martedì 9 maggio 2017

CHI E L'ARCANGELO SANDALPHON ?....

Sandalphon  - detto anche Angelo Principe - è l’Arcangelo Protettore della Terra, è il suo custode, ed è  custode delle regole del regno terreno e porta armonia agli elementi della natura. Egli lavora per l’evoluzione spirituale della Terra e dell’umanità.
Sandalphon è un conduttore di energia di Luce, mantiene ogni cosa in conformità con il Piano Divino, provvede a tutto ciò che è necessario per l'equilibrio, l'armonia e la stabilità.
Sandalphon ancora la Luce sulla Terra, e assiste gli operatori di Luce perché facciano la stessa cosa.  È collegato con Sanat Kumara, con le forze angeliche, con  gli Elementali e con gli abitanti della Terra Cava.  Tutti i segreti della terra sono accessibili attraverso Sandalphon, quando siamo pronti per apprenderli e siamo consapevoli di esserne degni e in grado di comprenderli.  Sandalphon ci chiede di essere vigili e  premurosi nel nostro rapporto con la Madre Terra e di imparare a vivere più strettamente in sintonia con essa e ad avere cura dell'ambiente.
Sandalphon ci indica anche, come similitudine, la necessità di essere vigili e premurosi nei confronti dei nostri fratelli, in armonia con loro, leali gli uni con gli altri: l’onestà, l’apertura, l’equità e la dedizione come via per divenire Uno con il Tutto poiché ognuno di noi è Figlio di un unico Padre.
Ci porta l’unione con gli altri, ci invita a lasciar andare il senso di separazione e di solitudine interiore per risvegliare in noi il concetto di Fratellanza.
La Luce di Sandalphon connette l’anima con il livello incarnato, qui e ora. Apre la percezione della realtà del Divino in tutto ciò che vive. Sandalphon aiuta a realizzare la natura divina nella dimensione terrena. Con Sandalphon si diventa co-creatori con Dio per la realizzazione del Regno Celeste in Terra.
Sandalphon e la sua controparte Metatron "reggono la creazione", quali angeli alla base e in cima dell'Albero della Vita. Sono come due alberi che sorreggono un’amaca. Tra loro mantengono la forma e la continuità della nostra esperienza di vita e il cosmo.

PREGHIERA ALL'ARCANGELO SANDALPHON



Signore, vorrei disporre della carità illuminata
per operare con il tuo aiuto al servizio di tutti.
Soccorrimi, Sandalphon, affinché io divenga
fuoco del tuo Fuoco, acqua della tua Acqua,
aria della tua Aria, terra della tua Terra.
Fuoco, entusiasmo; Acqua, amore;
Aria, saggezza; Terra, ricchezza materiale.
Tale è la mia Preghiera, giacché in virtù
di questi quattro elementi che mi accordi
io potrò diventare Operaio
dell'Opera Divina della Creazione,
Alleluiah!

Significato del nome: Fratello
Mantra: Accresco la mia natura spirituale, connettendomi con la mia stella
Doni: lealtà e pace tra gli uomini, porta i doni degli Angeli
Altri nomi corrispondenti: Sandalfon,Sandolphon o Sandolfon
Zodiaco: nodo nord, punto del dragone
Colore: giallo
Pietra: ametista


La Luce di Sandalphon connette l’anima con il livello incarnato, qui e ora. Apre la percezione dell’immanenza del Divino in tutto ciò che vive. Sandalphon aiuta a realizzare la natura divina nella dimensione terrena. Con Sandalphon si diventa co-creatori con Dio per la realizzazione del Regno Celeste in Terra.
Sandalphon e la sua controparte Metatron "reggono la creazione", quali angeli in cima e alla base dell'Albero della Vita. Sono come due alberi che sorreggono un’amaca. Tra loro mantengono la forma e la continuità della nostra esperienza di vita e il cosmo.
Sandalphon ancora la Luce sulla Terra, e assiste gli operatori di Luce perché facciano la stessa cosa.  È collegato con Sanat Kumara,con  gli Elementali, con tutti gli esseri angelici e con gli abitanti della Terra Cava.  Tutti i segreti della terra sono accessibili attraverso Sandalphon, quando siamo pronti per apprenderli e siamo consapevoli di esserne degni e in grado di comprenderli.  Sandalphon ci chiede di essere vigili e di aver cura del nostro rapporto con la Terra e di imparare a vivere più strettamente in sintonia con la Madre Terra.

Nessun commento:

Posta un commento

IL TRADIMENTO Aïvanhov

« Quanti subiscono un crollo perché si sentono traditi! Ripetono: «Ma com’è possibile? Lui mi aveva promesso… Lei mi aveva giurato…».  D’a...