni e i propri desideri. Avete bisogno di una personalità forte per essere capaci di disconnettervi dalle idee della società ed essere voi stessi.

Ed è appunto su questo che voglio soffermarmi oggi: l’importanza di essere forti e consapevoli di sé, un messaggio che riguarda l’energia maschile dentro di voi. Durante la mia esistenza sulla Terra, più di duemila anni fa, avevo spesso bisogno di isolarmi per ricordarmi chi ero davvero. Ero circondato da energie di ogni tipo, fonte di confusione, dovute soprattutto alle aspettative delle persone a me vicine. Avevo bisogno di proteggermi da questo per poter rimanere collegato al mio sé superiore. Spesso, mi recavo nel deserto da solo per sentirmi più vicino a Dio, allo Spirito, e rafforzare così la fiducia in me.

Per voi è lo stesso. Siete abitanti di due mondi: avete un piede nella società umana attuale e l’altro nella dimensione dell’anima, il regno da cui provenite. E’ indispensabile che  rimaniate saldamente ancorati a questa dimensione, altrimenti vi troverete impantanati e intrappolati dalla paura a causa delle pressioni della società. Avete bisogno della vostra energia maschile per dire fermamente “no”  alle richieste ed alle aspettative che non vi sembrano giuste. In questo senso, dunque, dovete essere dei guerrieri, ma non guerrieri che combattono e lottano contro gli altri. Essere guerrieri significa rimanere fedeli a voi stessi, disconnettervi quanto più possibile dall’influenza del mondo circostante, e ascoltare il vostro sentire, il vostro intuito, avere fiducia nella vostra guida interiore.

Vi chiedo ora di viaggiare insieme a me con la vostra immaginazione nel deserto, immaginate di recarvi lì di notte. La temperatura è scesa e potete ammirare sopra di voi un cielo trapunto di fulgide stelle. Immaginate di trovarvi lì insieme a me, e sentite il mistero dello spazio sconfinato intorno a voi – percepite il mistero della vita. Trovate un posto comodo dove sedervi per rilassarvi e rientrare dentro di voi. Il deserto è come una porta esterna verso il vostro tempio interiore, dove adesso vi immergete. In questo tempio vi sentite connessi con la pienezza della Terra e con tutte le stelle del Cielo.

Siete un essere così grande e vasto, e dite a voi stessi: “Io accetto la mia grandezza; Io sono differente; Io sono qui per portare una nuova coscienza”. Ricordate da dove venite: un luogo di tranquilla saggezza dal quale, in questa era, siete stati chiamati a discendere sulla Terra. Siete qui per guarire le vostre ferite interiori e allo stesso tempo per essere d’esempio agli altri esseri umani. Vi chiedo di dare il giusto valore a voi stessi.

Mentre vi trovate nel vostro tempio interiore, incontrate una guida che vuole offrirvi aiuto o consigli. Ricordate che le vostre guide sono vostri amici – realmente. Siete in realtà anime profondamente affini, ma  essendo rimaste dall’altra parte, loro possono vedere alcune cose più chiaramente di quanto possiate fare voi con i vostri occhi umani. Quando permettete alle vostre guide di avvicinarvi, riconoscetele come vostri amici e sentite un senso di familiarità. Chiedete ora alle vostre guide che cosa avete bisogno di sapere in questo momento. Se vi sentite disorientati o abbattuti per qualcosa in particolare, potete dirlo a loro. Sentite che c’ tanto aiuto e guida da questa parte, da questa dimensione.

Siete così apprezzati per ciò che fate e le vostre guide sono là solo per ricordarvi quello che già sapete. Prima di scendere sulla Terra  e incarnarvi in questo corpo, eravate esseri molto consapevoli, perciò sentitevi vicini a quelle che sono adesso le vostre guide, poiché loro sono i rappresentanti della dimensione della vostra anima.

Adesso immaginate di lasciare questo tempio interiore portando la sua energia sulla Terra, con voi. Mentre siete seduti su questa sedia, in questa stanza, lasciate che l’energia del vostro sé superiore, della vostra anima, penetri completamente nel vostro corpo, e siate consapevoli di quanto il mondo abbia bisogno del vostro contributo, il mondo ha bisogno della particolare energia della vostra anima.

Desidero ringraziarvi per il vostro coraggio e la vostra perseveranza. Vi rendo onore dal profondo del cuore, e anche se vi sentite confusi, o se attraversate un periodo di sofferenza, io riesco a vedere la vostra luce brillare intensamente. E sono qui per ricordarvi la luce che siete e convincervi di quanto profondamente io creda in voi.

© Pamela Kribbe

www.jeshua.net

Traduzione di Viviana Barbaro

CONDIVISO DA http://www.jeshua.net/it/

Nessun commento:

Posta un commento

LE MONTAGNE DEGLI ANGELI...........

In ogni epoca, le cime delle montagne sono state venerate dagli esseri umani come sede della divinità. Nel suo sguardo verso il cielo, l...