venerdì 30 settembre 2016

EL MOYRA PARLA DELLA GENEROSITA' di Monique Mathieu.

MESSAGGIO DEI GERARCHI
El Morya parla della generosità


Davanti a me si trova un essere che riconosco. Questo Essere è El Morya, colui che ci insegna. Egli mi dice.

«Non vi ho insegnato molto su ciò che può essere la generosità nel mondo di materia.

Di certo, molti esseri umani parlano di generosità, ma ognuno la vive a modo suo, con ciò che è, con quello che può donare; spesso gli esseri umani sono consapevoli di essere molto generosi.

Per noi e per me, che siamo su piani diversi dal vostro, che cos'è realmente la generosità? Naturalmente, la vera generosità è quella del cuore perché fa parte dell'Amore.

Un individuo che non ha Amore, o che non ha ancora avuto la rivelazione dell'Amore che c'è in lui, può non avere una grande generosità. Tuttavia può avere la «generosità della riconoscenza» ed è importante che ve ne parli.

Spesso gli esseri umani sono generosi perché si aspettano qualcosa in cambio, generalmente dell'Amore o della riconoscenza. Questa non è generosità!

La vera generosità non deve essere acquisita; essa è in voi! Bisogna quindi lasciare che si esprima, che cresca e che si riveli. Tuttavia, finché la vostra generosità non si è realmente rivelata, siete nell'illusione della generosità.

La vera generosità, è realmente l'Amore. Offrite! Non aspettatevi niente in cambio! L'obiettivo della generosità è quello di soddisfare l'altro, di renderlo felice, di aiutarlo.

Essa può manifestarsi in diversi modi: con il denaro (per chi ne ha, certamente), con l'aiuto, con il dono di sé e con la comprensione. Ognuno di voi può manifestare questa generosità, e la manifesta spesso, ne siamo sicuri.

Quando offrite qualcosa, assicuratevi che sia veramente un dono, non aspettatevi mai niente in cambio! Colui al quale avete offerto qualcosa non è detto che ve lo restituirà; potrebbe anche evitare di incontrarvi! La vera generosità è lo slancio del cuore, l'Amore, l'aiuto, il sorriso e la gioia che offrite agli altri.

Purtroppo, il denaro falsa spesso la generosità delle persone. Esse hanno talvolta l'impressione che, se donano un po' di denaro, sono persone evolute; così si giustificano per le loro inadempienze perché, in un modo o nell'altro, si aspettano qualcosa in cambio, una soddisfazione dell'ego.

Vi renderete conto di essere davvero nella generosità del cuore, quando sentirete un immenso piacere nell'offrire realmente con il cuore, anche piccole cose. Quando sentirete una gioia profonda per aver potuto offrire, saprete che la vostra generosità è sincera e pura.

Ancora una volta, la generosità non si apprende, si sviluppa nello stesso tempo in cui sviluppate l'Amore in voi. Non cercate quindi di essere generosi, lo sarete se sviluppate l'Amore, perché avrete compreso l'importanza del dono, l'importanza dell'offerta.

Noi, dei piani di Luce, ed io che oggi vi sto insegnando, vi offriamo ciò che possiamo offrirvi e ciò che potete comprendere, integrare e accettare. Non vi chiediamo nulla in cambio! Siamo semplicemente felici di potervi offrire tutto questo, e siamo ancor più felici quando vediamo che questa offerta vi fa evolvere, vi permette di avanzare più velocemente sul vostro cammino di vita, sul vostro cammino spirituale.

Se noi, dei piani di Luce, ed io che vi parlo, ci aspettassimo qualcosa in cambio, voi non potreste darci nulla! Naturalmente, ci dareste dell'Amore, ma non nella misura in cui ve lo doniamo noi!

Per noi che siamo sui piani di Luce, non si porrà mai il problema di dover essere ricambiati, se non quello della vostra evoluzione e dell'Amore che crescerà sempre di più nel vostro cuore. Questo è unicamente quello che ci aspettiamo da voi!

Se questo non potete offrircelo, ricordate che abbiamo una pazienza immensa e, quando sarà giunto il momento per ciascuno di voi, il risveglio si compirà, che sia un risveglio nella generosità, nell'Amore, nella comprensione o solamente il vero risveglio spirituale!»

Vedo il maestro El Morya, ed io lo trovo straordinario; ora lo sento più profondamente e con più dolcezza. È come se fossi collegata al suo cuore, ad una forza che non conosco e che emana da lui. Mi dice:

«Ognuno di voi può essere collegato al mio cuore! Ognuno di voi può sentire la mia forza e la forza del mio Amore.

È importante che ciascuno di voi si impegni nella gentilezza, nell'Amore, nella gioia, in tutto ciò che potete offrire ai vostri fratelli. È importante per voi lasciar traboccare questa vibrazione Amore Luce affinché questo Amore emani continuamente dal vostro cuore!

Noi abbiamo bisogno di tutti voi, perché siete degli Operatori della Luce che possono influire enormemente sul destino del vostro mondo. Avete molto più potere (in senso positivo) di quanto immaginate, perché questo è il sacro potere dell'Amore! Cercate di servirvene il più spesso possibile.

Vi chiedo inoltre di cercare di controllare i vostri pensieri, le vostre parole, i vostri sentimenti e le vostre emozioni. Questo è molto importante! Non lasciatevi trascinare dalle paure o da vibrazioni che vi attirano verso il basso.

Quando sentite che vi mancano le forze sul cammino, vi chiedo, come ve lo chiedono tutti i vostri Fratelli di Luce e le vostre Guide, di invocare, di visualizzare la Luce, di sentire l'Amore crescere nel vostro cuore; lo sentirete sempre di più e crescerà sempre di più.

Vi chiedo inoltre, in quanto insegnante, di evitare di reagire nei confronti di voi stessi, della vita e degli altri. Non potrete mai cambiare niente che riguarda il destino dell'umanità! Potete cambiare moltissime cose che riguardano voi stessi, e siate certi che la vostra trasformazione potrà cambiare molte cose nel vostro mondo e nei vostri fratelli.

Quando dico «non potete cambiare niente che riguarda il destino dell'umanità», mi riferisco alle azioni politiche o alle reazioni che potete avere quando non siete d'accordo con un particolare comportamento dei vostri fratelli umani, di coloro che sono totalmente nell'oscurità della coscienza, nell'ignoranza di ciò che sono e nell'ignoranza delle immense potenzialità d'Amore che risiedono in loro.

Siate fedeli alla Luce, siate fedeli all'Amore! Avete delle capacità delle quali non immaginate nemmeno l'importanza! Quando avrete davvero il controllo, vedrete che poco a poco i veli cadranno, che percepirete in voi una nuova Luce, e sentirete l'Amore dei piani superiori di voi stessi scendere in voi, nel piccolo essere umano che siete.

Sentirete nel vostro cuore una vibrazione particolare e desidererete amare tutti quanti; lascerete questo Amore scorrere in voi stessi, non dovrete far altro che constatare che esso esiste, che è lì e che, senza fare nulla, questo Amore uscirà da voi e andrà verso tutti quelli che ne avranno bisogno.

Questo può forse sembrarvi difficile perché siete ancora un po' intrappolati nella materia di terza dimensione. Se l'accettate, naturalmente, i vostri veli si dissolveranno e comprenderete allora chi siete, comprenderete di più il vostro ruolo e vi aprirete con molta più convinzione, coraggio e Amore.

Io, El Morya, vi saluto! Che il mio Amore vi accompagni sul vostro cammino!»

Potete riprodurre questo testo e darne copie secondo le seguenti condizioni :
che non sia tagliato,
che non subisca nessuna modifica di contenuto,
che fate riferimento al nostro sito  http://ducielalaterre.org
che menzionate il nome
di Monique Mathieu.

giovedì 29 settembre 2016

INVOCAZIONE DI PROTEZIONE AGLI ARCANGELI (dalla tradizione Ebraica)

Invocazione di Protezione agli Arcangeli
(dalla tradizione Ebraica)

Possa Michael trovarsi alla mia destra,
Gabriel alla mia sinistra,
Uriel davanti a me,
Raphael dietro di me,
e sopra il mio capo,
la Shekhina',
la Divina Presenza.

mercoledì 28 settembre 2016

29 SETTEMBRE FESTA DEGLI ARCANGELI Diana Cooper

29 SETTEMBRE

FESTA DEGLI ARCANGELI 

Il termine Arcangelo è composto e deriva dal greco “essere a capo e messaggero”. Gli Arcangeli, o Spiriti del Fuoco, come anche vengono chiamati, sono conosciuti fin dai tempi più remoti; essi sono i Messaggeri Divini per eccellenza, ambasciatori di grandi e importanti missive da parte di Dio. Sono anche coloro che fanno da “filtro” tra Dio e l’essere umano. Per mezzo degli Arcangeli noi riceviamo la potenza e gli insegnamenti di Dio.
Gli Arcangeli, tra gli esseri celesti più vicini a Dio, possono entrare in relazione con gli uomini ed aiutarli ad elevarsi spiritualmente. Sono Entità di Luce che lavorano con l’essere umano ad un livello sottile. Ci aiutano a sviluppare la funzione mentale, ad avere la capacità di discernere tra il bene ed il male, tra il vero ed il falso. Gli Arcangeli sono coloro che portano l’energia dell’amore, la saggezza, la guarigione, la compassione, la giustizia, la pace, la serenità e la comprensione. Ci aiutano a raggiungere i nostri obiettivi, a guardare nei nostri cuori, ad amare profondamente e ad esprimerci nella nostra totalità. Il loro compito è sostanzialmente questo: illuminarci e condurci a Dio.

INVOCAZIONE AI 7 ARCANGELI 

Arcangelo Michele 
Io ora invoco il potente Arcangelo Michele alla mia destra. 
Poni coraggio e forza in me e porta a risultati positivi il mio impegno. Taglia tutti i miei collegamenti negativi e i miei attaccamenti con la tua spada. Posa il tuo manto blu di protezione su di me così che solo ciò che è luce più elevata e pura possa entrare mia aura. 
Grazie 

Arcangelo Gabriele 
Io ora invoco il potente arcangelo Gabriele alla mia sinistra. 
Versa la tua energia bianco puro nella mia aura e portami indicazioni per il mio prossimo passo e per il mio percorso. Ti prego di illuminare e attivare i simboli della missione della mia vita ora. Porta gioia, grazia, chiarezza, comprensione, generosità e ordine nella mia vita. 
Grazie 

Arcangelo Uriele
Io ora invoco il potente Arcangelo Uriele di fronte a me. 
Riempi la mia aura con il tuo raggio porpora e oro di saggezza e di pace. Lenisci tutti i conflitti nella mia vita e sostituiscili con serenità e fratellanza. Ti prego di spezzare le mie catene mentali ed emotive e liberarmi da ogni timore. 
Grazie 

Arcangelo Raffaele 
Io ora invoco il potente Arcangelo Raffaele del raggio verde smeraldo dietro di me. 
Ti prego di versare la guarigione e l'abbondanza in me. Proteggi i miei viaggi e imprimi in me giustizia, verità e visione. 
Grazie 

Arcangelo Chamuel 
Io ora invoco il potente Arcangelo Chamuel del raggio rosa per espandere la fiamma dell'amore nel mio cuore. 
Ti prego aiutami a trovare compassione e perdono per me e per tutti quelli a cui ho mai fatto del male consapevolmente o inconsapevolmente. Apri il mio cuore ora a livello personale e cosmico. 
Grazie

Arcangelo Jophiel 
Io ora invoco il potente Arcangelo Jophiel affinchè versi la luce dorata di saggezza e illuminazione in me attraverso il mio chakra della corona. 
Lascia che la tua saggezza illumini e ispiri la mia mente, aiutami ad apprendere e istruiscimi al livello più elevato. Ti prego di accendere e attivare ora i simboli di saggezza che ho accumulato attraverso le mie vite. 
Grazie 

Arcangelo Zadkiel 
Io ora invoco il potente Arcangelo Zadkiel del raggio viola della misericordia, della gioia e della trasmutazione di versare la fiamma viola nella mia aura. 
Ti prego di liberare e sciogliere tutta la mia negatività e sostituirla con gioia, intuizione e tolleranza. 
Grazie

Diana Cooper

martedì 27 settembre 2016

INTELLIGENZA Questo è il quarto aspetto principale di DIO..CONNY MENDEZ

-- INTELLIGENZA   Questo è il quarto aspetto principale di Dio. Dio non è solamente intelligente; Egli è l’INTELLIGENZA. Dio è dovunque ed è l’intelligenza, quindi tutto possiede intelligenza. Medita questo e giungerai ad una conclusione stupefacente e cioè che non sono intelligenti solo gli animali e le piante, ma anche gli oggetti inanimati! Essi sono composti di atomi. Tutto è fatto di atomi e l’atomo è intelligente. Il nucleo dell’atomo è luce e la luce è intelligenza, è Dio. E’ energia. Si muove, circola sente, aderisce a ciò che le si confà e respinge ciò che non le serve. Obbedisce alla Legge dell’attrazione che, in termini animici-religiosi è l’Amore. L’atomo, quindi, è composto dalle due principali facoltà o condizioni universali: l’Intelligenza e l’Amore, il Padre e la Madre, il Positivo e il Negativo. Più avanti tornerai ad incontrare questo aspetto della Legge di Generazione. La sostanza di tutto ciò che esiste e Intelligenza. E’ Energia Atomica che è Dio. Noi non vediamo l’Intelligenza perché essa è invisibile, ma vediamo i suoi effetti, come per tutti gli aspetti di Dio. Quando nella tua vita ci sono delle cose che non vanno bene, fai loro un trattamento, ricordando loro che esse sono intelligenza e vedrai che tutto andrà a posto. Non importa di che cosa si tratti: se del tuo corpo, dei tuoi organi, dei tuoi apparecchi elettrici, delle tue piante, dei tuoi animali o perfino dei tuoi vestiti. Parla all’oggetto e ricordagli che ha un’intelligenza Divina e che non può opporsi ad essa. Ricordagli che è stato creato per portare armonia alla tua vita e che non può essere che crei inarmonia. Vedrai dei miracoli: se è rotto, risponderà istantaneamente a qualunque trattamento gli si faccia. Se noi attribuiamo a Dio tutte le qualità di un Dio infinitamente intelligente, amorevole, tenero, giusto, infinito e onnipotente, Egli ci si manifesterà. La Bibbia dice che Dio ci comunica che: “Ciò che tu pensi che io sia, questa sarà la tua realtà”. Dobbiamo fare dei trattamenti per diventare più intelligenti, almeno tre volte alla settimana. Se i bambini hanno cattivi voti a scuola occorre parlare al loro Io Superiore e ricordagli che Egli è l’Intelligenza Divina. Risponderanno immediatamente al trattamento. I Bambini rispondono sempre. Quando si tratta una persona, gli effetti del trattamento non si cancellano mai e la persona, anche dopo cinquant’anni o più, sarà migliore e più intelligente grazie al trattamento ricevuto da bambino. Dio non è solamente intelligente; Egli è l’INTELLIGENZA. Dio è dovunque ed è l’intelligenza, quindi tutto possiede intelligenza. Medita questo e giungerai ad una conclusione stupefacente e cioè che non sono intelligenti solo gli animali e le piante, ma anche gli oggetti inanimati! Essi sono composti di atomi. Tutto è fatto di atomi e l’atomo è intelligente. Il nucleo dell’atomo è luce e la luce è intelligenza, è Dio. E’ energia. Si muove, circola sente, aderisce a ciò che le si confà e respinge ciò che non le serve. Obbedisce alla Legge dell’attrazione che, in termini animici-religiosi è l’Amore. L’atomo, quindi, è composto dalle due principali facoltà o condizioni universali: l’Intelligenza e l’Amore, il Padre e la Madre, il Positivo e il Negativo. Più avanti tornerai ad incontrare questo aspetto della Legge di Generazione. La sostanza di tutto ciò che esiste e Intelligenza. E’ Energia Atomica che è Dio. Noi non vediamo l’Intelligenza perché essa è invisibile, ma vediamo i suoi effetti, come per tutti gli aspetti di Dio. Quando nella tua vita ci sono delle cose che non vanno bene, fai loro un trattamento, ricordando loro che esse sono intelligenza e vedrai che tutto andrà a posto. Non importa di che cosa si tratti: se del tuo corpo, dei tuoi organi, dei tuoi apparecchi elettrici, delle tue piante, dei tuoi animali o perfino dei tuoi vestiti. Parla all’oggetto e ricordagli che ha un’intelligenza Divina e che non può opporsi ad essa. Ricordagli che è stato creato per portare armonia alla tua vita e che non può essere che crei inarmonia. Vedrai dei miracoli: se è rotto, risponderà istantaneamente a qualunque trattamento gli si faccia. Se noi attribuiamo a Dio tutte le qualità di un Dio infinitamente intelligente, amorevole, tenero, giusto, infinito e onnipotente, Egli ci si manifesterà. La Bibbia dice che Dio ci comunica che: “Ciò che tu pensi che io sia, questa sarà la tua realtà”. Dobbiamo fare dei trattamenti per diventare più intelligenti, almeno tre volte alla settimana. Se i bambini hanno cattivi voti a scuola occorre parlare al loro Io Superiore e ricordagli che Egli è l’Intelligenza Divina. Risponderanno immediatamente al trattamento. I Bambini rispondono sempre. Quando si tratta una persona, gli effetti del trattamento non si cancellano mai e la persona, anche dopo cinquant’anni o più, sarà migliore e più intelligente grazie al trattamento ricevuto da bambino

TRATTO E CONDIVISO DA http://www.purocuorefranoi.com/metafisica_alla_portata_di_tutti/metafisica3.pdf

sabato 24 settembre 2016

TEMPO DI NUOVA EVOLUZIONE

Fratelli, so che per mandare un messaggio in questo periodo ci vuole una grande forza di fede e noi fratelli, questa fede l’abbiamo ed insieme ad essa anche la speranza, speranza che il tempo sulla Terra possa cambiare per dare il via ad una nuova evoluzione.
Sulla Terra deve iniziare una evoluzione gestita da uomini di fede che devono portare un nuovo equilibrio per il consolidamento della materia del pianeta.
Tutte le particelle che compongono il pianeta sono emanate dalla fonte Divina e tutto ciò che proviene dalla Fonte Divina è vita che deve continuare ad evolversi e a crescere.
Noi crediamo in una svolta, quella svolta che il Creatore del tutto e di tutti sta aspettando.
La nostra partecipazione sulla Terra e sempre costante, noi non abbandoniamo mai i nostri fratelli anche se a volte siamo impotenti e non possiamo fare l’impossibile a causa delle leggi rigide provenienti da Dio.
La fatalità sulla terra fa soccombere molti uomini e l’essenza che esce da quei corpi inerti noi la aiutiamo a farsi luce per il nuovo cammino, l’aiutiamo a raccogliere tutto ciò che gli appartiene per la nuova vita che l’attende.
La vita oltre la vita è piena di energia essenziale che dà gioia, vigore, libertà, spensieratezza e comunicazione con tutti i fratelli.
Ma noi non solo raccogliamo le anime per farle diventare uomini, noi siamo in mezzo a voi e ci uniamo con tutti coloro che aiutano la Terra., prima di tutto seguiamo i potenti della Terra, poi affianchiamo gli scienziati perché la scienza è vita e dà la vita, insomma siamo in continua comunicazione con la Terra perché la comunicazione è la parte più importante per unire le menti degli uomini.
Quando si ascolta qualcuno le menti si uniscono e viaggiano verso una sola direzione, in quel momento ogni uomo è parallelo all’altro, è l’unione, l’unità di tutti i singoli uomini creati da Dio nella propria individualità e libertà.
Mentre quando ogni mente viaggia da sola non c’è equilibrio, le religioni cercano in tutti i modi di unire gli Esseri attraverso la preghiera ma tutto dura molto poco non c’è costanza, ogni religione ha i suoi dogmi e i suoi insegnamenti e tutto si divide, non c’è unità.
Sono pochi sulla Terra i profeti che uniscono tutti i fratelli in un solo credo, e anche se il credo è simile nel credere in un solo creatore, ognuno lo fa suo così il padre è di tutti ma non tutti chiamano quel padre. NOEMI il mio angelo di luce........


CONDIVISO DA MENTE CON MENTE





venerdì 23 settembre 2016

L'INTENZIONE POSITIVA CREA UNA TUA REALTA' POSITIVA..........

L'intenzione positiva crea una tua realtà positiva.
Nella Nuova Energia è importante l'azione. Agire nel bene, vivere compiendo il bene. Non è più il tempo del " vedere che cosa portano gli eventi" ma soprattutto dell'agire affinchè gli eventi si compiano. 
Le affermazioni positive aiutano. I desideri di bene e nel bene sono indispensabili. E' anche importante tenere presente che la realtà è creata da voi, dai vostri pensieri, parole ed azioni. E,soprattutto, dall'intenzione. Mettete intenzione di bene in ogni cosa che fate, sappiate che la vibrazione benefica è potente, anche se a volte sembra che alcuni di voi pensino proprio il contrario. No: è il bene che trionfa e, nella nostra Dimensione è imperante. 
Un mantra per voi: Uso la mia volontà per creare esperienze nel bene e, una volta create, le espando.
Pace e amore a voi, Emmanuel
messaggio del 23 settembre 2016

EMMANUEL LA VIA DEL RISVEGLIO CANALIZZATO DA CRISTINA SAMBRES

giovedì 22 settembre 2016

NUMERI MAESTRI...DOPPI ...TRIPLI.....QUADRUPLI.........

Ogni numero proviene dai tempi più remoti e porta con sé un potere spirituale e comunicativo molto più evoluto di quanto si possa immaginare. Il linguaggio numerico non sfrutta vibrazioni provenienti da una fonte esterna che invadono o pervadono un’entità nella sua forma materiale, sistema utilizzato comunemente in tutto il mondo, bensì si avvalgono di stimolazioni e attivazioni sulle entità energetiche così che siano esse stesse a promuovere una vibrazione differente. In termini più spiccioli, si può dire che, mentre la nostra attuale comunicazione prevede che chi comunica influenzi o modifichi le vibrazioni di chi riceve, nel caso dei numeri essi lasciano che sia la coscienza interiore di chi riceve a modificare le proprie vibrazioni secondo il proprio libero arbitrio. I numeri si limitano, per così dire, a darne l’attivazione e la stimolazione a livello di coscienza, ma non intervengono in alcun modo nella decisione individuale.

Quanto detto è importantissimo in quanto dimostra quel fondamentale rispetto che dovrebbe caratterizzare ogni genere di comunicazione. E il cosmo segue perfettamente questa amorevole linea guida.

Per inciso, esistono due particolari funzioni principali: le successioni e i numeri maestri. Le prime sono una serie, o più serie, di numeri ricorrenti nella vita di un individuo, e quindi coscienza, che attivano particolari funzioni o dettami interiori, mentre i numeri maestri sono dei veri e propri messaggi che portano l’intenzione cosmica. L’intenzione cosmica non è altro che il comunicato che il cosmo ci vuole consegnare.

Per quanto riguarda le successioni non è affatto possibile trattarne alcuna, in quanto prettamente personali e con significati incomprensibili se non per l’interessato, o meglio per la coscienza dell’interessato. Si possono paragonare, per semplicità, a messaggi criptati, in parallelo con i nostri sistemi meglio conosciuti.

Passando invece ai numeri maestri ecco che risulta più facile definirne i contenuti, anche grazie a molte persone che tanto si sono dedicate per poterne scoprire e decifrare i significati. Quindi, ogni qualvolta ci capiti di osservare per caso una successione doppia o tripla, o più, di numeri uguali, è bene soffermarsi un attimo svuotando la mente per circa una quindicina di secondi e lasciando attecchire il messaggio nella nostra coscienza. I numeri maestri sono facili da riconoscere, la loro forma è molto semplice: 00, 111, 2:22, oppure anche 33:33, o similari.

Di seguito, propongo una lista dei principali messaggi, lista che si può tranquillamente trovare anche in moltissime altre fonti:

00, 000, 00:00
È un invito a proseguire il proprio cammino interiore verso dimensioni più elevate facendo affidamento al momentaneo periodo favorevole. Indica, pertanto, un frangente propizio per la propria crescita dimensionale della coscienza, facilitata da energie compatibili o eventi cosmici attivatori.

11, 111, 11:11
Rappresenta un messaggio che annuncia il Pensiero Creativo e l’Anima Cristallo, o Coscienza Cristica. Questa istantanea invita a muoversi liberamente tra le varie dimensioni e a operare il Pensiero Creativo particolarmente agevolato in questo momento come volere superiore. È l’annuncio del passaggio dal pensiero umano al pensiero cristallino. È manifestazione creativa.

22, 222, 22:22
È un invito ad abbandonare la dualità e abbracciare, di conseguenza, l’unità tra gli aspetti. Evitando la divisione è possibile co-creare e rendere manifesti i pensieri creativi a favore globale e collettivo. È un momento nel quale centrarsi e dare spazio a volontà profonde, primordiali o innovative.

33, 333, 33:33
È un messaggio che ci comunica un equilibrio tra le tre componenti principali di ognuno di noi. Il corpo, la mente e la coscienza hanno raggiunto in quel momento un compromesso importante e tale equilibrio ci permette di passare oltre, di entrare nella coscienza cosmica, nel sé superiore, nell’anima di tutte le anime. In quel luogo è possibile ricevere le grandi verità e comprenderle nella loro essenza.

44, 444, 44:44
Questo messaggio porta in grembo una rassicurazione importante: continuate nella direzione intrapresa perché le difficoltà cederanno a fronte della vostra volontà. La strada è giusta e anche l’intenzione, se gli eventi tendono a demoralizzare meglio non darci troppo peso e proseguire verso i propri obiettivi.

55, 555, 55:55
È un messaggio che indica cambiamento. Qualcosa sta apportando modifiche sugli equilibri e la vostra intenzione, attuale o passata, ne è il fautore. Ciò che avete espresso sta per manifestarsi, di qui a poco, quindi bisogna prepararsi a ricevere il dono del cosmo.

66, 666, 66:66
È un messaggio positivo che indica un prossimo mutamento della Terra (Gaia), anche a livello materiale. Non sarà un cambiamento che chiederà il permesso ai suoi ospiti, bensì un evento deciso e determinato, finalizzato alla rinascita. Il 6 non è il numero demoniaco, ma ad esso viene associato in quanto ripercorre le vie del concepimento, in quel senso anche a livello fisico.

77, 777, 77:77
È un messaggio che indica la luce e la sua manifestazione nel grembo di chi per essa si desta. Può consegnare i suoi raggi a maestri spirituali, indicare la via dei messaggeri divini, confermare la natura degli indaco o qualsiasi altra entità e coscienza che vive e si nutre di luce e proviene dalle stelle. Può onorare ognuno invitandoci a seguire le energie superiori e le dimensioni superiori, avvertendoci anche che non sarà più possibile persistere in vibrazioni più basse.

88, 888, 88:88
È un messaggio che ci invita a partire verso l’infinito. Ci avverte che abbiamo tolto le nostre catene e possiamo finalmente passeggiare tra le stelle, la nostra vera casa. È giunto quindi il momento di prendere atto della nostra natura cosmica e accettarla nella nostra totale essenza. Indica che il momento è arrivato.

99, 999, 99:99
È il messaggio che conferma il salto quantico. Ora prende forma la certezza che il passaggio è avvenuto o sta avvenendo,  in ogni caso rappresenta un punto di non ritorno verso una verità molto più profonda ed elevata. Il passato oramai se ne è andato, proprio come la mela matura ha lasciato il suo ramo. Ecco, quindi, una nuova vita, una nuova esistenza, una nuova verità. È il maggiore dei doni del cosmo.

Ogni qualvolta un numero maestro ci onora del suo messaggio, è opportuno conservare uno stato interiore rispettoso e ragguardevole, in quanto il cosmo ci offre, in quel momento, il proprio verbo. Mai come in quell’attimo possiamo sentirci uniti al tutto, all’universo, al cosmo e a quanto gli sta dentro o fuori. In quel frangente, abbiamo l’opportunità di sentirci il cosmo stesso, in soli pochi secondi di silenzio.

Da qui in avanti, sempre più spesso riceveremo questi messaggi dal cosmo, come guida verso il Nuovo Passaggio. E' bene, pertanto, restare in uno stato percettivo ad ogni respiro.



TRATTO E CONDIVISO DA http://www.sophiaalchemica.com/2012/01/verbo-cosmico-e-numeri-maestri.html?spref=fb

A TE CHE LEGGI E CHE ANELI ALLA RICERCA INTERIORE.........

A te che leggi e che aneli alla ricerca interiore.
Ecco tutto è perfetto agli occhi del Padre tutto è manifesto.
Ci sono prove da sostenere e prove da superare,
non tutto ciò che fai è perfetto ma noi ti amiamo come sei.
Ci sono stati momenti in cui hai raggiunto il massimo a cui potevi aspirare e momenti in cui sei scesa/o agli inferi.
Ma questa è la vicenda umana. Ed ora che hai conosciuto tutti i punti a cui potevi giungere, la tua nuova missione è ascendere, superare i punti di criticità ed andare avanti.
Poiché tutto è crescita, tutto è in continuo movimento verso l’alto. Tutto si muove in modo ascensionale nella spirale del tempo
Non commettere errori, ma se li commetti, impara da essi e vai avanti. Impara ad ampliare la visione fino a che non ti senti libera/o.
Dopodiché tu saprai superare le tue barriere e sarai in contatto con il tuo Maestro interiore che è in te.
Quando ti allinei sei il Maestro di te stesso e in quel momento comprenderai che non vi è paura né ostacoli là dove tu sarai una volta allineaa/to.
Vedi l’armonia regna nei regni superiori e nessuno è escluso dal sperimentarla
E’ in quel tempo eterno ed in quell’istante che potrai sperimentare la tua appartenenza al Regno di Dio che significa Risveglio
Pace a te
messaggio di Emmanuel del 18/9/2016


DA EMMANUEL LA VIA DEL RISVEGLIO CANALIZZATO DA CRISTINA SAMBRES

martedì 20 settembre 2016

EQUINOZIO D'AUTUNNO......L'Arcangelo Michele e il senso iniziatico dell'equinozio d'autunno

Equinozio d' Autunno.
L'Arcangelo Michele e il senso iniziatico dell'equinozio d'autunno 
Omraam Mikhaël Aïvanhov – tratto da www.karma51.it/temi1.htm
Percorrendo la fascia zodiacale, il sole attraversa ogni anno i quattro punti cardinali chiamati equinozi e solstizi. 
Questi quattro punti, solstizi ed equinozi, coincidono con le quattro feste dette cardinali: Natale, Pasqua, S. Giovanni e San Michele, feste istituite dagli Iniziati per ricordare agli uomini che in quelle date il sole immette nell'universo delle forze particolarmente potenti, forze che gli uomini, se coscienti, hanno la possibilità di utilizzare per la loro evoluzione. 
L'invio di tali forze è organizzato e regolato da grandi spiriti che hanno ai loro ordini molti altri spiriti di minore importanza, incaricati di distribuire le energie sulla superficie del pianeta. Una moltitudine di spiriti si dedica a questa attività. Non bisogna pensare che, in natura, tutto si produca meccanicamente; non è così, ogni cambiamento è dovuto all'opera di entità incaricate di occuparsi dei minerali o dei vegetali, degli animali o degli uomini.
Il 21 settembre ha luogo l'equinozio d'autunno, al quale presiede l'Arcangelo Michele. Il sole entra nel segno della Bilancia, dando così inizio a un nuovo ciclo. 
I frutti cadono dagli alberi, abbandonano i loro involucri, mentre i semi vengono selezionati per essere consumati o conservati; più tardi essi saranno piantati nella terra affinché il ciclo ricominci. Ma questo lavoro di separazione, di cernita che si fa in natura non riguarda unicamente la vegetazione: esso concerne anche l'essere umano. 
Come il frutto si separa dall'albero e il seme dal frutto, l'anima si separa dal corpo. 
Il corpo corrisponde all'involucro e l'anima al seme che viene seminato in alto, in Cielo. Il giorno in cui sarà maturo, il frutto che è l'uomo non dovrà cadere in terra come il seme di una pianta, ma volarsene verso il Cielo.
E l'autunno è il periodo nel quale deve avvenire questa separazione di cui parla Ermete Trismegisto quando dice: «Tu separerai il sottile dal denso con grande abilità». Separare il sottile dal denso vuol dire separare lo spirituale dal materiale. Durante l'autunno tale processo di separazione si realizza in tutta la natura per preparare la nuova vita. Come l'Arcangelo Michele viene a separare l'anima dal corpo, così l'Iniziato lascia morire in sé una materia per liberare la vita. L'Arcangelo Michele separa l'anima dal corpo perché l'anima deve viaggiare, visitare altri mondi dello spazio e non rimanere eternamente sulla terra. 
La separazione è una legge della vita. Ecco quindi che cosa dobbiamo imparare dall'Arcangelo Michele: la selezione, il discernimento, l'apprendere a separare il puro dall'impuro, l'utile dall'inutile, il nocivo dal salutare, la cosa morta da quella viva. E la causa di tutte le sventure è proprio la mancanza della capacità di discernimento.
Le forze presiedute dall'Arcangelo Michele sono forze di equilibrio, di giustizia, quindi di discernimento tra il buono e il cattivo in vista di liberare ciò che è bene e di trasformare ciò che è male. Ma il bene e il male sono così strettamente uniti che non li si può separare prematuramente senza provocare lacerazioni. L'arte di separare i contrari è la più difficile che ci sia; ed è in natura che gli Iniziati si sono istruiti in quest'arte. Non è facile separare la noce dal suo mallo, ma la natura sa come farlo: essa lascia maturare il frutto, il mallo si apre da solo e la noce si libera. Lo stesso dicasi per il bimbo nel ventre di sua madre: esso è strettamente collegato alla madre e non lo si può strappare prematuramente, altrimenti sarebbe la morte per entrambi. Se invece si aspetta, il frutto giunge a maturazione e, a quel punto si può recidere il legame che univa la madre e il bambino. Questa separazione è il simbolo della maturità. Vi ricordate della parabola del Vangelo sulla zizzania e sul buon grano?
Il tempo della mietitura è quello in cui i frutti sono maturi. Bisogna quindi aspettare quel momento per separare il male dal bene, e tale separazione sarà operata dall'Arcangelo Michele. 
Sarà l'Arcangelo Michele colui che rivestirà il ruolo principale nella purificazione della terra. Nel corso dei secoli, una moltitudine di esseri nocivi hanno riversato sulla terra un'immensa quantità di forze distruttrici, forze che si sono accumulate in un serbatoio prendendo la forma di un mostro chiamato Drago o Serpente. E' lui quello di cui si dice che... seduce le nazioni, porta fuori strada i figli di Dio e provoca tutte le sventure dell'umanità. Questa egregora è di una potenza smisurata. Solo l'Arcangelo Michele è in grado di vincere quest'egregora. 
Con l'aiuto del suo esercito, realizzerà ciò che da secoli le moltitudini implorano dal Creatore. Ecco perchè dobbiamo collegarci all'Arcangelo Michele, chiedergli la sua protezione e la possibilità di operare con lui per accrescere la sua vittoria. La luce trionferà sulle tenebre: è stato predetto e così sarà. Perchè non partecipare a quell'evento? I figli di Dio che saranno iscritti nel numero di coloro che avranno partecipato al combattimento dell'Arcangelo Michele, il Genio del Sole, questa potenza di Dio tra le più luminose, riceveranno il bacio dell'Angelo del fuoco. Tale bacio non li brucerà ma li illuminerà !
Omraam Mikhaël Aïvanhov

CONDIVISO DA http://www.disinformazione.it/equinozio_autunno.htm

lunedì 19 settembre 2016

I QUATTRO ACCORDI Don Miguel Ruiz

I QUATTRO ACCORDI
Don Miguel Ruiz
:: Sintesi del libro ::
Nel sogno del pianeta è normale per gli uomini soffrire, vivere nella paura e creare drammi emozionali. Il sogno esterno non è piacevole. E' un sogno di violenza, di paura, di guerra e di ingiustizia. I sogni personali variano, ma a livello globale si tratta più che altro di un incubo. Se guardiamo la società umana, vediamo un luogo in cui è molto difficile vivere, perché è governato dalla paura. In tutto il mondo vediamo sofferenza, rabbia, vendetta, dipendenza, violenza nelle strade e tremende ingiustizie. La paura forse esiste a livelli diversi in paesi diversi, ma globalmente controlla il sogno esteriore.
Se paragoniamo il sogno della società umana con la descrizione dell'inferno, propagandata da tante religioni, scopriamo che si somigliano moltissimo. Le religioni dicono che l'inferno è un luogo di castigo, di paura, dolore e sofferenza, un luogo in cui siamo consumati dal fuoco che è generato dalle emozioni basate sulla paura. Ogni volta che proviamo rabbia, gelosia, odio o invidia, sentiamo un fuoco bruciarci dentro. Viviamo in un sogno infernale. L'inferno è intorno a noi. Ci raccontano che se non ci comportiamo come dovremmo andremo all'inferno. Che novità! Ci siamo già, all'inferno, noi e le persone che ci dicono queste cose. Certo, gli altri possono gettarci in un inferno più grande, ma solo se permettiamo loro di farlo.
Ogni essere umano ha il proprio sogno personale, spesso governato dalla paura così come il sogno della società. Impariamo a sognare l'inferno durante la vita. Le stesse paure si manifestano in modi diversi per ogni persona, ovviamente, ma tutti sperimentiamo rabbia, gelosia, odio e invidia. Il nostro sogno personale può anche diventare un incubo senza fine, fatto di paura e sofferenza. Ma non è necessario vivere in un incubo.
Possiamo anche fare un sogno piacevole. Don Miguel Ruiz
1. Sii impeccabile con la parola:
La parola è il potere con cui creiamo, la parola è una forza, è il potere di esprimere e comunicare, di pensare e quindi di creare gli eventi della nostra vita. Come una spada a doppio taglio può creare un sogno magnifico, oppure distruggere tutto.
La parola impeccabile crea bellezza, armonia, comunione. A seconda di come la usiamo la parola ci renderà liberi o schiavi. Se ci abbandoniamo all’ira e con le nostre parole inviamo veleno emozionale verso altre persone, stiamo usando la nostra parola contro di noi. Se invece le nostre parole esprimono rispetto ed amore creeremo attorno a noi armonia e serenità.
Principalmente ci serviamo della parola per diffondere i nostri veleni personali: ira, gelosia, invidia ed odio. La parola è magia pura è il dono più potente che abbiamo. L’impeccabilità della parola può guidarci verso la libertà personale, verso il successo e l’abbondanza , può toglierci la paura e trasformarla in gioia ed amore.
2. Non prendere nulla in modo personale:
qualunque cosa accada intorno a noi non prendiamola personalmente. Ciò che fa soffrire l’essere umano si chiama importanza personale – cioè la tendenza a prendere tutto sul piano personale, come se tutto il mondo ruotasse attorno a noi. Nulla di ciò che fanno gli altri è a causa nostra, ognuno vive nel proprio sogno, nella propria mente e in un mondo completamente diverso da quello in cui viviamo noi. Quando prendiamo qualcosa in modo personale, crediamo che gli altri sappiano cosa c’è nel nostro mondo e cerchiamo di imporre il nostro punto di vista sul loro. Anche quando una situazione sembra estremamente personale, anche quando gli altri ci insultano direttamente, non a nulla a che fare con noi. Quello che dicono e fanno, le opinioni che manifestano, tutto segue gli accordi che hanno preso con se stessi. Il loro punto di vista deriva dalla programmazione che hanno ricevuto dall’ambiente. Se qualcuno ci dice qualcosa di spiacevole, la verità è che quella persona sta affrontando le proprie emozioni, opinioni e convinzioni. Cerca di inviarci del veleno, e se prendiamo in modo personale ciò che ci dice, il veleno passa dentro di noi. Facciamo attenzione a non mangiare “tutta la loro spazzatura emotiva”, basta non prendere nulla in modo personale per essere immuni al veleno. Quando prendiamo le cose personalmente ci sentiamo offesi e la reazione è quella di difendere le nostre convinzioni, creando conflitti. Rendiamo grande qualcosa che di per sé è piccolo, perché abbiamo bisogno di avere ragione e di dimostrare che gli altri si sbagliano. Anche noi trasmettiamo le nostre opinioni e anche per noi vale il fatto che qualunque cosa facciamo, qualunque emozione proviamo, si tratta di una proiezione del nostro sogno personale di un riflesso del nostro sistema di credenza. Quello che diciamo e quello che facciamo, le opinioni che abbiamo, tutto è il riflesso del nostro sistema di credenza, perciò non ha nulla a che vedere con gli altri. Il lavoro da fare è arrivare al punto in cui il giudizio degli altri - sia in positivo che in negativo - non ci tocca, perché abbiamo la percezione interna del nostro valore e quindi non restiamo agganciati da ciò che gli altri pensano di noi. Qualunque cosa gli altri pensano o dicano di noi non ci riguarda, stanno parlando a voce alta di se stessi. L’essere umano crea dentro di sé un film, di cui è protagonista, regista, produttore e tutti gli altri sono personaggi secondari . Il nostro punto di vista è personale è la nostra realtà. Chi si arrabbia è perché ha paura e l’altro è solo un pretesto per portare fuori un disagio, un tema non risolto.
Se siamo in armonia con chi ci circonda, significa che l’altro non ci suscita nessuna reazione negativa e quindi questo vuole semplicemente dire che non stiamo contattando una nostra paura o un nostro limite e quindi non lo riversiamo sull’altro. Anche le opinioni che abbiamo su di noi non sempre sono esatte, infatti molto spesso tutte le varie sub-personalità parlano contemporaneamente – immaginiamo un mercato dove tante persone parlano tutte insieme – e quindi risulta complesso essere obbiettivi e centrati.
Quando nulla viene preso in modo personale si evitano sentimenti di rabbia, gelosia, rancore, invidia.
3. Non supporre nulla:
Tendiamo a supporre ciò che gli altri pensano o fanno, lo prendiamo sul personale, li incolpiamo e reagiamo inviando loro veleni emozionali tramite le parole. Per questo ogni volta che supponiamo qualcosa stiamo sbagliando. Facciamo una supposizione, capiamo male, prendiamo la cosa in modo personale e finiamo per creare un dramma completamente inutile. Tutta la tristezza, tutti i drammi della nostra vita sono fondati sulle supposizione sull’abitudine di prendere le cose in modo personale. E generalmente cominciamo a spettegolare ed inviare veleno emozionale sugli altri sulla base delle nostre supposizioni. E’ sempre meglio chiedere che supporre, la supposizione porta equivoci ed incomprensioni. Supporre che gli altri sappiano ciò che pensiamo e che perciò non sia necessario dirlo, è un errore che accade spesso nei rapporti.
4. Fai sempre del tuo meglio:
valutando però momento per momento, ascoltandoci, al fine di non strafare. L’importante è non giudicarsi, così da non cadere nei sensi di colpa, se facciamo del nostro meglio impariamo ad accettarci. Occorre arrivare al punto di agire per il piacere di agire. Fare le cose dandogli valore e sentendole importanti per noi, anche le piccole cose quotidiane, al fine di far assumere loro un valore diverso. Ogni azione dovrebbe diventare un rituale in cui amiamo il divino, ogni pensiero diventa una comunione con Dio e viviamo un sogno privo di giudizi e vittimismo, senza più bisogno di spettegolare e di trattare male gli altri e se stessi.
Se siamo impeccabili con la parola, se non prendiamo le cose a livello personale, se non supponiamo nulla e facciamo sempre del nostro meglio, saremo in grado di controllare la nostra vita.
Tratto da “I quattro accordi” Don Miguel Ruiz
edizioni il punto d’incontro
www.miguelruiz.com/
Immagine sfondo Copyright Jane Starr Weils
da http://www.shantisara.it/accordi.htm

DECRETO DEL PERDONO

DECRETO DEL PERDONO

Ho incluso questo decreto del perdono in Discover Atlantis e in una guida dell’Arcangelo dell’ascensione, perché è così potente e cambia la vita. E spazza via tutto ciò che impedisce al cuore di aprirsi.

Io perdono tutti coloro che hanno sempre fatto del male o mi hanno danneggiato, consciamente o inconsciamente, in questa vita o in qualsiasi altra, in questo universo, dimensione, piano o livello di esistenza o qualunque altro.
Offro loro la grazia.

Chiedo perdono per tutto quello che ho sempre fatto di male o danneggiato altri, consciamente o inconsciamente, in questa vita o in qualsiasi altra, in questo universo, dimensione, piano o livello di esistenza o qualunque altro.
Chiedo la grazia.

Mi perdono per tutto quello che ho sempre fatto di male o danneggiato altri, consciamente o inconsciamente, in questa vita o in qualsiasi altra, in questo universo, dimensione, piano o livello di esistenza o qualunque altro.
Accetto la grazia.

Io sono libero. Tutte le catene e le restrizioni decadono da me. Io sono nel mio pieno potere come un maestro.

(Ripetere per 3 volte)

Così sia. È fatto.

Tratto da: http://www.dianacooper.com/exercises-and-meditation/decrees-mantras/

sabato 17 settembre 2016

TERZO CHAKRA: MANIPURA

IL TERZO CHAKRA IN LINGUA SANSCRITA VIENE CHIAMATO MANIPURA, CHE SIGNIFICA CITTA’ DEI GIOIELLI. ESSO E’ LOCALIZZATO A LIVELLO DEL PLESSO SOLARE ED E’ ASSOCIATO A FEGATO, PANCREAS, STOMACO, MILZA, PARTE ALTA DELL’INTESTINO E A TUTTE LE FUNZIONI METABOLICHE E VEGETATIVE. DAL PUNTO DI VISTA PSICO-ENERGETICO LA SUA FUNZIONE PIU’ IMPORTANTE E’ RELATIVA ALL’AFFERMAZIONE PERSONALE ED ALL’ESERCIZIO DEL POTERE INDIVIDUALE RISPETTO AL SOCIALE ED ALL’AMBIENTE IN GENERALE (INDICA LA REALIZZAZIONE DELLA PERSONA, QUANTO LA PERSONA VEDE REALIZZABILE IL SUO DESIDERIO DI VITA, QUANTO UNA PERSONA VUOLE E DESIDERA COMBATTERE PER SE STESSO, QUANTO UNA PERSONA S’AMA).
LE PATOLOGIE PRINCIPALI ESPRESSE DAL TERZO CHAKRA RIGUARDANO TUTTE LE MALATTIE METABOLICHE, QUALI IL DIABETE, LE IPERLIPIDEMIE, LE INSUFFICIENZE EPATICHE, LA CIRROSI, LE ULCERE GASTRICHE E DUODENALI, I TASSI GLICEMICI ECCETERA, NONCHE’ TUTTE LE PATOLOGIE RIGUARDANTI AI PROCESSI DI NUTRIZIONE, DIGESTIONE ED ASSIMILAZIONE.
DAL PUNTO DI VISTA PSICO-ENERGETICO E’ A LIVELLO DI QUESTO CHAKRA CHE SI GENERANO LE FORZE EMOTIVE DIRETTE VERSO L’AMBIENTE ESTERNO: I SENTIMENTI D’AMICIZIA, RANCORE, SIMPATIA, ANTIPATIA, ECCETERA. ESSO E’ IL FONDAMENTO DELLA PERSONALITA’ SOCIALE.
IL FUNZIONAMENTO DISARMONICO DI QUESTO CHAKRA GENERERA’ IL DESIDERIO SFRENATO DI POTERE, DI MANIPOLAZIONE, PER POTER STRAVOLGERE LA REALTA’ SEMPRE E IN OGNI MODO A PROPRIO FAVORE; TENDENZIALMENTE SI POTRA’ NOTARE UN ATTEGGIAMENTO IPERATTIVO, IL QUALE VIENE MESSO IN ATTO PER NASCONDERE IL SENSO D’INADEGUATEZZA E VUOTO CHE E’ CAUSATO DALL’IMPOTENZA A GESTIRE LE SITUAZIONI DI POTERE ASSOLUTO CHE SI PRETENDEREBBE D’ESERCITARE. LA SERENITA’ INTERIORE SARA’ FORTEMENTE COMPROMESSA E, OVVIAMENTE, SARA’ PRINCIPALE LA SODDISFAZIONE DEL BENESSERE MATERIALE, SIA PURE A DISCAPITO DI QUALUNQUE SENTIMENTO PIACEVOLE, GIUNGENDO ADDIRITTURA A RITENERLI INDESIDERABILI E FASTIDIOSI.
IL SOGGETTO CHE SOFFRE D’UNO SCOMPENSO DEL TERZO CHAKRA E’ PORTATO A PERDERE IL CONTROLLO DELLE PROPRIE EMOZIONI E A SVILUPPARE UN’ATTEGGIAMENTO FORTEMENTE AGGRESSIVO, NECESSARIO PER NON PERMETTERE AGLI ALTRI DI METTERE A NUDO LA PROPRIA POCHEZZA INTERIORE, FATTO QUESTO CHE SMASCHEREREBBE I GIOCHI DI POTERE DI CUI QUESTO SOGGETTO VIVE, CREANDO UNA SITUAZIONE DI PARALISI ENERGETICA CHE S’ESPRIMEREBBE COME IMPOTENZA DISPERATA E DISPERANTE; UN ESEMPIO DI QUESTO SOGGETTO SCONFITTO, PUO’ ESSERE DATA DALL’IMMAGINE DI QUELLE PERSONE IN GENERE DI MEZZA ETA’, MA SEMPRE PIU’ SPESSO ANGHE GIOVANI, CHE TRASCORRONO IL PROPRIO TEMPO IN ATTIVITA’ ANNICHILENTI E DISTRUTTIVI, QUALI IL BERE, FARE USO DI DROGHE PIU’ O MENO RICONOSCIUTE COME TALI E CHE IN GENERE HANNO IN FAMIGLIA UN ATTEGGIAMENTO FORTEMENTE AGGRESSIVO E PREVARICATORE. A QUESTI INFATTI FA SEGUITO UNA SITUAZIONE FORTEMENTE DEPRESSIVA. IN QUESTO CASO IL SOGETTO AVRA’ COME OBIETTIVO PRINCIPALE L’ESSERE ACCETTATO E BENVOLUTO DAGLI ALTRI E PER RAGGINGERE QUESTO SCOPO NEGHERA’ A SE STESSO PER CONFORMARSI AL MODO DI PENSARE DELLE PERSONE CUI DESIDERA PIACERE, SOFFOCANDO E NEGANDO COMPLETAMENTE I PROPRI DESIDERI ED EMOZIONI; CIO’ NONOSTANTE, ANZI, PROPRIO A CAUSA DI QUESTO ATTEGGIAMENTO FRUSTANTE, AUMENTERANNO LE PREPOTENZE E LE ANGHERIE VERSO I MEMBRI DELLA PROPRIA FAMIGLIA.
GLI ALIMENTI CHE POSSONO ESSERE UTILI PER RIEQUILIBRARE IL TERZO CHAKRA SONO GLI AMIDI, LE FARINE INTEGRALI E GLI ZUCCHERI SEMPLICI.
 LE PIETRE COLLEGATE CON IL TERZO CHAKRA SONO:
PIRITE
CITRINO
TOPAZIO
PIETRA DEL SOLE
MALACHITE
QUARZO OCCHIO DI TIGRE
MALACHITE-AZZURRITE
MALACHITE-CRISOCOLLA
DIASPRO GIALLO
BLENDA
QUARZO RUTILATO
ARAGONITE
CALCITE ARANCIO
AMBRA
ANDALUSITE


CAPELLI LUNGHI? MEGLIO DI UN'ANTENNA RADAR PER ACCEDERE AL SESTO SENSO


Capelli lunghi ? Meglio di un 'antenna radar..
Capelli lunghi ? Meglio di un 'antenna radar per accedere al sesto senso


La storia biblica di Sansone che perdeva i poteri dopo il taglio dei capelli, cela una verità nascosta: i capelli sono un estensione sensoriale che ci tramuta in un 'antenna sensibile alle energie ambientali e non solo


I capelli sono un dono straordinario della natura.Quindi, tagliare i capelli non solo sarebbe come rifiutare questo dono, ma, in un certo senso, sfigura la forma dell'uomo. E da un punto di vista yogi, i capelli lunghi contribuiscono ad accrescere l'energia Kundalini che aumenta la tranquillità, la vitalità e l'intuizione.
Tagliare i capelli impedisce la trasmissione di luce dalle ossa della fronte alla ghiandola pineale, che colpisce l'attività del cervello, la tiroide, e gli ormoni sessuali.

Yogi Bhajan ha spiegato che tagliare i capelli significa che non solo perdono energia e nutrimento, ma che il corpo deve quindi produrre una grande quantità di energia vitale per rinnovarli

I capelli dirigono anche l'energia solare per i lobi frontali, dove si svolge la meditazione. Questi agiscono come "recettori", come condotti che permettono una maggiore quantità di energia cosmica


 I capelli sono un'estensione del sistema nervoso: ecco perche' gli indiani li tenevano lunghi.

Questa informazione è stata tenuta nascosta dal tempo della guerra in Vietnam. La nostra cultura porta le persone a pensare che i capelli siano una questione di preferenza personale, che la pettinatura sia una questione di moda e/o convenienza e che il modo in cui le persone tengono i loro capelli sia semplicemente una questione di cosmetica.

Tornando alla guerra del Vietnam, tuttavia, emerge un quadro completamente diverso, un quadro accuratamente celato e tenuto nascosto al grande pubblico. All’inizio degli anni 90 Sally (nome di fantasia per proteggere la privacy) era sposata con uno psicologo che lavorava al VA Medical Hospital e che lavorava con veterani di combattimento che soffrivano di un disturbo da post stress traumatico: la piu’ parte di loro aveva servito in Vietnam.

Sally: “Mi ricordo benissimo di una sera in cui mio marito tornò a casa portando con sé un raccoglitore ufficiale molto consistente. Dentro c’erano centinaia di pagine di certi studi commissionati dal governo. Era shockato dal suo contenuto. Quel che lesse in quei documenti cambio’ radicalmente la sua vita. Da quel momento in poi mio marito, conservatore di mezza età, lascio’ crescere i suoi capelli e barba senza piu’ tagliarseli. Ma on è tutto: il VA Medical Center glielo lascio’ fare ed altri uomini molto conservatori del suo staff seguirono il suo esempio. Quando lessi i documenti capii perché”.

Sembra che durante la Guerra del Vietnam delle forze speciale nel dipartimento della Guerra avessero spedito degli esperti agenti segreti per setacciare le riserve degli Indiani d’America, alla ricerca di talent scouts, giovani forti addestrati a muoversi furtivamente in un aspro terreno . Cercavano soprattutto uomini con abilità di inseguimento eccellenti, quasi sovrannaturali. Prima di essere avvicinati, di questi uomini selezionarti con cura, si aveva documentazione attestante che erano esperti in sopravvivenza ed inseguimento.

Con le solite lusinghe, le frasi ammalianti d’uso per arruolare nuove reclute, si stilava una lista di alcuni di questi indiani abili nell’inseguimento, dopodiché accadeva una cosa incredibile. Qualsiasi fosse il talento o l’abilità che essi possedevano nella riserva … improvvisamente queste sembravano scomparire misteriosamente, poiché recluta dopo recluta fallivano nel compito sul campo.

Fallimenti nelle prestazioni e seri accidenti portarono il governo a stipulare un contratto per un costoso test di queste reclute e questo fu cio’ che ne emerse:

Quando alle reclute piu’ vecchie fu chiesto perché avevano fallito nel compito atteso, queste risposero in modo consistente che dal momento in cui furono loro tagliati i capelli, come richiesto dall’esercito , non furono piu’ in grado di “sentire il nemico, né di accedere al loro 6° senso, né fare riferimento alla loro intuizione, né leggere i segni sottili o accedere ad informazioni extrasensoriali”.

Cosi l’istituto di ricerca recluto’ altri Indiani con quelle caratteristiche, ai quali non tagliarono i capelli e che vennero poi testati in varie aree. Poi misero insieme due uomini che avevano ricevuto lo stesso punteggio su tutti i tests. Lasciarono i capelli lunghi ad uno dei due, mentre all’altro fecero un taglio militare e li ri-sottoposero ai test. L’uomo con i capelli lunghi ripetutamente mantenne un alto punteggio mentre l’altro fallì i tests in cui precedentemente aveva ricevuto un punteggio alto.



I capelli sono un’estensione del sistema nervoso, e possono essere visti correttamente come nervi esteriorizzati, un tipo di sensori altamente evoluti, o “antenne” che trasmettono vaste quantità di informazioni importanti perché vengano processate dal cervello , dal sistema limbico e dalla neocorteccia.

Non solo: i capelli e la barba negli uomini, forniscono una informazione che raggiunge direttamente il cervello, ma i capelli emettono anche energia: l’energia elettromagnetica emessa dal cervello nel mondo circostante.

Questo è stato visto nella foto Kirlian, quando una persona viene fotografata con i capelli lunghi eppoi rifotografata con i capelli corti . Quando vengono tagliati i capelli, le trasmissioni e l’invio di informazioni da e verso l’ambiente, viene grandemente ostacolato. Il risultato è che c’è un senso di “intorpidimento”.

Il taglio dei capelli è un fattore che contribuisce alla non consapevolezza dello stress ambientale negli ecosistemi locali, ma anche un fattore che contribuisce alle insensibilità nelle relazioni di ogni tipo e alla frustrazione sessuale..



Nel cercare soluzioni per l’ansia e l’angoscia nel mondo, potrebbe essere arrivato il tempo in cui considerare che molto di cio’ che diamo per scontato sulla realtà sia un errore. Potrebbe essere che la parte maggiore della soluzione sia guardarci in faccia ogni mattina allo specchio. La storia di Dalila e Sansone nella Bibbia contiene molta verità in codice in serbo per noi. Quando Dalila taglia i capelli di Sansone, Sansone, un tempo invincibile- fu sconfitto.


Portare i capelli in sù durante il giorno aiuta ad assorbire l'energia solare, durante la notte assorbono l'energia lunare se li teniamo giù. Intrecciare i capelli durante la notte aiuta anche a riequilibrare il campo elettromagnetico dalle attività della giornata. Il modo migliore per potenziare la tua aura e le cellule cerebrali, e stimolare la ghiandola pineale nel centro del cervello, è quello di tirare su i capelli in un "nodo Rishi". (In India, un Rishi è un saggio che bobine suo capelli sulla sommità della testa). Secondo Yogi Bhajan, "L'attivazione dei risultati pineale in una secrezione che è centrale per lo sviluppo dell'istruzione superiore funzionamento intellettivo, così come più alta percezione spirituale. "


Riporto anche i consigli, non ce ne sarebbe bisogno, in pratica tutte le cure delle "fate" sono in definitiva ottime anche per la nostra energia.

Applicare una miscela di olio di mandorle con qualche goccia di olio di sandalo per i capelli

L'olio di jojoba e la rosa è ottimo per curare i capelli ricci

Per prevenire la perdita dei capelli massaggio del cuoio capelluto con olio di cocco, poi sedersi al sole a secco

Mantenere i capelli e salute del cuoio capelluto con la vitamina A, C, E e lecitina

Il consumo di cipolle e olive aiuta l'equilibrio degli ormoni e ringiovanisce i capelli

Trattare doppie punte non con taglio, ma una piccola quantità di olio di mandorle (lasciate durante la notte, ma essere sicuri di risciacquo!), Ci vogliono circa 3 anni per i recettori per formare nuovi capelli alle punte

 asciugarli al sole , che permette anche l'assorbimento della vitamina D

Yogi consiglia lo shampoo circa ogni 72 ore

Lavare i capelli dopo essersi arrabbiate o dopo uno sconvolgimento è emotivamente benefico

Un pettine di legno o una spazzola mantiene l'aura e l'equilibrio del campo elettromagnetico, e stimola il cuoio capelluto; legno impedisce l'elettricità statica che drena via l'energia del cervello

Rinfrescare e rilassare i capelli e il cuoio capelluto pettinando da davanti verso dietro, poi di nuovo verso davanti, e da destra a sinistra, più volte, questa tecnica due volte al giorno aiuta a mantenere la giovinezza, un ciclo mestruale sano e buona vista

Per migliorare la salute della mente sarebbe meglio a mantenere i capelli sani e naturali, il colore dei capelli argento o bianco aumenta le vitamine e il flusso di energia che compensano l'invecchiamento.






Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso.
Grazie per la condivisione!

Diario di una ragazza indaco di Michela Marini © COPYRIGHT
Distribuito con Licenza Creative Commons

giovedì 15 settembre 2016

IL SECONDO CHAKRA.......SVADHISHTANA E PIETRE ASSOCIATE................

IL SECONDO CHAKRA E’ LOCALIZZATO POCO AL DI SOPRA DEL PUBE ED E’ ASSOCIATO ALLE GONADI, AI GENITALI, AI RENI, AL BASSO ADDOME E AI SISTEMI CIRCOLATORI.
LA SUA FUNZIONE E’ LEGATA AL DESIDERIO, AL PIACERE, ALLA SESSUALITA’, ALLA PROCREAZIONE, ALLA CAPACITA’ DI PROVARE EMOZIONI PRIMORDIALI NON MENTALI. GLI ORGANI COLLEGATI CON IL SECONDO CHAKRA SONO: INTESTINO, VESCICA, UTERO, OVAIE, PROSTATA. I RENI SONO PROPRIO IL SIMBOLO DELLA PAURA.
LE DISFUNZIONI DEL SECONDO CHAKRA PROVOCANO A LIVELLO FISICO IMPOTENZA, FRIGIDITA’, PATOLOGIE DELL’APPARATO GENITALE, ANCHE A LIVELLO LESIONALE (FIBROMI, ADENOMI PROSTATICI, ECC.), DELL’APPARATO URINARIO E RIGIDITA’ LOMBOSACRALE.
DAL PUNTO DI VISTA PSICOLOGICO UN SECONDO CHAKRA SCOMPENSATO COMPORTA MANCANZA D’AUTOSTIMA, FOBIE, PANICO, ANSIETA’.
DAL PUNTO DI VISTA EMOZIONALE, LO SQUILIBRIO DI QUESTO CHAKRA PUO’ CONDURRE ALLA RICERCA OSSESSIVA DEL PIACERE, ANCHE E SOPRATTUTTO A LIVELLO SESSUALE SINO ALL’ABERRAZIONE, QUALORA SIA IPERFUNZIONANTE, MA ANCHE AD UNA TOTALE CHIUSURA NEI CONFRONTI DELLA "SESSUALITA’" DELLA VITA, GENERANDO UNA SORTA D’ANESTESIA DELLA CAPACITA’ DI PROVARE GIOIA NON INTELLETTUALE, QUALORA SIA INVECE IPOFUNZIONANTE.
QUESTO CHAKRA SI RISCONTRA SPESSO SCOMPENSATO NEI SOGGETTI DI SESSO FEMMINILE (SI TENGA PRESENTE CHE LA POLARITA’ PROPRIA DI QUESTO CHAKRA, COME QUELLA DI TUTTI I CHAKRA PARI, E YIN).
IL SECONDO CHAKRA INDICA LA NS. PARTE EMOZIONALE, LE NS. PAURE, LE COSE CHE CI HANNO SPAVENTATO, CHE CI PARALIZZANO. E’ IL PRIMO PASSO DELL’ENERGIA VERSO LA SMATERIALIZZAZIONE.
VALE SEMPRE LA PENA DI RICORDARE, CHE I QUATTRO PRINCIPI ALCHEMICI SONO IN FONDO I QUATTRO PRINCIPI DELL’ENERGIA:
1) PRINCIPIO NELL’UNO E’ IL TUTTO, CIOE’ NELLA MIA CELLULA AVVIENE LA STESSA COSA CHE AVVIENE NELLA CELLULA DELLA GALASSIA.
2) PRINCIPIO, LA MATERIA E’ LA PARTE INVISIBILE DELL’INVISIBILE CIOE’, QUELLO CHE NOI VEDIAMO MATERIALIZZATO, E’ LA PARTE CHE NOI ABBIAMO RESO TANGIBILE RISPETTO ALL’OMOLOGA ENERGIA INVISIBILE.
3) PRINCIPIO COME IN ALTO COSI’ IN BASSO E VICEVERSA, CIOE’ LO YIN E LO YANG, IL BIANCO E IL NERO, IL GIORNO E LA NOTTE, LA LUCE E IL BUIO, CIOE’ QUELLO CHE AVVIENE AD UN LIVELLO AVVIENE ANCHE ALL’ALTRO LIVELLO.
4) PRINCIPIO LA NATURA E COSTANTEMENTE RINNOVATA DAL FUOCO, VALE A DIRE SOLO NELLA FEDE SOLTANTO QUELLO CHE TI BRUCIA DENTRO, TI PERMETTE DI RINNOVARE LA TUA VITA. 
LE PIETRE COLLEGATE CON IL SECONDO CHAKRA SONO:
AGATA CORNIOLA
ELIOTROPIO
CRISOCOLLA
CRISOPRASIO
QUARZO FEMMINA
AMMONITE
ANGELITE
PIETRA DI LUNA
OPALE
GIADA
TIGRE DI FERRO
HOWLITE
AGATA MUSCHIATA
LEGNO PIETRIFICATO
MAGNESITE

MAGNETITE
 

martedì 13 settembre 2016

I° CHAKRA MULADHARA

IL PRIMO CHAKRA STA AD INDICARE COME STA IN QUEL MOMENTO LA PERSONA RISPETTO ALLE SUE ENERGIE FISICHE.
SE LA PERSONA E’ CONTENTA DI VIVERE, SE E’ IN BUONA SALUTE, PERLOMENO SE CREDE D’ESSERE IN BUON RAPPORTO CON IL SUO CORPO, SE HA VOGLIA DI DIVERTIRSI, DI GIOCARE.
QUESTO CHAKRA E’ NORMALMENTE ASSOCIATO ALLE GHIANDOLE SURRENAGLI,AGLI ARTI INFERIORI, ALLA COLONNA VERTEBALE, ALL’INTESTINO CRASSO, AI GENITALI E AL SISTEMA NERVOSO CENTRALE.
LE PATOLOGIE CHE PUO’ CAUSARE IL SUO FUNZIONAMENTO DISARMONICO SONO:EMORROIDI, OBESITA’, STIPSI, SCIATALGIA, ARTRITE DEFORMANTE,ANORESSIA NERVOSA, GONARTROSI, GOTTA. RIENTRANO NELLA SFERA D’INFLUENZA DEL PRIMO CHAKRA I BISOGNI PRIMARI DELL’INDIVIDUO, RELATIVI ALLA SOPRAVVIVENZA.
SE C’E’ UN FUNZIONAMENTO ECCESSIVO DI QUESTO CHAKRA, SIA I PENSIERI CHE LE AZIONI SARANNO ORIENTATI ALLA SODDISFAZIONE OSSESSIVA DEI BISOGNI MATERIALI E DELLA SICUREZZA PERSONALE; SI VORRA’ POSSEDERE TUTTO CIO’ CHE SI DESIDERA, MENTRE SARA’ DIFFICILE DARE O DONARE QUALCOSA. QUALORA OSTACOLATI SI REAGIRA’ CON AGGRESSIVITA’, COLLERA, VIOLENZA, SENTIMENTI O MODALITA’ CHE ESPRIMONO UN ATTEGGIAMENTO DIFENSIVO LEGATO ALLA MANCANZA DI FIDUCIA NELLE FORZE VITALI ANCESTRALI; IN QUESTO ATTEGGIA- MENTO C’E’ SEMPRE LA PAURA DI PERDERE CIO’ CHE DA’ SICUREZZA E SENSO DI BENESSERE.
SE INVECE VI FOSSE UN’INSUFFICIENTE FUNZIONALITA’, S’AVRA’ DEBOLEZZA E SCARSA RESISTENZA FISICA ED EMOZIONALE. MOLTE COSE VERRANNO VISSUTE CON ECCESSIVA PREOCCUPAZIONE, ANCHE SE MOLTO BANALI. L’INSICUREZZA ESISTENZIALE,NELL’ACCEZIONE PIU’ LEGATA AGLI ISTINTI PRIMORDIALI, SARA’IL PROBLEMA PRINCIPALE, CI SI SENTIRA’ COME SE SI FOSSE PERSO OGNI PUNTO D’APPOGGIO. OGNI FATTO DELLA VITA DIVENTERA’ INSORMONTABILE, PERCIO’ SI SOGNERANNO CONDIZIONI PIU’ FACILI, PIU’ PIACEVOLI E MENO FATICOSE GENERANDO FUGHE MENTALI DALLA REALTA’ CONTINGENTE. SE I CHAKRA SUPERIORI SI SONO SVILUPPATI MAGGIORMENTE RISPETTO AGLI INFERIORI, S’AVRA’LA SENSAZIONE D’ESSERE "FUORI DAL MONDO", VIVENDO PROFONDAMENTE UN SENSO D’ESTRANEITA’ E DI SOLITUDINE ASSOLUTA E SENZA SPERANZA. SE IL BLOCCO ENERGETICO INTERESSASSE ANCHE IL TERZO CHAKRA,OLTRE AL PRIMO, CI SI POTREBBE TROVARE IN PRESENZA D’ANORESSIA. I CIBI UTILI PER ATTIVARE O RIEQUILIBRARE IL CHAKRA DELLA BASE SONO LE PROTEINE,LE CARNI, NOCI, FAGIOLI, UOVA, PRODOTTI CASEARI.

LE PIETRE COLLEGATE CON IL PRIMO CHAKRA SONO:
TORMALINA NERA
OSSIDIANA
OSSIDIANA FIOCCO DI NEVE
ONICE
EMATITE
OCCHIO DI FALCO
GRANATO
RUBINO
CORALLO
DIASPRO ROSSO


domenica 11 settembre 2016

MEDITAZIONE CON LUCE VERDE....OMMMMMMM..............CRISTINA SAMBRES

11 settembre. 
Prendete un po' del vostro tempo. Sedete comodi e chiudete gli occhi. Visualizzate il vostro Pianeta Terra. Mentre lo guardate con gli occhi della mente, pronunciate tre volte l'OM. Poi dal vostro quarto chakra vedete uscire una luce verde smeraldo. Bellissima e calma, vi dona sI
curezza. Avvolgete il vostro Pianeta con questa sacra luce e pronunciate queste parole: Pietà Amore Compassione. Vedete come la vibrazione di queste parole si accompagni magnificamente con la vibrazione del colore verde. Restate un attimo in questa visualizzazione. Accarezzate il vostro bel Pianeta con l'amore che è in voi. Poi, quando sentite che il tutto è stato recepito, visualizzate il colore bianco che a mo' di velo meraviglioso abbraccia nuovamente il pianeta e pronunciate la parola Pace. Guardate mentre la vibrazione della pace raggiunge tutti i luoghi della Terra e benedite in cuor vostro questi luoghi. Infine visualizzate tanti petali di rosa che scendono sul vostro Pianeta martoriato e pronunciate la parola Guarigione. Restate in questo stato d'animo finchè non sentite che la vostra meditazione è andata a buon fine. Grazie a voi. Con amore Emmanuel
Messaggio dell11.9.20

EMMANUEL LA VIA DEL RISVEGLIO ....CANALIZZATO DA CRISTINA SAMBRES